STORIA DELLE COSTITUZIONI E DELLE CODIFICAZIONI MODERNE

STORIA DELLE COSTITUZIONI E DELLE CODIFICAZIONI MODERNE

_
iten
Codice
64944
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 4° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/19
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
periodo
1° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 2 frazioni: A, B. Questa pagina si riferisce alla frazione B
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento presenta agli studenti un quadro dettagliato, in una prospettiva europea, dell’evoluzione del diritto, della scienza e della prassi giuridica nell’età della codificazione (XIX – XX secolo). L’insegnamento è fondamentale per comprendere lo sviluppo dello strumento legislativo “codice” e dei sistemi giuridici europei sino all’attualità, conoscenze indispensabili ad ogni operatore giuridico.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

I fondamenti teorici (da Hobbes a Beccaria), e le realizzazioni normative (dalle Ordonnnances colbertine al Code Napolèon), che in età moderna costituiscono le radici del diritto europeo moderno e contemporaneo; la realizzazione delle prime costituzioni e dei primi codici moderni. Evoluzione del diritto codificato dal 1837 al 1942; esperienza storica e prospettive future dello strumento legislativo codice nel dibattito attuale sul diritto europeo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’obiettivo dell’insegnamento di Storia delle costituzioni e delle codificazioni moderne è di far acquisire allo studente consapevolezza critica della dimensione storica dell’attuale fenomeno giuridico, quindi dei passaggi nodali della transizione dal diritto comune al diritto codificato e dei fondamenti dottrinali delle costituzioni e delle codificazioni moderne e contemporanee.

 Al termine dell’insegnamento, la frequenza, la partecipazione alle attività formative proposte e lo studio individuale consentiranno allo studente di:

- conoscere e comprendere le linee fondamentali della storia delle codificazioni dal Settecento ai giorni nostri;

- interpretare e contestualizzare le fonti e gli istituti giuridici di età moderna e contemporanea;

- valutare i nessi intercorrenti tra la storia giuridica e la storia politica, sociale ed economica;

- definire un impianto metodologico di riferimento nell’uso di fonti e storiografia;

e pertanto di:

- formulare un approccio critico alle esperienze giuridiche dei Paesi d’area europea tra Otto e Novecento. 

PREREQUISITI

Si danno per acquisiti i fondamenti necessari di cultura scolastica generale in ambito storico.

È consigliabile, anche se non necessario, aver sostenuto esami di “Storia del diritto medievale e moderno”.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali in aula con supporto della videoproiezione, per un totale di 36 ore. In esse verranno esposti, chiariti ed esemplificati i concetti oggetto del Programma, che lo studente dovrà conseguentemente acquisire nel suo lavoro personale. Le diapositive proiettate a lezione saranno rese disponibili, insieme ad aggiornamenti relativi al corso e ad altro materiale didattico, sulla piattaforma e-learning “Aulaweb”. 

 La frequenza alle lezioni, rilevata secondo le modalità che saranno esplicitate dal docente durante i primi incontri, è consigliata.

Per agevolare l’apprendimento, lo studente potrà avvalersi del supporto del docente (oltre che a lezione, a ricevimento nelle giornate e negli orari di seguito indicati), dei cultori della materia e dei tutor.

PROGRAMMA/CONTENUTO

L’insegnamento prevede la presentazione e discussione dei seguenti argomenti:

  • lo strumento legislativo “codice”. Codici e costituzioni;
  • l’Illuminismo e le istanze di riforma;
  • la Rivoluzione francese. Le Costituzioni e i tentativi di codificazione civile;
  • l’ordine del Code civil e la codificazione napoleonica. La codificazione civile austriaca;
  • la Restaurazione e i codici pre-unitari;
  • il 1848. L’idea liberale e lo Statuto Albertino;
  • Codice civile e identità giuridica nazionale in Italia;
  • i codici della destra e della sinistra storiche e la codificazione nel Novecento;
  • codificazione e decodificazione in età contemporanea. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

L

Per lo studente frequentante, oltre agli appunti e alle diapositive, costituiranno parte integrante e necessaria ai fini del superamento dell’esame i seguenti libri di testo:

  • P. Alvazzi del Frate, M. Cavina, R. Ferrante, N. Sarti, S. Solimano, G. Speciale, E. Tavilla, Tempi del diritto. Età medievale, moderna e contemporanea, Torino, Giappichelli 2016 o edizioni successive, limitatamente ai capitoli V da § 9 a § 14, VI, VII (per un totale di 150 pagine);
  • R. Ferrante, Un secolo sì legislativo. La genesi del modello otto – novecentesco di codificazione e la cultura giuridica, Torino, Giappichelli 2015 (pp. 1 – 192).

Per lo studente non frequentante costituiranno parte integrante e necessaria ai fini del superamento dell’esame i seguenti libri di testo:

  • P. Alvazzi del Frate, M. Cavina, R. Ferrante, N. Sarti, S. Solimano, G. Speciale, E. Tavilla,  Tempi del diritto. Età medievale, moderna e contemporanea, Torino, Giappichelli 2016 o edizioni successive, , limitatamente ai capitoli V da § 9 a § 14, VI, VII, VIII (per un totale di 220 pagine);
  • R. Ferrante, Un secolo sì legislativo. La genesi del modello otto – novecentesco di codificazione e la cultura giuridica, Torino, Giappichelli 2015 (pp. 1 – 192).

Per gli studenti Erasmus frequentanti, oltre agli appunti e alle diapositive, costituirà parte integrante e necessaria ai fini del superamento dell’esame il seguente libro di testo:

  • P. Alvazzi del Frate, M. Cavina, R. Ferrante, N. Sarti, S. Solimano, G. Speciale, E. Tavilla, Tempi del diritto. Età medievale, moderna e contemporanea, Torino, Giappichelli 2016 o edizioni successive, , limitatamente ai capitoli V da § 9 a § 14, VI, VII (per un totale di 150 pagine).

Per gli studenti Erasmus non frequentanti costituirà parte integrante e necessaria ai fini del superamento dell’esame il seguente libro di testo:

  • P. Alvazzi del Frate, M. Cavina, R. Ferrante, N. Sarti, S. Solimano, G. Speciale, E. Tavilla, Tempi del diritto. Età medievale, moderna e contemporanea, Torino, Giappichelli 2016 o edizioni successive, , limitatamente ai capitoli V da § 9 a § 14, VI, VII, VIII (per un totale di 220 pagine).

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: La docente riceve presso la sede di Genova  Lunedì ore 9.00-12.00 Per altri giorni su appuntamento via e-mail o telefonico Presso la sede di Imperia la docente è reperibile nel periodo di lezioni dopo lezione Gli studenti possono contattare la docente all'indirizzo maura.fortunati@unige.it  

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali in aula con supporto della videoproiezione, per un totale di 36 ore. In esse verranno esposti, chiariti ed esemplificati i concetti oggetto del Programma, che lo studente dovrà conseguentemente acquisire nel suo lavoro personale. Le diapositive proiettate a lezione saranno rese disponibili, insieme ad aggiornamenti relativi al corso e ad altro materiale didattico, sulla piattaforma e-learning “Aulaweb”. 

 La frequenza alle lezioni, rilevata secondo le modalità che saranno esplicitate dal docente durante i primi incontri, è consigliata.

Per agevolare l’apprendimento, lo studente potrà avvalersi del supporto del docente (oltre che a lezione, a ricevimento nelle giornate e negli orari di seguito indicati), dei cultori della materia e dei tutor.

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 14 settembre al 4 dicembre 2020
II semestre dal 15 febbraio al 7 maggio 2021

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame finale consiste in una prova orale dinanzi ad apposita Commissione, sulla base dei materiali indicati. Il voto finale è attribuito in trentesimi. Per sostenere la prova, lo studente dovrà iscriversi online all’appello ordinario scelto. Si raccomanda vivamente di cancellare l’iscrizione, in caso di rinuncia a presentarsi all’esame.

Per gli studenti Erasmus frequentanti l’esame finale consiste in una prova orale dinanzi ad apposita Commissione, sulla base del seguente testo: P. Alvazzi del Frate, M. Cavina, R. Ferrante, N. Sarti, S. Solimano, G. Speciale, E. Tavilla, Tempi del diritto. Età medievale, moderna e contemporanea, Torino, Giappichelli 2016, limitatamente ai capitoli V da § 9 a § 14, VI, VII (per un totale di 150 pagine).

Per gli studenti Erasmus non frequentanti l’esame finale consiste in una prova orale dinanzi ad apposita Commissione, sulla base del seguente testo: P. Alvazzi del Frate, M. Cavina, R. Ferrante, N. Sarti, S. Solimano, G. Speciale, E. Tavilla, Tempi del diritto. Età medievale, moderna e contemporanea, Torino, Giappichelli 2016, limitatamente ai capitoli V da § 9 a § 14, VI, VII, VIII (per un totale di 220 pagine).

Modalità di accertamento

Con la prova orale finale si valuterà l’apprendimento e la comprensione da parte dello studente del Programma indicato, mediante una pluralità di domande rivolte dall’apposita Commissione al candidato.

Lo studente dovrà essere in grado di:

  • comprendere l’importanza della dimensione storica del fenomeno giuridico presente;
  • ricordare e apprezzare le linee fondamentali della storia delle codificazioni dal Settecento ai giorni nostri;
  • interpretare e coordinare le fonti del diritto di età moderna e contemporanea;
  • confrontare le esperienze giuridiche dei Paesi d’area europea tra Otto e Novecento; 
  • scoprire i nessi tra la storia giuridica e la storia politica, sociale ed economica;
  • valutare l’esperienza storica e le prospettive future dello strumento legislativo “codice” nel dibattito attuale sul diritto europeo.

A tale scopo, costituiranno parametri di valutazione la qualità dell’esposizione, l’utilizzo corretto del lessico giuridico e specialmente la capacità di ragionamento critico sui contenuti studiati.