COMUNICAZIONI ELETTRICHE

COMUNICAZIONI ELETTRICHE

_
iten
Codice
97168
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 2° anno di 10716 INGEGNERIA GESTIONALE (L-9) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-INF/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA GESTIONALE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

ll corso è organizzato in tre sezioni da 3 CFU ciascuna per favorire l'apprendimento secondo lo schema logico che prevede  l'introduzione nella prima sezone dei concetti base su segnali, spettri, rapporto segnale/rumore e modulazione, quindi gli aspetti fondamentali riguardanti le reti digitali relativamente a topologia, accesso e commutazione, infine gli aspetti legati alla codifica di sorgente/canale, quindi ad applicazioni wireless con gestione della mobilità in diversi contesti applicativi.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'obiettivo dell'insegnamento è fornire gli elementi di base per comprendere le problematiche connesse alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione e alla gestione di una rete di comunicazione.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Scopo dell'insegnamento è fornire una conoscenza completa delle tecnologie e delle specifiche soluzioni utilizzate per trasferire informazione a distanza utilizzando segnali elettrici. Il primo approfondimento riguarda appunto la natura del segnale elettrico, delle sue caratteristiche nel tempo e in frequenza, quindi dei canali utilizzabili per la trasmissione del segnale con caratteristiche di distorsione, rumore e attenuazione. Vengono successivamente esplorate le tecniche per la condivisione del mezzo comunicativo fra una molteplicità di segnali (accesso multiplo), la necessità di adattare il segnale al canale (modulazione), la necessità di compensare la distorsione del canale (equalizzazione). Vengono introdotti i principi base delle reti digitali e dei protocolli che le governano con approfondimenti rigardanti l'accesso, l'autenticazione, la qualità di servizio. Viene quindi illustrata la logica di associazione fra informazione sorgente (acquisita dai sensori) e segnali numerici con riferimento alla necessità di compressione (codifica di sorgente), protezione (codifica di canale) e adattamento al canale (modulazione numerica). Vengono infine descritte le principali tecnologie di comunicazione radio mobile con esempi in diversi coontesti applicativi riguardanti la logistica, i trasporti, la produzione e la sanità.

PREREQUISITI

Sono prerequisiti al corso la conoscenza dei concetti fondamentali di

probabilità

processi aleatori

analisi di Fourier

Modalità didattiche

Le modalità didattiche potranno essere di tipo tradizionale in presenza o a distanza in sessioni live. Verranno impiegate tecnologe didattiche interattive basate su piattaforma MS Teams. Oltre alla parte teorica verranno dedicate alcune lezioni per lo svolgimento di esercizi.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte Segnali: 

  • Segnali e spettri;
  • Sistemi Lineari Tempo Invarianti, Filtri;
  • Energia e Potenza segnali periodici, Segnali a Energia Finita;
  • Campionamento;
  • Pulse Code Modulation (PCM); Pulse Amplitude Modulation (PAM);
  • Time Division Multiplexing (TDM);
  • Modulazioni e trasmissioni Frequency Division (FD)

Parte Reti:

  • Tipologie di rete, multiplexing e commutazione
  • Introduzione alle architetture funzionali. Modello di riferimento e architettura dell'Internet
  • Cenni ai protocolli di accesso multiplo (sottolivello MAC)
  • LAN Ethernet (IEEE 802.3) LAN Wireless - cenni a IEEE 802.11 e Bluetooth
  • Cenni ai protocolli di linea e IEEE 802.2
  • IPv4, TCP e UD, Cenni a HTTP e DNS
  • VoIP

​Parte Sistemi

  • Codifica di sorgente e codici di protezione
  • Modulazioni numeriche
  • Quantizzazione ottima
  • Introduzione alle comunicazioni radio
  • Sistemi radiomobili terrestri
  • Sistemi satellitari
  • Tecnologie IoT wireless
  •  

FilFILTRIFile

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Il programma delle lezioni è integralmente coperto da dispense dei docenti che verranno messe a dsposizione su Aulaweb. Verrann fornite inoltre dispense aggiuntive verticali su alcuni argmenti specifici. Verranno infine messi a disposizione esercizi svolti.

DOCENTI E COMMISSIONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Le modalità didattiche potranno essere di tipo tradizionale in presenza o a distanza in sessioni live. Verranno impiegate tecnologe didattiche interattive basate su piattaforma MS Teams. Oltre alla parte teorica verranno dedicate alcune lezioni per lo svolgimento di esercizi.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni avranno inizio nel II semestre dell'A.A: 2020-21.