MODULO DI MECCANISMI E SISTEMI MECCANICI

MODULO DI MECCANISMI E SISTEMI MECCANICI

_
iten
Codice
72432
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 2° anno di 8784 INGEGNERIA MECCANICA (L-9) LA SPEZIA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/13
LINGUA
Italiano
SEDE
LA SPEZIA (INGEGNERIA MECCANICA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Comprendere le caratteristiche e la funzione dei principali componenti costituenti i sistemi e le trasmissioni meccanici. Imparare ad analizzare il funzionamento cinematico, statico e dinamico di semplici sistemi in presenza di vincoli, corpi rigidi e flessibili e trasmissioni meccaniche

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si propone di fornire allo studente conoscenze teoriche ed applicative riguardanti i principali componenti dei sistemi meccanici (vedi sezione programma/contenuto).

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di:

  • effettuare la scelta di componenti di trasmissioni e meccanismi in base all’applicazione considerata
  • svolgere una scelta dei predetti componenti a partire da specifiche assegnate
  • effettuare la scelta tipologica e la sintesi dimensionale di sistemi articolati e camme
  • valutare il comportamento vibrazionale di semplici sistemi meccanici

Modalità didattiche

Il corso è organizzato in cicli di lezioni teoriche inframezzati a presentazione di esercizi e casi applicativi.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Meccanica delle coppie cinematiche: cuscinetti radenti; cuscinetti volventi; cenni alle coppie a lubrificazione idrodinamica e idrostatica. Ruote dentate: definizioni, geometria; ruote modulari; ingranamento  e trasmissione delle forze; ruote elicoidali; ruote per trasmissione fra assi non paralleli. Trasmissioni  di potenza: rotismi ordinari e epicicloidali; rendimenti dei rotismi. Trasmissioni con cinghie e catene. Trasmissioni a fune e paranchi. Variatori, giunti, innesti, freni. Meccanismi per il moto vario: leggi di moto, sistemi articolati, camme, altri tipi meccanismi. Introduzione alle trasmissioni a fluido. Vibrazioni meccaniche; vibrazioni libere; proprietà strutturali; vibrazioni forzate; risposta in frequenza; trasmissibilità delle forze. Cenni alla dinamica dei rotori; squilibrio statico e dinamico.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Callegari Massimo; Fanghella Pietro; Pellicano Francesco, MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE, Città Studi, 2013.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento: per questo inviare una mail al docente all'indirizzo p.silvestri@unige.it; il ricevimento si tiene all'opera pia, 15A, presso la sezione mec del dime

Ricevimento: Su appuntamento, da richiedere via email (luca.bruzzone@unige.it).

Commissione d'esame

PAOLO SILVESTRI (Presidente)

LUCA BRUZZONE (Presidente)

MATTEO VEROTTI

PIETRO FANGHELLA

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso è organizzato in cicli di lezioni teoriche inframezzati a presentazione di esercizi e casi applicativi.

INIZIO LEZIONI

Come da calendario di Ingegneria.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

MODULO DI MECCANISMI E SISTEMI MECCANICI

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale con colloquio sugli argomenti trattati nel modulo.

Modalità di accertamento

L’esame orale prevede due domande sugli argomenti trattati nel corso. Nell’ambito della discussione, verranno discussi sia gli aspetti teorici sia l’applicazione ad un esempio numerico, in modo da verificare la capacità dello studente di eseguire calcoli progettuali relativi ai componenti meccanici trattati nel corso. Verranno valutate, oltre alla correttezza della soluzione individuata, anche la qualità dell’esposizione, l’utilizzo del lessico tecnico, la capacità di ragionamento critico.

ALTRE INFORMAZIONI

Propedeuticità :

Fondamenti di Analisi matematica, Geometria, Disegno tecnico, Fisica e i contenuti dei Modulo di Fondamenti di Cinematica e dinamica delle macchine.