MATERIALI E IMPIANTI DI PROCESSO

MATERIALI E IMPIANTI DI PROCESSO

_
iten
Ultimo aggiornamento 01/07/2020 18:45
Codice
56805
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 1° anno di 9270 INGEGNERIA MECCANICA - ENERGIA E AERONAUTICA (LM-33) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/16
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA MECCANICA - ENERGIA E AERONAUTICA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento introduce lo studente al mondo dei materiali utilizzati nell’impiantistica industriale analizzando le problematiche legate alla progettazione e alla giunzione di componenti attualmente presenti nel panorama industriale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Scopo dell’insegnamento è fornire agli studenti conoscenze di base dei materiali metallici ed i sistemi per la protezione dalla corrosione esistenti ed utilizzati industrialmente. Il corso si prefigge inoltre di introdurre lo studente alla progettazione di impianti industriali per il trattamento dei fluidi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Scopo dell’insegnamento è fornire agli studenti conoscenze di base dei materiali metallici ed i sistemi per la protezione dalla corrosione esistenti ed utilizzati industrialmente. Il corso si prefigge inoltre di introdurre lo studente alla progettazione di impianti industriali per il trattamento dei fluidi.

Al termine del corso gli studenti avranno le conoscenze di base grazie alle quali sapranno scegliere tra i materiali metallici (acciai zincati, acciai inossidabili, leghe di titanio, leghe di nichel), quello da utilizzare per realizzare le diverse parti di un impianto industriale tenendo presente le condizioni di esercizio meccanicamente e termicamente gravose. Inoltre lo studente sarà in grado di individuare le tecniche di giunzione da utilizzare per assemblare le parti sapendo riconoscere i difetti tipici dei processi di saldatura. Infine lo studente avrà a disposizione i mezzi per la progettazione di impianti destinati a processi industriali caratterizzati da un significativo stress termico o meccanico.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, durante le quali il docente titolare del corso si avvale anche di filmati per far comprendere i vari aspetti dei materiali metallici ed i principi di funzionamento degli impianti di processo dei fluidi.  

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso fornisce le conoscenze di base riguardanti il comportamento dei materiali metallici (acciai zincati, acciai inossidabili, leghe di titanio, leghe di nichel) maggiormente utilizzati negli impianti industriali. Inoltre, verranno descritte le tecniche di giunzione utilizzate su tali tipi di materiali. 

 

Verranno analizzate le direttive PED (97/23/CE), in applicazione ai criteri progettuali di impianti involventi alcuni fluidi appartenenti al gruppo 1 (oli combustibili, gas naturale) ed al gruppo 2 (acqua surriscaldata, vapore saturo e surriscaldato). Saranno sviluppati schemi funzionali di impianti pressurizzati e gruppi di decompressione, completi di regolazioni e sicurezze. Verranno descritti criteri di collaudo, opere di staffaggio e studio dei vincoli.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

C. Gambaro, E. Lertora, "Materiali per gli impianti di processo", Dipartimento di Ingegneria della Produzione, Termoenergetica e Modelli matematici, Facoltà d’Ingegneria, Università degli Studi di Genova, 2010.

P. Giribone, “Impianti meccanici 2”, Dipartimento di Ingegneria della Produzione, Termoenergetica e Modelli matematici, Facoltà d’Ingegneria, Università degli Studi di Genova

Direttiva Comunitaria 97/23/CE del 29/05/97 – G.U. n. L10 del 09/07/97 – Ed. EUR-LEX

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Dal Lunedì al Giovedì dalle 9 alle 10 su appuntamento.

Commissione d'esame

ENRICO LERTORA (Presidente)

CARLA GAMBARO

CHIARA MANDOLFINO

PIETRO GIRIBONE (Presidente Supplente)

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, durante le quali il docente titolare del corso si avvale anche di filmati per far comprendere i vari aspetti dei materiali metallici ed i principi di funzionamento degli impianti di processo dei fluidi.  

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame prevede una prova orale durante la quale verranno poste quattro domande.

La prime due domande verteranno sui concetti di base sui materiali metallici e le tecniche di giunzione.

La terza e la quarta domanda riguarderanno gli impianti di processo e la loro progettazione. 

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l'esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno dati nel corso delle lezioni.

La prova orale prevede la discussione di quattro argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare se lo studente ha raggiunto un livello di conoscenza dei concetti adeguato, inoltre verrà valutata la capacità di scelta di un materiale e la progettazione di un particolare impiantistico.

ALTRE INFORMAZIONI

Propedeuticità :

Chimica, Tecnologie generali dei materiali, Impianti meccanici 1, Fisica tecnica, Macchine 1