ANALISI GEOGRAFICA DEL PAESAGGIO

ANALISI GEOGRAFICA DEL PAESAGGIO

_
iten
Codice
94672
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 1° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-GGR/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso affronta la storia dell'idea del paesaggio nei suoi collegamenti con l’evoluzione della storia della geografia e delle pratiche più direttamente connesse alla sua valorizzazione come patrimonio culturale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si prefigge l’obiettivo di fornire allo studente i principali strumenti messi a disposizione dalla scienza geografica per leggere e interpretare il territorio, il paesaggio e le loro dinamiche. I metodi di analisi e di rappresentazione verranno discussi nell’ambito del quadro epistemologico della geosemiotica e della geografia storica e sociale. Come sottolineava Vallega l’analisi del territorio e del paesaggio deve tenere conto della necessità di realizzare forme di rappresentazione che consentano di comunicare il senso dello spazio per un suo governo responsabile e sostenibile. In tal modo, da un lato, si definiranno ambiti e modalità d’impiego degli strumenti analitici proposti e, dall’altro, sarà possibile attribuire un “senso” alle rappresentazioni del territorio e del paesaggio che essi consentiranno di costruire. Durante il corso il territorio (esemplificato da alcuni casi di studio) non sarà più unicamente “spiegato” come un insieme di elementi e di relazioni; si mostrerà come esso debba essere “compreso”, cogliendone anche quegli aspetti non tangibili che ne fanno un manto di simboli e valori.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si prefigge l’obiettivo di evidenziare i molteplici contenuti attribuiti al paesaggio in dipendenza dei valori e degli interessi rinviati dalla sua proiezione spaziale. Particolare attenzione sarà riservata ai casi di studio in cui si esprime maggiormente la frantumazione del volto del paesaggio nell’età contemporanea e parallelamente della metodologia con cui viene studiato e salvaguardato

PREREQUISITI

Non sono richiesti requisiti specifici

Modalità didattiche

Lezioni frontali integrate da escursioni sul terreno

PROGRAMMA/CONTENUTO

La definizione del paesaggio;

I diversi attributi del paesaggio;

I modelli interpretativi del paesaggio nella geografia;

L’approccio ai paesaggi: casi di studio;

Le tecniche d’analisi e di valutazione della qualità del paesaggio;

La valutazione dell’impatto sul paesaggio causato dalle politiche territoriali    

TESTI/BIBLIOGRAFIA

 

Durante il corso il docente fornirà via via, mediante aulaweb, il materiale didattico necessario alla preparazione dell'esame.

 

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il  Ricevimento Studenti (Giovedì 9-11 o in altro giorno e/o in altro orario da concordare con il docente) è in remoto (codice TEAMS: eyutwl7). Per l'emergenza COVID il ricevimento in presenza è solo su appuntamento (mail)

Commissione d'esame

CARLA PAMPALONI (Presidente)

REBEKKA DOSSCHE

PIETRO PIANA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali integrate da escursioni sul terreno

INIZIO LEZIONI

15 febbraio 2021

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ANALISI GEOGRAFICA DEL PAESAGGIO

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame sarà in forma orale

Modalità di accertamento

Le modalità di accertamento  del grado di apprendimento raggiunto dallo studente durante l'esame finale in forma di colloquio orale tiene conto della seguente scala di valore:

- l'esame sarà valutato con voti tra l'ottimo (28-29) e l'eccellente (30 e 30 con lode) qualora lo studente attraverso la padronanza concettuale e la chiarezza espositiva dimostri di avere compreso a fondo i temi trattati a lezione e di sapere identificare i rapporti tra la pratica politica e il sapere geografico configurati dalla teoria geopolitica;

- l'esame sarà valutato con voti tra buono (25-27) e soddisfacente (23-24) qualora lo studente con linguaggio corretto ma non sempre appropriato riveli una comprensione non approfondita dei temi trattati;

- l'esame sarà valutato sufficiente (18-22) qualora lo studente con modalità espressive non appropriate e chiare riveli una preparazione complessivamente approssimativa.

- l'esame sarà valutato negativamente qualora lo studente riveli profonde lacune formative.