LINGUISTICA GENERALE (LM)

LINGUISTICA GENERALE (LM)

_
iten
Codice
72647
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 1° anno di 9918 LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO (LM-14) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 8769 INFORMAZIONE ED EDITORIA (LM-19) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-LIN/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

«Storia e presente dei segnali discorsivi»
I segnali discorsivi sono delle espressioni linguistiche che, perdendo in parte il loro significato originario, hanno assunto in cambio dei significati procedurali legati alla strutturazione del discorso, la connessione tra enunciati e la presa di posizione degli interlocutori.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo generale del corso è la conoscenza delle categorie della linguistica pragmatica che più si prestano a un raccordo con la prospettiva retorica e stilistica. Il corso si propone inoltre di fornire: a) una conoscenza dei principi della testualità verificando anche su testi reali il loro funzionamento; b) una maggiore consapevolezza dei meccanismi di comprensione dei testi, anche rispetto alla dimensione degli impliciti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

I segnali discorsivi sono delle espressioni linguistiche che, perdendo in parte il loro significato originario, hanno assunto in cambio dei significati procedurali legati alla strutturazione del discorso, la connessione tra enunciati e la presa di posizione degli interlocutori. Sono formalmente invariabili o poco variabili e caratterizzate da un'indipendenza sintattica, semantica e prosodica. L'insegnamento, dopo un'introduzione ad alcuni concetti indispensabili di semantica e pragmatica, si dedicherà alle proprietà formali e funzionali dei segnali discorsivi e al loro origine e sviluppo diacronico, con particolare attenzione a processi e fenomeni quali l'estensione semantica, la rianalisi, l'adattamento o attualizzazione formale, la grammaticalizzazione, la pragmaticalizzazione e la lessicalizzazione. La trattazione teorica sarà sempre accompagnata dall'analisi di testi (possibilmente informali e/o non letterari) contemporanei e storici dell'italiano e delle principali lingue europee, in modo da promuovere nello studente la consapevolezza dell'origine e del funzionamento dei segnali discorsivi.
Al termine dell'insegnamento lo studente avrà preso coscienza dell'importanza e utilità della prospettiva pragmatica, sarà in grado di riconoscere i segnali discorsivi più importanti in testi contemporanei e storici e conoscerà inoltre i meccanismi fondamentali del mutamento linguistico.

PREREQUISITI

Come prerequisiti fondamentali sono necessari la curiosità e l'interesse per le lingue e il linguaggio. È richiesta inoltre la conoscenza delle nozioni di base della linguistica generale, soprattutto dei suoi aspetti semantici e pragmatici.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per frequentanti e non frequentanti: concetti di base della semiotica e comunicazione, semantica, pragmatica, segnali discorsivi, mutamento linguistico.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi di riferimento:
Barðdal, Jóhanna, Spike Gildea 2015. Diachronic construction grammar. Epistemological context, basic assumptions and historical implications. In Jóhanna Barðdal, Elena Smirnova, Lotte Sommerer, Spike Gildea (a cura di). «Diachronic construction grammar». Amsterdam: Benjamins, 2-49.
Bazzanella, Carla 1995. I segnali discorsivi. In Lorenzo Renzi, Giampaolo Salvi, Anna Cardinaletti (a cura di). «Grande grammatica italiana di consultazione. Vol. 3. Tipi di frase, deissi, formazione delle parole». Bologna: Il Mulino, 225-257.
Bazzanella, Carla 2010. I segnali discorsivi. In Giampaolo Salvi, Lorenzo Renzi (a cura di). «Grammatica dell'italiano antico». Bologna: Il Mulino, 1339-1357.
Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite durante le lezioni.

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

Mercoledì, 3 marzo 2021

Orario
Mercoledì, giovedì e venerdì, ore 15:00-17:00

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

LINGUISTICA GENERALE (LM)

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in una prova scritta con esercizi e domande aperte, una presentazione orale e una tesina di 40000 caratteri (spazi compresi).

Modalità di accertamento

La prova scritta accerterà soprattutto la conoscenza delle nozioni di base, la presentazione orale e la tesina valuteranno invece la capacità di analizzare dei testi contemporanei e storici e di classificare e descrivere i segnali discorsivi presenti in essi.

ALTRE INFORMAZIONI