LETTERATURE COMPARATE

LETTERATURE COMPARATE

_
iten
Codice
101948
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 2° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) GENOVA

6 CFU al ° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-FIL-LET/14
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LETTERE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La comparazione tra le differenti tradizioni letterarie, europee e occidentali, antiche e moderne, nelle lingue d’origine e nei processi di reciproca traduzione, nel complesso rapporto con i contesti storico culturali di appartenenza, nelle polimorfe relazioni con gli altri linguaggi artistici, definisce un campo di ricerca aperto alla riflessione metodologica, analitica e critica sullo statuto, le mutazioni storiche e le forme del testo letterario

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Lo scopo principale della disciplina consiste nella preparazione delle studentesse e degli studenti alla maturazione di un pensiero personale, storicamente competente ed epistemologicamente consapevole, in relazione ad alcune specifiche, fondanti, problematiche nel campo degli studi umanistici: la complessa e diacronicamente mutevole nozione di letteratura, la non lineare relazione tra teoria e prassi letteraria, le funzioni e le principali metodologie della critica, come modelli di lettura, analisi, interpretazione, ricostruzione, decostruzione o contestualizzazione delle opere. Nella sua dimensione comparatistica, il confronto tra testi appartenenti a lingue, culture e sistemi semiotici differenti definisce, da questa prospettiva, uno strumento privilegiato per l'esercizio della riflessione metodologica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine del corso le studentesse e gli studenti saranno in grado di

  • conoscere le principali metodologie critiche elaborate per definire lo statuto del fenomeno letterario nella sua complessa ricchezza e elaborare modelli di possibili relazioni (storiche, ideologiche e morfologiche) tra testi letterari di differente origine, lingua e poetica, in confronto tra loro e con altri sistemi semiotici (iconici e musicali)
  • applicare le diverse metodologie alla concreta pratica di analisi del testo letterario, sapendo valutare autonomamente la congruenza specifica e la portata euristica della scelta applicativa di un modello critico rispetto alla classe di testi al quale si decide di applicarlo
  • esprimere nella soddisfacente padronanza del linguaggio tecnico, elaborato dalle principali metodologie critiche (dalla retorica antica alla linguistica, dalla narratologia agli studi di genere), le caratteristiche salienti di un testo letterario, incrementando, in questo modo, le proprie capacità di riflessione astratta e abilità argomentativa, sensibile ai contesti
  • dimostrare la consapevolezza storica delle profonde relazioni storiche tra i testi della tradizione occidentale, tanto da un punto di vista tematico che morfologico, proponendo percorsi personali di interpretazione dei fenomeni letterari più contemporanei nel confronto critico con i loro possibili modelli passati

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 60 ore di lezione. Il metodo di insegnamento prevede una stretta e continua interconnessione tra momenti di lezione frontale (nella presentazione delle metodologie analitiche e dei quadri storiografici sinottici) e attività partecipativa delle studentesse e degli studenti (nella discussione critica dei modelli teorici e nella loro applicazione, collettiva e individuale, alla pratica analitica sui testi). La partecipazione attiva alle lezioni risulta per questo molto importante per il pieno conseguimento degli obiettivi di apprendimento.

Come da indicazioni relative all'emergenza sanitaria, il corso si svolgerà utilizzando, per le lezioni, la piattaforma TEAM, negli orari ufficiali, e per i materiali e i contenuti informativi AULAWEB.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il sogno insonne – Istantanee dalla Rivoluzione surrealista

 

Studiando i «meccanismi del sogno senza dormire», perdendosi nei labirinti della «grande notte del corpo umano» (Cocteau), il Surrealismo ha elaborato, sperimentando rivelativi e provocatori metodi di rappresentazione, memori della complessa esperienza delle avanguardie primo-novecentesco, un’idea misteriosa e metamorfica di realtà capace di riproporre alcune delle perturbanti intuizioni del Romanticismo tedesco, offrendo, al contempo, una inesausta lotta politica di libertà. Nella sua dimensione integralmente europea e capace di montare in anarchico montaggio di linguaggi visivi, musicali, cinematografici e letterari, il movimento di Breton si offre come privilegiato caso di studio per comprendere il significato delle pratiche comparative tra le arti in uno spazio mobile e cosmopolita.    

Il corso proporrà, a partire da una ricognizione sulle principali teorie dedicate alla scrittura surrealista e alla relazione tra analisi letteraria e pratiche di indagine psicologica, una lettura morfologica e storiografica di alcune tra opere più significative prodotte dal movimento

  • indagandone le relazioni con le dichiarazioni programatiche dei manifesti 
  • proponendone possibili modelli nelle scritture del Romanticismo, del Simbolismo e delle Avanguardie 
  • studiando le differenti strategie mediale di pubblicazione ed elaborazioe dell'opera
  • analizzando modalità di contaminazione e imitazione tra generi e codici semiotici 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

1. Manuali generali di introduzione allo studio della disciplina

Brugnolo, et alii Le scritture e il mondo. Teorie letterarie del Novecento, Carocci 2016

de Cristofaro, Letterature Comparate, Carocci 2014 

Bertoni Letteratura. Teorie metodi strumenti, Carocci 2018

Boitani, et alii, Guida allo studio delle letterature comparate, Laterza 2013

 

2. Testi teorici relativi agli argomenti trattati durante le lezioni

i testi teorici possono essere letti in edizione originale o nell'edizione italiana indicata, in relazione alle competenze linguistiche delle studentesse e degli studenti

André Breton, Manifesti del Surrealismo, Einaudi 2003

Walter Benjamin, Passagenwerk [ed. it.: I Passages di Paris, Einaudi, 2010]

Michel Foucault, Roussell, Gallimard, 1963

Michel Foucault, Ceci n’est pas une pipe [ed.it.: Questo non è una pipa, SE, 1997]

Sigmund Freud, Traumdeutung, 1900 [ed. it.: L’interpretazione dei sogni, Einaudi 2014]

Francesco Orlando, Per una teoria freudiana della letteratura, Einaudi 1997

 

3. Testi letterari relativi agli argomenti trattati durante le lezioni

i testi letterari devono essere letti in lingua originale [in una qualsiasi edizione critica commentata], aiutandosi eventualmente con l'edizione italiana indicata [altre edizioni possono essere concordate]

La donna, la libertà, l’amore. Un’antologia del surrealismo, Mondadori, 2008

Max Aub, Buñuel [ed. it. Sellerio, 1992]

Louis Aragon, Le paysan de Paris [ed. it. Saggiatore, 1996]

André Breton, Nadja [ed. it. Einaudi, 2007]

André Breton, Anthologie de l’humoir noir, Livre de poche 1984

Leonora Carrington The Seventh Horse and Other Tales [ed. it. Adelphi]

Gerardo Diego, Poesías española, Cátedra, 2007

Max Ernst, Una settimana di bontà, Adelphi 2007

Jiri Kolar, Collages, a cura di Angelo Maria Ripellino, Einaudi, 1976

Federico García Lorca, El publico [ed. it. Einaudi, 2006]

Vitézslav Nezval, La donna al plurale [trad. Giuseppe Dierna], Einaudi, 2002

Raymond Roussel, Locus Solus, Flammarion, 2005

Erik Satie, Quaderni di un mammifero, Adelphi, 1994

Luciano, Storia vera, Adelphi, 2018

Eliodoro, Etiopiche, Utet, 2015

Ovidio, Metamorfosi, Einaudi, 2015

Petronio, Satyricon, Mondadori, 2016

Rojas, Celestina, Garzanti, 2003

Rabelais, Le III Livre [ed. it. in Gargantua e Pantagruele, Einaudi, 2017]

Lope de Vega, Dorotea, Cátedra, 2003

Cervantes, Novelas ejemplares [ed. it. Novelle esemplari, Einaudi, 2002]

Guarini, Il pastor fido, Marsilio, 1999

Andreini, La centaura, FB&C LTD, 2018

Corneille, Illusion comique, Folio, 2017

Flaubert, Bouvard et Pécuchet, Feltrinelli, 2015

Schlegel, Frammenti, Einaudi, 1997

Hofmmann, Prinzessin Brambilla [La principessa Brambilla, Garzanti, 2009]

Joyce, Ulysses [Ulisse, Newton Compton, 2012]

Pasolini, Petrolio, Mondadori, 2017

Foster Wallace, Infinite Jest, Einaudi, 2016

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Si può telefonare (345 4558112) in qualsiasi momento per informazioni sul corso o sull'esame. 

Commissione d'esame

NICOLA FERRARI (Presidente)

CHIARA FORTE

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 60 ore di lezione. Il metodo di insegnamento prevede una stretta e continua interconnessione tra momenti di lezione frontale (nella presentazione delle metodologie analitiche e dei quadri storiografici sinottici) e attività partecipativa delle studentesse e degli studenti (nella discussione critica dei modelli teorici e nella loro applicazione, collettiva e individuale, alla pratica analitica sui testi). La partecipazione attiva alle lezioni risulta per questo molto importante per il pieno conseguimento degli obiettivi di apprendimento.

Come da indicazioni relative all'emergenza sanitaria, il corso si svolgerà utilizzando, per le lezioni, la piattaforma TEAM, negli orari ufficiali, e per i materiali e i contenuti informativi AULAWEB.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno in modalità telematica il martedì 6 ottobre dalle ore 10 alle ore 12 (e proseguiranno il giovedì e il venerdì, sempre allo stesso orario).

Il gruppo Team del corso si chiama Letterature Comparate 20-21.

Il codice per iscriversi è:

https://teams.microsoft.com/l/team/19%3adb7c31d02ad1466da74df8bca035a449%40thread.tacv2/conversations?groupId=e86bba18-2108-47ce-be03-56dbbc6aa5f5&tenantId=6cd36f83-1a02-442d-972f-2670cb5e9b1a

(chi avesse problemi di iscrizione, può chiamarmi in qualsiasi momento: 3454558112)

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

LETTERATURE COMPARATE

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si compone di una parte scritta ed una orale.

La parte scritta consiste l’elaborazione di una tesina di lunghezza congrua all’argomento scelto, concordata in precedenza e discussa con l’insegnante, presentata nella sua forma definitiva almeno una settimana prima dell’appello.

Nella tesina si dovrà applicare, in maniera critica e personale, uno degli approcci metodologici affrontati durante il corso (da scegliere tra i testi teorici della sez. 2 della Bibliografia), per rilevare, descrivere e interpretare i tratti salienti di almeno uno (per i 6 crediti) o almeno due (per i 9 crediti) testi letterari (sez. 3 della Bibliografia)  in maniera da discutere il valore e il significato applicativo dell’approccio metodologico prescelto.

La parte orale, dalla durata di circa quarantacinque minuti, permetterà di discutere criticamente l’elaborato scritto, collocando l’approccio metodologico prescelto nel contesto delle principali metodologie analitiche del Novecento (approfondite con l’aiuto di uno dei manuali indicati nella sez.1 della Bibliografia).

Modalità di accertamento

La valutazione dell’elaborato scritto considererà:

  • la proprietà terminologica dell’analisi [elocutio]
  • la comprensione del modello critico e la capacità di rielaborazione personale dei contenuti studiati [inventio]
  • la riflessione sull’organizzazione formale [dispositio] nella presentazione dei risultati della ricerca
  • l’efficacia della applicazione di un modello analitica alla lettura del testo letterario, nella individuazione dei suoi tratti salienti (morfologici, storici e contenutistici)

La valutazione della discussione orale considererà:

  • le conoscenze generali sui contenuti della disciplina
  • il grado di personale rielaborazione critica dei contenuti
  • la capacità di riflessione astratta e abilità argomentativa, sensibile ai contesti di discorso
  • la coscienza degli imprescindibili rapporti storici tra i testi

ALTRE INFORMAZIONI

Le studentesse e gli studenti non frequentanti devono contattare il docente per concordare un programma personale in modo da raggiungere gli obiettivi specifici di apprendimento in relazione alla specificità del loro corso di studi e delle loro competenze.