PIANIFICAZIONE PAESAGGISTICA

PIANIFICAZIONE PAESAGGISTICA

_
iten
Codice
86584
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 1° anno di 9006 PROGETTAZIONE DELLE AREE VERDI E DEL PAESAGGIO (LM-3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/21
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PROGETTAZIONE DELLE AREE VERDI E DEL PAESAGGIO)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso intende fornire agli studenti: a, gli strumenti concettuali alla base dell’azione pubblica sul paesaggio, a livello internazionale e nazionale; b, gli strumenti operativi per interagire con le attività di governo del territorio  che concorrono alla progettazione del paesaggio (legislazione, strumenti di pianificazione). L’insegnamento mira a sviluppare una sensibilità critica verso i processi che orientano la trasformazione del paesaggio e la capacità di situare la propria azione.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende fornire agli studenti: a, gli strumenti concettuali alla base dell’azione pubblica sul paesaggio, a livello internazionale e nazionale; b, gli strumenti operativi per interagire con le attività di governo del territorio che concorrono alla progettazione del paesaggio (legislazione, strumenti di pianificazione). L’insegnamento mira a sviluppare una sensibilità critica verso i processi che orientano la trasformazione del paesaggio e la capacità di situare la propria azione. Le competenze riguardano: pianificazione paesaggistica, tutela del paesaggio, componenti della valutazione ambientale, componenti della pianificazione urbanistica, pianificazione del verde urbano.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Rivolto a studenti di diverse provenienze, il corso fornisce alcuni richiami ad elementi base di urbanistica e governo del territorio, che possono essere ulteriormente approfonditi da coloro i quali non hanno frequentato precedentemente insegnamenti nel campo. Alcune abilità di base nell’uso dei GIS sono necessarie per lo svolgimento dell’esercitazione.

Poiché il corso è in italiano, è necessaria una competenza linguistica tale da poter comprendere i testi in bibliografia e le domande d’esame. Per studenti Erasmus e stranieri, può essere scelta in alternativa la lingua inglese, per tutoraggio, bibliografia e prova d’esame.

NOTE: For foreign or Erasmus students, the didactical materials, the bibliographic references and the exam can be in English language.

Modalità didattiche

Rivolto a studenti di diverse provenienze, il corso fornisce alcuni richiami ad elementi base di urbanistica e governo del territorio (livelli amministrativi e competenze, relativi strumenti di pianificazione spaziale, destinazioni d’uso del suolo, concetto di standard) per poi affrontare la materia della pianificazione e della tutela del paesaggio, attraverso lezioni, presentazione di casi studio, visite ed esercitazioni.

In particolare, durante il corso verrà svolo in aula l’esercizio di leggere ed interpretare i contenuti di un piano paesaggistico (9 hours), relativamente ad un’area di studio, ove possibile scelta in accordo con l’Atelier svolto parallelamente dagli studenti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma affronta cinque gruppi di temi:

  1. Il concetto di paesaggio nelle politiche pubbliche (con riferimento alla Convenzione Europea del Paesaggio e ad altri trattati internazionali); il ruolo della percezione sociale  e dei processi partecipativi;
  2. La tutela del paesaggio e della natura (riferimenti internazionali su origine e approcci alle aree protette, quadro istituzionale, pianificazione dei parchi);
  3. Il paesaggio nelle attività di pianificazione urbanistica, territoriale e paesaggistica; richiami al governo del territorio (soggetti, livelli, competenze). I piani paesaggistici (modelli, esperienze italiane, il Codice dei beni culturali e del Paesaggio).
  4. Il verde urbano: componenti e campi d’azione del progetto urbanistico; gli spazi aperti negli strumenti di pianificazione urbanistica locale (standard urbanistici, piani e regolamenti del verde); reti verdi e blu. Richiami ai concetti di uso del suolo, destinazioni d’uso, e piano regolatore generale.
  5. La valutazione ambientale (VAS, VIA); la compatibilità degli interventi sui beni paesaggistici. Aspetti sostantivi della valutazione, cenni agli aspetti legislativi e procedurali.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

La varietà di argomenti non consente di fornire un unico testo di riferimento. Sono fornite dispense e sono fondamentali gli appunti delle lezioni. Sono consigliati:

Cassatella C., 2016, “La pianificazione del paesaggio in Italia”, dispense del corso.

Gambino R., 2010, Lectio Magistralis al Politecnico di Torino. http://www.cedppn.polito.it/content/download/350/1342/file/lectio_gambino.zip

Amorosino S., 2010, Introduzione al diritto del paesaggio, Roma/Bari, Laterza.

Zanon B., 2008, Territorio, ambiente, città. Vol. II Il territorio della sostenibilità, Alinea, Firenze

Repubblica Italiana, D. Lgs. 42/2004 e s.m.i, “Codice dei beni culturali e del paesaggio”

Consiglio d’Europa, Convenzione Europea del Paesaggio, ETS 176, 2000

Council of Europe, Committee of Ministers, Raccomendation CM/Rec (2008)3 on the guidelines for the implementation of the European Landscape Convention, 6 feb. 2008.

European Commission, Directive 2001/42/EC on the assessment of the effects of certain plans and programmes on the environment, 2001 [Strategic Environmental Assessment Directive]

 

Per gli studenti che non possiedono nozioni di base di urbanistica: Ognibene F., 2016, Elementi di Urbanistica, SEI, Torino

LEZIONI

Modalità didattiche

Rivolto a studenti di diverse provenienze, il corso fornisce alcuni richiami ad elementi base di urbanistica e governo del territorio (livelli amministrativi e competenze, relativi strumenti di pianificazione spaziale, destinazioni d’uso del suolo, concetto di standard) per poi affrontare la materia della pianificazione e della tutela del paesaggio, attraverso lezioni, presentazione di casi studio, visite ed esercitazioni.

In particolare, durante il corso verrà svolo in aula l’esercizio di leggere ed interpretare i contenuti di un piano paesaggistico (9 hours), relativamente ad un’area di studio, ove possibile scelta in accordo con l’Atelier svolto parallelamente dagli studenti.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame prevede:

- una verifica scritta (test a risposta chiusa, 10 domande, 30”) su tutto il programma;

- una verifica orale individuale su un argomento a scelta dello studente tra i cinque affrontati

- una verifica dell’esercitazione svolta durante il corso (leggere e interpretare un piano paesaggistico).

Ciascuna parte concorre per un terzo alla votazione finale.