DIDATTICA DELL'ITALIANO COME L2

DIDATTICA DELL'ITALIANO COME L2

_
iten
Codice
66869
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al ° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-FIL-LET/12
SEDE
GENOVA (LINGUE E CULTURE MODERNE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso fornisce agli studenti le conoscenze e le competenze di base della didattica dell'italiano come L2, anche attraverso esperienze di tipo laboratoriale che consentono di sperimentare la professione docente.

Salvo diverse indicazioni dovute all’ evoluzione della situazione sanitaria, il corso si svolgerà in modalità tradizionale (presenziale).

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Alla fine del percorso, gli studenti sapranno:

- descrivere i contesti di apprendimento/insegnamento dell'italiano L2;

- descrivere le principali teorie sull'acquisizione linguistica;

- descrivere, in prospettiva storica, l'evoluzione del metodo;

- comprendere il ruolo del Quadro Comune Europeo;

- individuare gli elementi alla base della programmazione e della valutazione didattica;

- analizzare attività e materiali didattici di diversa tipologia;

- creare attività didattiche per esercitare diverse abilità linguistiche (ricezione, produzione, interazione, mediazione);

- progettare un'unità di lavoro.

Modalità didattiche

Salvo diverse indicazioni dovute all’ evoluzione della situazione sanitaria, il corso si svolgerà in modalità tradizionale (presenziale).

Il corso si articola in lezioni a cadenza bisettimanale, per un totale di 36 ore di lezione.

Utilizza le seguenti risorse digitali:

- Aulaweb: deposito di materiali didattici per lo studio e l'approfondimento individuale; comunicazioni su modalità di svolgimento del corso e sugli appelli; interazione con gli studenti (forum); attività in itinere (compiti);

- Teams: attività laboratoriali individuali e di gruppo; videolezioni (se necessario).

Le lezioni alternano un approccio di tipo frontale, nel quale sono forniti i contenuti teorici di base, a un approccio laboratoriale, grazie al quale gli studenti esperiscono individualmente o in gruppo la professione del docente. 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso descrive i diversi contesti di apprendimento/insegnamento dell’italiano come lingua non materna e approfondisce le teorie, gli approcci, i metodi e le tecniche per l’apprendimento/insegnamento dell’italiano L2, così come le indicazioni del Quadro Comune Europeo. Inoltre, esplora il campo della progettazione didattica, della verifica, della valutazione e della certificazione attraverso lezioni frontali e laboratori che mettono in evidenza il carattere teorico-pratico della disciplina.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Diadori P., cur., 2019, Insegnare italiano L2, Le Monnier Università;
  • le presentazioni multimediali utilizzate in classe;
  • eventuale ulteriore bibliografia, reperibile on line o scaricabile dalla pagina personale del docente, sarà fornita in itinere.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento si svolge su appuntamento, contattando la docente attraverso la mail istituzionale: francesca.molinari@edu.unige.it.

Commissione d'esame

FRANCESCA MOLINARI (Presidente)

MANUELA MANFREDINI

LEZIONI

Modalità didattiche

Salvo diverse indicazioni dovute all’ evoluzione della situazione sanitaria, il corso si svolgerà in modalità tradizionale (presenziale).

Il corso si articola in lezioni a cadenza bisettimanale, per un totale di 36 ore di lezione.

Utilizza le seguenti risorse digitali:

- Aulaweb: deposito di materiali didattici per lo studio e l'approfondimento individuale; comunicazioni su modalità di svolgimento del corso e sugli appelli; interazione con gli studenti (forum); attività in itinere (compiti);

- Teams: attività laboratoriali individuali e di gruppo; videolezioni (se necessario).

Le lezioni alternano un approccio di tipo frontale, nel quale sono forniti i contenuti teorici di base, a un approccio laboratoriale, grazie al quale gli studenti esperiscono individualmente o in gruppo la professione del docente. 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si svolgono nel secondo semestre, nel periodo febbraio-maggio.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIDATTICA DELL'ITALIANO COME L2

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame è di tipo orale, ma comprende la preparazione di un progetto finale (progettazione di una lezione di italiano per stranieri).

In alternativa al progetto, è possibile consegnare un elaborato scritto (tesina).

Ulteriori informazioni sono disponibili su Aulaweb.

Modalità di accertamento

La valutazione prevede la verifica in itinere e la verifica finale.

La verifica in itinere richiede la progettazione e presentazione, in orario di lezione, di una lezione di lingua italiana per apprendenti stranieri.

La verifica finale prevede un esame orale finalizzato a verificare le conoscenze acquisite e la capacità di riflessione degli studenti. Ai candidati verrà posta almeno una domanda per ognuno dei macro-ambiti trattati, con particolare attenzione ai contesti di apprendimento/ insegnamento dell’italiano L2 e alle tipologie di apprendenti, alle teorie acquisizionali, agli approcci, ai metodi e alle tecniche per l’apprendimento/insegnamento dell’italiano L2, al Quadro Comune Europeo nonché agli aspetti legati alla progettazione e alla verifica, valutazione e certificazione della competenza linguistico-comunicativa. Nella valutazione dell'esame si considereranno sia la conoscenza del programma (lezioni, bibliografia, materiali disponibili in AulaWeb), sia la capacità espositiva e l’uso del linguaggio specifico della disciplina.

Per un ulteriore approfondimento sulle modalità di valutazione si fa riferimento alle griglie di valutazione disponibili su AulaWeb relative all’esame orale, al progetto finale e alla tesina.

Gli studenti che non presentano il progetto in itinere dovranno concordare con la docente, in sostituzione, una tesina di approfondimento di 10 pagine su un tema trattato in classe. La tesina dovrà essere consegnata via mail in formato word due settimane prima della data nella quale si sostiene l’esame.