METODOLOGIA DELLA RICERCA STORICO - ARTISTICA (LM)

METODOLOGIA DELLA RICERCA STORICO - ARTISTICA (LM)

_
iten
Codice
65061
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 1° anno di 8467 STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO (LM-89) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 9918 LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO (LM-14) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ART/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento fornisce le conoscenze per una riflessione sulla disciplina storico-artistica attraverso l’analisi dei diversi orientamenti critici e delle personalità che ne hanno animato il dibattito dal Cinquecento a oggi. Sarà prestata, in dettaglio, particolare attenzione all’affermarsi della figura dell’artista anche come scrittore sulle arti e autore di trattati sulle tecniche impiegate nelle varie attività di bottega.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento si pone l’obiettivo di approfondire specifici aspetti della metodologia di ricerca storico artistica e alcuni aspetti della museologia e del collezionismo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle attività formative previste (lezioni frontali) consentiranno allo studente di acquisire le conoscenze generali necessarie per affrontare studi nel campo della storia dell'arte, della storia della critica d'arte e della storia della letteratura artistica. .

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

  • conoscere i lieneamenti della storia della storia dell’arte, a partire dal Rinascimento
  • riconoscere e valutare criticamente  gli strumenti di cui lo storico dell’arte dispone, dalle fonti alle moderne tecnologie.

Uno spazio specifico sarà dedicato alla didattica della disciplina.

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento è necessaria una buona conoscenza della storia dell'arte del Medio Evo e dell'età Moderna

Modalità didattiche

L’insegnamento è costituito da lezioni frontali.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali  costituite anche da materiali inediti. Per questo motivo la frequenza è fortemente consigliata. Alla fine di ogni parte del programma sono previsti discussioni in aula di autovalutazione dell’apprendimento.

 

Per il primo semestre, le lezioni saranno effettuate possibilmente in presenza, garantendo comunque la fruizione delle lezioni anche a distanza, mediante videoregistrazione, sincrona o asincrona. Le esercitazioni di laboratorio saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con più turni.

Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma del corso prevede la presentazione e la discussione dei seguenti argomenti:

  • Gli strumenti della ricerca storico-artistica: le fonti, la documentazione d'archivio, la documentazione figurativa, la storiografia, i dati provenienti dall'analisi tecnico-scientifica e dal restauro.
  • La storia della storiografia artistica da Giorgio Vasari al Novecento
  • Percorsi della ricerca storico-artistica con particolare riguardo per le problematiche concernenti la periodizzazione, la definizione degli stili, l'individuazione delle tecniche esecutive, l'esame dei processi di produzione, di circolazione dei manufatti e di collezionismo. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

A. Cerasuolo, Diligenza e prestezza: la tecnica nella pittura e nella letteratura artistica del Cinquecento, Firenze, Edifir, 2014;
G.C. Sciolla, La critica d’arte del Novecento, Torino, Utet,1995;
La storia delle storie dell’arte, a cura di O. Rossi Pinelli, Torino, Piccola Biblioteca Einaudi, 2014;

M. Cardinali, Dalla Diagnostica Artistica alla Technical Art History. Nascita di una metodologia della storia dell'arte (1874-1938), Firenze, Nardini, 2020.


 

Durante lo svolgimento del corso verranno inoltre suggerite altre letture di approfondimento

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: La docente riceverà su appuntamento (concordato via email) presso il DIRAAS. Indirizzo: via Balbi 4, V piano. 

Ricevimento: La docente riceverà presso il DIRAAS, Indirizzo: via Balbi 4, III piano. L'orario di ricevimento sarà comunicato non appena verrano confermati gli orari delle lezioni.

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento è costituito da lezioni frontali.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali  costituite anche da materiali inediti. Per questo motivo la frequenza è fortemente consigliata. Alla fine di ogni parte del programma sono previsti discussioni in aula di autovalutazione dell’apprendimento.

 

Per il primo semestre, le lezioni saranno effettuate possibilmente in presenza, garantendo comunque la fruizione delle lezioni anche a distanza, mediante videoregistrazione, sincrona o asincrona. Le esercitazioni di laboratorio saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con più turni.

Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

INIZIO LEZIONI

Martedì 6 ottobre 2020

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in una prova orale.

Essa consiste nella risposta a domande poste dal docente su argomenti trattati durante l'insegnamento e al commento di passi tratti dalle fonti o da testi critici presi in esame nel corso delle lezioni.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni.L'accertamento avverrà attraverso un esame orale che verificherà: la conoscenza e la comprensione della bibliografia; la capacità di creare collegamenti tra gli argomenti affrontati; la capacità critica e di riflessione personale. 

Il metodo di valutazione dell’accertamento del grado di apprendimento raggiunto tiene conto della seguente scala di valore:

1. nel caso in cui lo studente, attraverso una padronanza espressiva, dimostrerà di aver profondamente compreso i testi proposti, le periodizzazioni affrontate e le tematiche presentate a lezione attraverso una visione organica, l’esame sarà valutato con voti tra l’ottimo e l’eccellente (da 28 a 30 con lode);

2. una conoscenza esclusivamente mnemonica (quindi priva di una profonda comprensione), l’analisi superficiale e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a una valutazione compresa tra buono (25-27) e soddisfacente (23-24);

3. una conoscenza approssimativa, una comprensione superficiale e modalità espressive non appropriate potranno essere considerate sufficienti (18-22);

4. lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all’interno dei materiali bibliografici e delle tematiche presentate a lezione saranno valutate negativamente.