IMPIANTI CHIMICI

IMPIANTI CHIMICI

_
iten
Codice
84230
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 3° anno di 10800 INGEGNERIA MECCANICA - ENERGIA E PRODUZIONE (L-9) SAVONA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/25
LINGUA
Italiano
SEDE
SAVONA (INGEGNERIA MECCANICA - ENERGIA E PRODUZIONE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso affronta il tema del trattamento degli scarichi idrici e delle emissioni atmosferiche

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso fornisce le tecniche per la progettazione di unità operative, processi ed impianti chimici. Inoltre vengono forniti criteri per il dimensionamento e la gestione di ogni unità

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Sviluppo della capacità dell'allievo nella  comprensione del funzionamento delle varie unità  operative e il loro dimensionamento di massima

Modalità didattiche

Lezioni frontali; l'attività didattica può essere completata con esercitazioni numeriche che lo studente deve svolgere in autonomia sotto la guida del docente

Durante le lezioni frontali, gli studenti vengono stimolati e coinvolti in discussioni singole o collettive sui vari temi affrontati nell'insegnamento per favorire la capacità di comunicazione e interagire in modo più proficuo con il docente e valutare lo stato dell'apprendimento

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il trattamento delle acque di scarico, com particolare riferimento agli scarichi urbani; I trattamenti primari, secondari, terziari; La linea dei fanghi

Le emissioni atmosferiche: loro caratterizzazione. Il trattamento delle polveri e dei composti gassosi

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Slide proiettate a lezione

Metcalf & Eddy, Wastewater Engineering: Treatment and reuse, McGraw Hill's

Perry; Chemical Engineering Handbook

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente è sempre disponibile, anche per via informatica o telefonica per la soluzione delle eventuali problematiche legate all'apprendimento e alla risoluzione delle applicazioni numeriche

Commissione d'esame

CARLO SOLISIO (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali; l'attività didattica può essere completata con esercitazioni numeriche che lo studente deve svolgere in autonomia sotto la guida del docente

Durante le lezioni frontali, gli studenti vengono stimolati e coinvolti in discussioni singole o collettive sui vari temi affrontati nell'insegnamento per favorire la capacità di comunicazione e interagire in modo più proficuo con il docente e valutare lo stato dell'apprendimento

INIZIO LEZIONI

14 settembre 2020

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale

Modalità di accertamento

Nella prova d'esame, durante la discussione orale, viene valutata la corretta acquisizione degli obiettivi formativi, attraverso una discussione che evidenzi la capacità di ragionare sulla funzionalità delle varie apparecchiature e il loro inserimento nel contesto di un impianto completo, rilevandone anche le criticità e le problematiche.Anche per tale motivo, già durante il corso gli studenti vengono coinvolti sia a livello individuale che in gruppo per la disamina delle problematiche al fine di verificare l'acquisizione dei vari argomenti affrontati, attarverso un confronto diretto con i colleghi e il docente.