ECONOMIA POLITICA

ECONOMIA POLITICA

_
iten
Codice
64903
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 1° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
periodo
1° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 3 frazioni: A, B, C. Questa pagina si riferisce alla frazione A
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’Economia Politica ha come oggetto lo studio dei fenomeni economici sia a livello individuale sia a livello aggregato. La materia in questione fa ricorso a metodi induttivi e deduttivi che si basano sulla costruzione di modelli teorici astratti. Questi strumenti metodologici costituiscono il fondamento analitico per spiegare le scelte individuali, il benessere sociale, l’economia pubblica, l’opportunità di un eventuale intervento dello Stato sull’economia e i problemi di politica economica.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento di Economia Politica punta ad offrire gli strumenti essenziali per la comprensione degli incentivi sottostanti alle scelte di soggetti economici razionali che si trovano ad operare in un certo mercato oppure in una situazione di interazione strategica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento di Economia Politica punta ad offrire gli strumenti essenziali per la comprensione degli incentivi sottostanti alle scelte di soggetti economici razionali che si trovano ad operare in un certo mercato oppure in una situazione di interazione strategica.

L’insegnamento di Economia Politica intende offrire le nozioni basilari di microeconomia e macroeconomia evidenziando la loro concreta applicabilità ai problemi economici contemporanei. Particolare attenzione sarà rivolta a quegli aspetti della disciplina che garantiscono una migliore conoscenza dei meccanismi istituzionali sottostanti alla politica economica nazionale e internazionale. Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di avere un proprio orientamento all’interno del dibattito economico corrente e avranno sviluppato un’ampia consapevolezza di quali sono i limiti intrinseci della disciplina oggetto di studio. L’acquisizione dei principali strumenti di teoria economica permetterà agli studenti di svolgere ricerche in maniera autonoma. Gli studenti stessi saranno infatti in grado di analizzare gli accadimenti economici di attualità da una nuova prospettiva e con maggior discernimento.

PREREQUISITI

Per seguire nel modo più proficuo l’insegnamento di Economia Politica sono necessarie le conoscenze di base relative allo studio delle relazioni tra variabili algebriche. I concetti studiati dagli economisti possono infatti essere espressi numericamente e le variabili economiche sono spesso illustrate attraverso dei grafici (o diagrammi cartesiani) i quali costituiscono il mezzo principale per analizzarne l’andamento. I grafici e i digrammi servono principalmente a due scopi. In primo luogo, nella formulazione delle teorie economiche offrono una rappresentazione sintetica e visiva degli schemi teorici presi in considerazione che usualmente risulta di più facile comprensibile rispetto alla corrispondente espressione analitica che invece ricorre a sistemi di equazioni. In secondo luogo, nell'analisi dei dati economici, i grafici permettono di evidenziare come le variabili di interesse siano correlate tra loro nonché di stabilire il loro andamento temporale.

Modalità didattiche

L’insegnamento è impartito mediante lezioni frontali, per un totale di 54 ore (pari a 9 CFU), nel corso delle quali verranno presentati ed analizzati i principali modelli microeconomici e macroeconomici.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte prima: concetti e meccanismi

I. Che cosa studiamo, e come

II. Che cos'è un mercato

Parte seconda: consumatori e imprese

III. Vincoli e scelte

IV. Individui e mercato

V. Come si produce

VI. Impresa e mercati

Parte terza: funzionamento dei mercati

VII. Concorrenza perfetta

VIII. Concorrenza imperfetta

IX. Rischio, incertezza e informazione

X. Mercato e intervento pubblico

XI. Mercati dei fattori e finanza

Parte quarta: macroeconomia

XII. Mercati nel sistema economico

XIII. Flussi di spesa e mercato monetario

XIV. Cicli, crisi, crescita

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Il testo di riferimento è Bertola G., Lo Prete, A. (2020), Istituzioni di economia Seconda Edizione, Il Mulino 

Altre indicazioni bibliografiche saranno eventualmente fornite dal docente durante le lezioni.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti è fissato il Giovedi previo appuntamento da concordare tramite mail.

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento è impartito mediante lezioni frontali, per un totale di 54 ore (pari a 9 CFU), nel corso delle quali verranno presentati ed analizzati i principali modelli microeconomici e macroeconomici.

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 14 settembre al 4 dicembre 2020
II semestre dal 15 febbraio al 7 maggio 2021

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ECONOMIA POLITICA A

ESAMI

Modalità d'esame

Relativamente agli obiettivi didattici stabiliti, l’accertamento dell’acquisizione delle conoscenze da parte degli studenti sarà effettuato al termine del corso mediante una prova orale. A seconda del numero di studenti frequentanti potranno anche essere programmate prove scritte il cui esito potrà sostituire in tutto o in parte l'esame orale.

Modalità di accertamento

Tanto l’esame scritto quanto l’esame orale mirano a verificare l’effettiva conoscenza e l’acquisizione da parte degli studenti delle nozioni teoriche di base come pure la loro capacità di analizzare e risolvere i problemi economici affrontati durante il corso. Attraverso quesiti di carattere teorico-generale si cercherà di verificare se gli studenti sono in grado di:

- individuare e definire i concetti economici utilizzando un linguaggio tecnico appropriato;

- ragionare in maniera autonoma sfruttando i modelli concettuali studiati durante il corso.

In linea generale, gli studenti dovranno dimostrare di aver ben compreso l’importanza e il significato degli argomenti trattati dall’insegnamento discutendo in maniera approfonditala e circostanziata la modellistica microeconomica e macroeconomica di riferimento.

ALTRE INFORMAZIONI

Non è assolutamente obbligatorio seguire le lezioni. Tuttavia, vista la presenza nel programma d’esame di diverse tecnicalità tipiche della disciplina, la frequenza delle lezioni è fortemente consigliata.