PROGETTAZIONE TECNOLOGICA PER L'AMBIENTE

PROGETTAZIONE TECNOLOGICA PER L'AMBIENTE

_
iten
Codice
84632
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
12 cfu al 1° anno di 8694 SCIENZE DELL'ARCHITETTURA (L-17) GENOVA
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ARCHITETTURA )
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso affronta le principali tematiche inerenti il rapporto fra tecnologia e progetto degli spazi aperti e del verde in architettura in un’ottica di sostenibilità ambientale, attraverso lo studio delle principali problematiche che caratterizzano l’ambiente urbano, del ruolo e degli effetti della vegetazione e delle infrastrutture verdi e l’impiego dii elementi naturali per il controllo delle condizioni ambientali, ecologiche e micro-climatiche degli spazi aperti e degli edifici.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso integrato è formato dai moduli: Progettazione tecnologica del verde in architettura e Progettazione tecnologica per gli spazi aperti

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso intende fornire gli strumenti di base, conoscenze teoriche e competenze tecniche necessarie per (iniziare ad) affrontare il progetto degli spazi aperti e il progetto del verde in architettura, considerando gli effetti che questo può avere sull’ambiente e le relative implicazioni tecnologiche, e per valutare qualitativamente prestazioni e impatti ambientali delle scelte progettuali, in relazione alle caratteristiche specifiche del sito di progetto, in ambiente urbano. Infatti, considerando la sempre crescente concentrazione della popolazione Europea e mondiale nelle città, vengono affrontate le principali problematiche ecologiche ed ambientali, e relative strategie per superarle, in un’ottica di resilienza e per favorire adattamento al cambiamento climatico.

I risultati di apprendimento principali possono essere sintetizzati come segue:

  • rielaborare criticamente e valutare le relazioni fra ambiente urbano, progettazione degli spazi aperti e del verde in architettura e problematiche ecologiche ed ambientali;
  • applicare le conoscenze acquisite al progetto di uno spazio aperto e di un edificio;
  • valutare qualitativamente l’impatto e i benefici ambientali di scelte progettuali

Modalità didattiche

Il corso prevede lezioni interattive svolte anche con l’intervento di esperti (ricercatori e professionisti). È prevista, per gli studenti frequentanti, la possibilità di svolgere un’esercitazione che permetterà di applicare le conoscenze acquisite. Per favorire una rielaborazione critica e la partecipazione attiva degli studenti, sono previste una serie di attività, fra cui, peer evaluation dei progetti sviluppati nell’ambito del corso, dibattiti e ricerca e presentazione di casi studio.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

I principali argomenti sono:

  • evoluzione del problema ambientale nelle sue diverse componenti (limitatezza delle risorse, inquinamento, uso di fonti energetiche rinnovabili) e ricadute sulla gestione territoriale e sulla progettazione degli spazi aperti e degli edifici
  • progettazione ecologica e sua evoluzione storica;
  • squilibri ecologici ed ambientali che caratterizzano le città;
  • adattamento ai cambiamenti climatici e resilienza per la pianificazione sostenibile;
  • analisi microclimatiche e ambientali per la progettazione (architettonica) sostenibile in ambiente urbano;
  • strumenti e strategie per l’integrazione di infrastrutture verdi e del verde in architettura e la progettazione in un’ottica di sostenibilità ambientale;
  • aspetti percettivi ed estetici del verde in architettura;
  • tecnologia e progetto;
  • Life Cycle Assessment ed economia circolare;
  • Materiali e tecnologie per la progettazione di strutture per il controllo delle condizioni microclimatiche di un sito;
  • rapporto fra progettazione, energia e ambiente in architettura.

Sarà inoltre fornito – descritto a lezione e caricato su AULAWEB – il programma dettagliato del corso. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Su AULAWEB saranno messe a disposizione settimanalmente dispense e slide. Per ciascun argomento affrontato verrà fornita una specifica bibliografia.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento  e-mail: katia.perini@unige.it  

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso prevede lezioni interattive svolte anche con l’intervento di esperti (ricercatori e professionisti). È prevista, per gli studenti frequentanti, la possibilità di svolgere un’esercitazione che permetterà di applicare le conoscenze acquisite. Per favorire una rielaborazione critica e la partecipazione attiva degli studenti, sono previste una serie di attività, fra cui, peer evaluation dei progetti sviluppati nell’ambito del corso, dibattiti e ricerca e presentazione di casi studio.

 

INIZIO LEZIONI

ottobre, data da definire

ESAMI

Modalità d'esame

La valutazione viene effettuata attraverso un colloquio orale, che intende verificare la preparazione in termini teorico-metodologici e applicativi, considerando i risultati di apprendimento precedentemente descritti.

Per gli studenti frequentanti l’esame comprende anche la valutazione del lavoro svolto per l’esercitazione progettuale la capacità di rielaborazione critica e partecipazione a dibattiti e attività proposte dal docente in aula (da 1 a 3 punti in più sul voto dell’orale).

Modalità di accertamento

Studenti frequentanti: L’esame orale e le attività proposte in aula (ad esempio dibattiti) valuteranno la capacità dello studente di rielaborare criticamente e mettere in relazione i diversi argomenti trattati. L’esercitazione progettuale permetterà di verificare la capacità di applicare le conoscenze acquisite e di valutare qualitativamente l’impatto di scelte progettuali sull’ambiente.

 

Studenti non frequentanti: L’esame orale permetterà di valutare la capacità dello studente di rielaborare criticamente e mettere in relazione i diversi argomenti trattati. Sarà, inoltre, verificata, attraverso esempi specifici, la capacità di applicare le conoscenze acquisite e di valutare qualitativamente l’impatto di scelte progettuali sull’ambiente.

La valutazione considera anche la qualità dell’esposizione e l’utilizzo corretto del lessico.