ARTE DELLA LIGURIA NEL MEDIOEVO

ARTE DELLA LIGURIA NEL MEDIOEVO

_
iten
Codice
104291
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 1° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ART/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI )
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Si esaminerà la produzione artistica della Liguria medioevale, dall'Età paleocristiana e altomedievale agli inizi del secolo XV, con attenzione alle diverse classi e tipologie di opere, e con un approfondimento su Genova che sarà supportato dal contatto diretto con oggetti d'arte, contesti urbani e manufatti monumentali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso vuole presentare i caratteri e le dinamiche della produzione artistica in Liguria dai primi secoli cristiani agli inizi del Quattrocento, anche in rapporto al contesto mediterraneo e ai nessi extra-regionali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento di Arte della Liguria nel Medioevo ha gli obiettivi di

-guidare gli studenti alla comprensione della produzione artistica di Età medievale in Liguria, con attenzione alle specificità dei contesti, al ruolo degli artisti e dei committenti, ai nessi con le relative vicende storiche e sociali;

-stimolare gli studenti ad approfondire lo studio della produzione artistica regionale, considerando le problematiche specifiche dei rapporti territoriali e dei riferimenti alle altre realtà italiane ed euro-mediterranee.

Al termine del corso lo studente dovrà risultare capace di

-analizzare e discutere le immagini e le opere esaminate a lezione facendo uso delle corrette metodologie;

-collocare le opere nel loro contesto cronologico e culturale, discutendone i nessi tra loro e con la produzione artistica medievale;

-argomentare criticamente le nozioni acquisite, commentando i manufatti in rapporto al territorio e alla storia artistica regionale.

 

 

PREREQUISITI

Non sono richiesti prerequisiti specifici.

Modalità didattiche

Il corso consta di 40 ore tra lezioni frontali e lezioni itineranti. Per le lezioni frontali si impiegheranno immagini organizzate in cartelle tematiche.

Le immagini utilizzate verranno rese disponibili agli studenti. Si potranno acquisire alla fine del corso, per invio online ovvero recandosi - con una memoria usb - presso lo studio del docente, nel suo orario di ricevimento.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Lineamenti fondamentali della storia dell'arte in Liguria, dalle testimonianze dei primi secoli cristiani all'altomedioevo, tra nessi continentali e apporti mediterranei. Liguria romanica e gotica: arti monumentali e arti suntuarie. Genova: le arti in una “capitale” del Mediterraneo.

Per gli studenti che non hanno frequentato il corso:

Gli studenti non frequentanti concorderanno un programma specifico di letture, contattando il docente a ricevimento o scrivendo a: gianluca.ameri@unige.it

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Si utilizzeranno i seguenti testi di riferimento generale (le parti specifiche verranno indicate a lezione):

La scultura a Genova e in Liguria. Volume I. Dalle origini al Cinquecento, Pagano, Genova 1987.

A. Dagnino, LiguriaLiguria. ArchitetturaLiguria. Scultura; A. De Floriani, Liguria. Pittura, miniatura e arti suntuarie, in Enciclopedia dell'Arte medievale, vol. VII, Treccani, Roma 1996, pp. 666-676.

Tessuti, oreficerie, miniature in Liguria. XIII-XV secolo, a cura di A.R. Calderoni Masetti, C. Di Fabio, M. Marcenaro, Bordighera 1999.

F. Cervini, Liguria romanica, Jaca Book, Milano 2002.

G. Algeri, A. De Floriani, La pittura in Liguria. Il Medioevo, De Ferrari Editore, Genova 2011.

 

Per un focus su Genova si partirà dai seguenti testi (le parti specifiche verranno indicate a lezione):

C. Di Fabio, voci GenovaGenova. ArchitetturaGenova. Scultura; A. De Floriani, Genova. Pittura, miniatura e arti suntuarie, in Enciclopedia dell'Arte Medievale, VI, Treccani, Roma 1995, pp. 499-529.

Genova nel Medioevo. Una capitale del Mediterraneo al tempo degli Embriaci, a cura di C. Di Fabio, P. Melli, L. Pessa, Sagep, Genova 2016.

Arte e letteratura a Genova fra XIII e XV secolo. Temi e intersezioni, a cura di G. Ameri, Genova University Press, Genova 2017.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente riceve su appuntamento, da concordare scrivendo all'indirizzo mail gianluca.ameri@unige.it 

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso consta di 40 ore tra lezioni frontali e lezioni itineranti. Per le lezioni frontali si impiegheranno immagini organizzate in cartelle tematiche.

Le immagini utilizzate verranno rese disponibili agli studenti. Si potranno acquisire alla fine del corso, per invio online ovvero recandosi - con una memoria usb - presso lo studio del docente, nel suo orario di ricevimento.

INIZIO LEZIONI

inizio delle lezioni: 1 marzo 2021

ESAMI

Modalità d'esame

Sia per i frequentanti, sia per i non frequentanti, l’esame sarà orale e si svolgerà sotto forma di colloquio su almeno tre esemplificazioni inerenti tematiche del corso, sia generali, sia più specifiche, partendo da relative domande del docente sulle immagini e sui manufatti commentati a lezione, e sui testi in programma.

Modalità di accertamento

L'esame orale permetterà di verificare la capacità dello studente di applicare le conoscenze apprese, di analizzare le opere oggetto dell'insegnamento, di comprenderne le caratteristiche in termini artistici e culturali, di usare i concetti e i termini propri della disciplina.

Principali parametri di valutazione saranno il grado di comprensione dei materiali oggetto dell'insegnamento (immagini, opere e testi), la modalità di analisi delle opere, la capacità di trattare i temi studiati con autonomo senso critico, l'appropriatezza dell'esposizione.

La sufficienza si considera raggiunta qualora lo studente dimostri di possedere le nozioni fondamentali trasmesse durante il corso, per quanto attiene le opere-cardine

e la loro collocazione cronologica e culturale.

 

L'eccellenza si considera raggiunta se lo studente dimostrerà una sicura padronanza del programma esposto a lezione, mostrando di averne approfondito ed elaborato le tematiche con un apporto critico personale, argomentato con proprietà di linguaggio.

 

 

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza alle lezioni è vivamente consigliata.