DRAMMATURGIA MUSICALE (LM)

DRAMMATURGIA MUSICALE (LM)

_
iten
Codice
84501
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 1° anno di 9918 LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO (LM-14) GENOVA

6 CFU al 2° anno di 8467 STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO (LM-89) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ART/07
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento affronta, a livello di studi magistrali, un fenomeno musicale con delle implicazioni di carattere drammaturgico-performativo: dall'opera alle diverse forme di teatro musicale, a generi drammaturgico-musicali privi di scena (come possono essere oratori o passioni). Si concentra insomma sul punto d'incontro tra musica e teatro, indagando come i diversi linguaggi (verbale, musicale, performativo) interagiscano reciprocamente dando luogo a un oggetto estetico di valore.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento si ripropone di sviluppare nello studente la consapevolezza di questioni centrali del teatro musicale nel suo sviluppo storico in epoca moderna e contemporanea, fornendogli gli strumenti teorici necessari a una valutazione critica avvertita dell’interazione tra musica e teatro nel senso più ampio dei due termini.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si ripropone di sviluppare nello studente – sul piano delle conoscenze - la consapevolezza di questioni centrali del teatro musicale nel suo sviluppo storico in epoca moderna e contemporanea, fornendogli – a livello di abilità –  gli strumenti teorici necessari a una valutazione critica avvertita dell’interazione tra musica e teatro nel senso più ampio dei due termini.

Insegnamento da 6 CFU 

Al termine dell'erogazione dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di comprendere e interpretare consapevolmente i fenomeni di teatro musicale affrontati, ricorderà e riconoscerà il contributo delle diverse componenti che vengono a costituire un oggetto estetico così complesso, avrà maturato gli strumenti per analizzare tanta complessità e saprà applicare tali conoscenze nella valutazione critica, anche in termini creativi, del significato che ciascuna componente porta alla dialettica complessiva. 

Insegnamento da 9 CFU

I risultati di apprendimento sopra indicati saranno accompagnati da una consapevolezza maggiore, tanto nell'ampiezza del quadro in cui i fenomeni trattati si inscrivono, quanto nell'approfondimento del dettaglio delle questioni drammaturgico-musicali.

PREREQUISITI

Cognizioni fondamentali della storia della musica e del teatro in Europa tra il XVII e il XX secolo.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, con impiego sistematico di supporti audio/video: CD, DVD, web.

Salvo diversa evoluzione dell'emergenza sanitaria in atto, l'insegnamento verrà tenuto in presenza. 

Sebbene non obbligatoria, la frequenza è fortemente consigliata proprio per la didattica fondata sulla costante esemplificazione audio e video.

Si consiglia vivamente l'iscrizione all'Aulaweb dell'insegnamento, che sarà attivata all'inizio delle lezioni.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il mito di Don Giovanni nel teatro musicale da Mozart a Saramago

Superano di gran lunga il numero di tremila le rielaborazioni cui è stato sottoposto – a livello letterario, drammatico, musicale e cinematografico – il mito di Don Giovanni dalle sue origini, all’alba del Seicento, fino a oggi: una prodigiosa varietà di forme e varianti che hanno rinnovato incessantemente, sotto cieli estetici diversi, la vitalità di una leggenda che andrà considerata un autentico archetipo mitico dell’immaginario dell’Occidente. Nato nella stagione controriformistica come efficacissimo teatro morale, il mito moderno del seduttore impenitente ha allargato a dismisura il proprio campo d’azione a una pluralità di generi, esponendo via via il nucleo essenziale della sua ispirazione alle metamorfosi indotte dal confronto via via con la cultura illuminista, romantica, novecentesca e infine contemporanea. L’insegnamento intende indagare l’itinerario compiuto dal mito nel teatro musicale, nell’arco cronologico più ampio possibile, dalla prima opera dedicata al tema nel 1669 fino al 2006. Il percorso sarà caratterizzato da due peculiarità. Da un lato verrà dato particolare rilievo a due lavori: il titolo più emblematico di tutta la tradizione, non soltanto musicale, il Don Giovanni di Mozart, e quello più recente preso in considerazione, Il dissoluto assolto di Azio Corghi su libretto del Premio Nobel José Saramago, andato in scena nel 2006. D’altra parte l’insegnamento avrà un’impostazione spiccatamente interdisciplinare perché intreccerà l’esplorazione della fortuna del mito nel teatro musicale (e nell’opera buffa in particolare, con la sua importante casistica di Convitati di pietra sette-ottocenteschi) con l’indagine delle origini e della tradizione del mito nel teatro di prosa (da Tirso de Molina a Molière, dagli scenari dell’arte a Goldoni), seguendone le tracce fino alle ultime propaggini delle metamorfosi novecentesche del mito, col dramma Rosales di Mario Luzi.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 CFU

  1. U. Curi, Filosofia del Don Giovanni. Alle origini di un mito moderno, Torino, Bollati Boringhieri, 2018, pp. 32-98
  2. R. Raffaelli, Don Giovanni tra antropologia e filologia. Nuove ricerche, Rimini, Guaraldi, 2006, pp. 19-103.
  3. G. Macchia, Vita, avventure e morte di Don Giovanni, Milano, Adelphi, 1995, pp. 33-112, 177-189.
  4. N. Pirrotta, Don Giovanni in musica, Venezia, Marsilio, 1999 (i capitoli Don Giovanni va all’opera; Don Giovanni nell’opera comica; I più immediati antecedenti di Mozart)
  5. Il convitato di pietra, in Canovacci dell’arte. Canovacci della gloriosa commedia dell’arte italiana raccolti e presentati da Anton Giulio Bragaglia, Torino, Il dramma – SET, 1943, pp. 15-22.
  6. Libretto e registrazione in CD o DVD di un Convitato di pietra a scelta tra quelli musicati da Giuseppe Gazzaniga, Giacomo Tritto e Giovanni Pacini.
  7. L. Da Ponte – W.A. Mozart, Don Giovanni, a cura di M. Gurrieri, in W.A. Mozart, Don Giovanni, Programma di sala, Venezia, Teatro La Fenice, 2010, pp. 59-120.
  8. Registrazione in CD o DVD di W.A. Mozart, Don Giovanni
  9. S. Arienta, “Don Giovanni”, una sfida all’ordine costituito nell’Europa della Restaurazione: le manipolazioni di un testo scomodo, in W.A. Mozart, Don Giovanni, Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 2011, pp. 119-135.
  10. R. Mellace, La carriera di un libertino. Metamorfosi contemporanee del mito, ivi, pp. 167-175.
  11. I. Burton, L’archetipo del seduttore, ivi, pp. 177-183.
  12. S. Kierkegaard, Don Giovanni. La musica di Mozart e l’eros, Milano, Mondadori, 1976 (solo L’idea del Don Giovanni e la musica di Mozart. I. La genialità sensuale come seduzione)
  13. J. Saramago – A. Corghi, Il dissoluto assolto, in P. Hindemith, Sancta Susanna – A. Corghi, Il dissoluto assolto, Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 2006, pp. 72-92.
  14. R. Mellace, Musica e letteratura all’alba del Duemila: “Il dissoluto assolto” di José Saramago e Azio Corghi, in Viaggi italo-francesi. Scritti “musicali” per Adriana Guarnieri, a cura di Marica Bottaro e Francesco Cesari, Lucca, LIM, 2020, pp. 463-476.

N.B.: Le letture nn. 1-4 sono disponibili in commercio e presso le Biblioteche Umanistica Balbidue, Balbisei o nella sede di Lingue. Le letture nn. 5-14 saranno caricate su Aulaweb a corso iniziato, Delle opere saranno caricati i libretti, non i file audio/video, reperibili in commercio o in rete.

Programma e bibliografia sono da intendersi ugualmente per gli studenti frequentanti e per i non frequentanti.

 

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 CFU

  1. U. Curi, Filosofia del Don Giovanni. Alle origini di un mito moderno, Torino, Bollati Boringhieri, 2018, pp. 32-98, 159-210.
  2. R. Raffaelli, Don Giovanni tra antropologia e filologia. Nuove ricerche, Rimini, Guaraldi, 2006, pp. 19-103.
  3. G. Macchia, Vita, avventure e morte di Don Giovanni, Milano, Adelphi, 1995, pp. 33-112, 177-189, 213-229, 305-416.
  4. N. Pirrotta, Don Giovanni in musica, Venezia, Marsilio, 1999 (i capitoli Don Giovanni va all’opera; Don Giovanni nell’opera comica; I più immediati antecedenti di Mozart)
  5. Il convitato di pietra, in Canovacci dell’arte. Canovacci della gloriosa commedia dell’arte italiana raccolti e presentati da Anton Giulio Bragaglia, Torino, Il dramma – SET, 1943, pp. 15-22.
  6. M. Zanobini, Il Don Giovanni Tenorio di Carlo Goldoni. Alle origini di un mito moderno, in «Italian Studies in Southern Africa / Studi d'Italianistica nell'Africa Australe», XXIX, 2, 2016, pp. 1-26.
  7. L. Paesani, I duellanti in Idem, Porta, Bertati, Da Ponte: Don Giovanni con il facsimile del libretto di Nunziato Porta per Praga del 1776, Milano, LED, 2012, pp. 25-53.
  8. Due libretti e registrazioni in CD o DVD di un Convitato di pietra a scelta tra quelli musicati da Giuseppe Gazzaniga, Giacomo Tritto e Giovanni Pacini.
  9. Libretto e registrazione in CD o DVD di W.A. Mozart, Don Giovanni
  10. L. Da Ponte – W.A. Mozart, Don Giovanni, a cura di M. Gurrieri, in W.A. Mozart, Don Giovanni, Programma di sala, Venezia, Teatro La Fenice, 2010, pp. 59-120.
  11. S. Arienta, “Don Giovanni”, una sfida all’ordine costituito nell’Europa della Restaurazione: le manipolazioni di un testo scomodo, in W.A. Mozart, Don Giovanni, Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 2011, pp. 119-135.
  12. R. Mellace, La carriera di un libertino. Metamorfosi contemporanee del mito, ivi, pp. 167-175.
  13. I. Burton, L’archetipo del seduttore, ivi, pp. 177-183.
  14. B.A. Brown, Leporello’s ‘catalogue’ aria: The French connection, in Quinto seminario di filologia musicale. Mozart 2006, a cura di G. Fornari, Pisa, ETS, 2011, pp. 135-176.
  15. S. Kierkegaard, Don Giovanni. La musica di Mozart e l’eros, Milano, Mondadori, 1976 (solo L’idea del Don Giovanni e la musica di Mozart. I. La genialità sensuale come seduzione)
  16. P.A. Sequeri, Eccetto Mozart. Una passione teologica, Milano, Glossa, 2006, pp. 17-32.
  17. J. Saramago – A. Corghi, Il dissoluto assolto, in P. Hindemith, Sancta Susanna – A. Corghi, Il dissoluto assolto, Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 2006, pp. 72-92.
  18. G. Seminara, Genesi di un libretto, ivi, pp. 137-177.
  19. R. Mellace, Musica e letteratura all’alba del Duemila: “Il dissoluto assolto” di José Saramago e Azio Corghi, in Viaggi italo-francesi. Scritti “musicali” per Adriana Guarnieri, a cura di Marica Bottaro e Francesco Cesari, Lucca, LIM, 2020, pp. 463-476.

N.B.: Le letture nn. 1-4 sono disponibili in commercio e presso le Biblioteche Umanistica Balbidue, Balbisei o nella sede di Lingue. Le letture nn. 5-19 saranno caricate su Aulaweb a corso iniziato. Delle opere saranno caricati i libretti, non i file audio/video, reperibili in commercio o in rete.

Programma e bibliografia sono da intendersi ugualmente per gli studenti frequentanti e per i non frequentanti.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento, in presenza presso lo studio del docente in via Balbi 2, IV piano, o via Skype.  

Commissione d'esame

RAFFAELE MELLACE (Presidente)

DAVIDE MINGOZZI

GIADA ROBERTA VIVIANI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, con impiego sistematico di supporti audio/video: CD, DVD, web.

Salvo diversa evoluzione dell'emergenza sanitaria in atto, l'insegnamento verrà tenuto in presenza. 

Sebbene non obbligatoria, la frequenza è fortemente consigliata proprio per la didattica fondata sulla costante esemplificazione audio e video.

Si consiglia vivamente l'iscrizione all'Aulaweb dell'insegnamento, che sarà attivata all'inizio delle lezioni.

INIZIO LEZIONI

Lunedì 15 febbraio

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DRAMMATURGIA MUSICALE (LM)

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

L'esame consisterà nella verifica dei contenuti dell'insegnamento e della bibliografia relativa. Verranno accertate le conoscenze degli autori e del genere drammatico in questione, del contesto storico-culturale, delle opere trattate dall'insegnamento. Nella valutazione si conto, oltre che della conoscenza del programma (argomenti trattati a lezione, letture indicate in bibliografia, materiali a disposizione in aulaweb, le opere a scelta e quelle obbligatorie ), anche della capacità espositiva, dell'utilizzo nel linguaggio disciplinare, della capacità di rielaborazione critica.

ALTRE INFORMAZIONI

Si consiglia vivamente l'iscrizione all'Aulaweb dell'insegnamento, che sarà attivata all'inizio delle lezioni.