ETICA (LM)

ETICA (LM)

_
iten
Codice
65018
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-FIL/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (METODOLOGIE FILOSOFICHE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’etica filosofica non è solo studio, analisi, critica dei costumi e delle istituzioni storicamente tramandate, ma è soprattutto ricerca razionalmente fondata del bene, orientata alla prassi e alla formazione di giusti legami. È tensione dell’essere mortale all’eterno nei distinti ma non irrelati modi di vita: estetico, economico, politico, filosofico, religioso, scientifico. È sapienza della buona morte. In breve: è fenomenologia dell’eterno nel tempo dell’esistenza mortale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo dell'insegnamento è favorire l'interrogazione critica sul luogo aporetico dell'etica nell'inizio greco della filosofia e sull'etica come 'filosofia prima' nelle correnti più vitali del pensiero moderno e contemporaneo. Promuovere lo studio dell'intera tradizione platonico-aristotelica e l'indagine dei nessi etica-metafisica, etica-ontologia, etica-linguaggio, etica-religione, etica-politica, etica-storia da Kant ai nostri giorni. Concorrere alla formazione di personalità autonome, dotate di spirito critico e creativo, capaci d'orientarsi in ogni ambito della vita pubblica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà mostrare d’avere acquisito e di saper correttamente impiegare il lessico di base della disciplina; d’averne assimilato in forma critica e personale i concetti fondamentali; d’essere in grado di discuterne in modo originale i contenuti, le linee evolutive, i problemi permanenti.

 

Modalità didattiche

Lezione frontale 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 6 CFU

Etica, prospettiva, verità nel pensiero moderno

Il modulo affronta il tema del prospettivismo filosofico nel pensiero moderno. Si tratta di una linea speculativa che, da Cusano a Leibniz e a Nietzsche, intrecciandosi col problema dell'etica della verità, mette a tema la parzialità e la finitudine dell'umano attingimento del vero, sempre legato a un punto di vista ma anche potenzialmente aperto alla comunicazione e all'inesausta ulteriorità del conoscere e dell'agire. 

Programma per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 9 CFU

Parte I: Il modulo affronta il tema del prospettivismo filosofico nel pensiero moderno. Si tratta di una linea speculativa che, da Cusano a Leibniz e a Nietzsche, intrecciandosi col problema dell'etica della verità, mette a tema la parzialità e la finitudine dell'umano attingimento del vero, sempre legato a un punto di vista ma anche potenzialmente aperto alla comunicazione e all'inesausta ulteriorità del conoscere e dell'agire. 

Parte II: Figure del tragico tra etica e psicoanalisi: Prometeo e Antigone

Il modulo affronterà due figure della letteratura legate al tragico, ossia Prometeo e Antigone, muovendo dalla più classica prospettiva filosofica e investendo, nell'ultima parte, la grande ermeneutica psicoanalitica del Novecento, in particolare Jacques Lacan. Il modulo si avvarrà della collaborazione del prof. D. Venturelli e del dott. Roberto Gennaro. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 6 CFU

N. Cusano, La visione di Dio, Studium, Roma 2014.

G.W. Leibniz, Monadologia, Bompiani, Milano 2001.

(Si consiglia per la comprensione del problema della prospettiva: R. Celada Ballanti, Filosofia del dialogo interreligioso, Morcelliana, Brescia, 2020).

 

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l’insegnamento per 9 CFU

N. Cusano, La visione di Dio, Studium, Roma 2014.

G.W. Leibniz, Monadologia, Bompiani, Milano 2001.

(Si consiglia per la comprensione del problema della prospettiva: R. Celada Ballanti, Filosofia del dialogo interreligioso, Morcelliana, Brescia, 2020).

I testi d'esame del secondo modulo, per la parte relativa a Prometeo saranno indicati dal docente a lezione. Si tratterà di pagine scelte di autori contemporanei - Marx, Nietzsche, Weil, Jaspers. Per la parte relativa ad Antigone, il testo di riferimento è: J. Lacan, Il seminario. Libro VII. L’etica della psicoanalisi (1959-1960), a cura di A. Di Ciaccia, Einaudi, 2008, pp. 281-334. È consigliata la lettura dell’Antigone di Sofocle in Id., Edipo re - Edipo a Colono -Antigone. Testo greco a fronte, Mondadori, Milano 2017, pp. 256-345. 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Giovedì 15-16 (DAFIST, Sez. Filosofia,V. Balbi 4, II p.)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale 

INIZIO LEZIONI

Martedì 23 febbraio 2021

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si svolge in forma orale, dialogica, e verte principalmente su autori e testi, temi e problemi affrontati nel corso delle lezioni. La compilazione di tesine scritte è facoltativa e non sostituisce in nessun caso la prova orale.

Modalità di accertamento

Nella valutazione finale sono presi in considerazione:

il livello d’apprendimento del lessico e delle nozioni basilari della disciplina; il livello di comprensione dei testi filosofici e la capacità d’inserirli nel loro contesto storico per un verso, d’individuarne il significato sovra-storico per l’altro; la capacità di argomentare criticamente e di prospettare in forme innovative e personali le domande permanenti e i problemi fondamentali dell’etica.   

ALTRE INFORMAZIONI

È raccomandata la frequenza alle lezioni e il rapporto diretto col docente.