STORIA DEGLI ANTICHI STATI ITALIANI (LM)

STORIA DEGLI ANTICHI STATI ITALIANI (LM)

_
iten
Codice
84367
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 1° anno di 9917 SCIENZE STORICHE (LM-84) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 9918 LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO (LM-14) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-STO/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE STORICHE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso mira ad approfondire i temi e i problemi dell'età moderna in relazione al contesto spaziale della nostra penisola, dove le vicende storiche contribuirono a definire un certo assetto politico-istituzionale e un certo quadro socio-economico. Le conoscenze di base costituiranno il punto di partenza per sviluppare delle riflessioni sul panorama preunitario che mettano in risalto le differenze tra le varie aree, ma che al contempo stimolino la ricerca delle forti interconnessioni sistemiche

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

ll corso ha lo scopo di approfondire i temi e i problemi legati alla storia della penisola italiana e dei suoi Stati durante i secoli dell’antico regime, attraverso la definizione e la discussione delle diverse tradizioni storiografiche. I vari aspetti di natura politico-istituzionale, socio-economica e culturale saranno esaminati con un approccio diacronico e seguendo percorsi specifici per le diverse realtà statuali. Esercitazioni dirette sulle fonti verranno proposte al fine di stimolare un approccio critico e di comprendere l’effettivo svolgimento dei percorsi storiografici in materia

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi che l'insegnamento si prefigge sono tre:

1) far conoscere agli studenti la storia degli antichi Stati italiani, sullo sfondo della più generale storia moderna che hanno già studiato (a diversi livelli) nelle scuole superiori e nel primo ciclo universitario

2) far riflettere sulla similarità (e sulle specificità) che una comparazione tra le vicende degli antichi Stati italiani e quelle degli altri Stati europei degli stessi secoli può mettere in luce

3) far apprendere le tradizioni storiografiche dei vari contesti statuali e presentare il panorama delle fonti sulle quali si basano

PREREQUISITI

Conoscenze di base della storia italiana tra XV e XVIII secolo

Modalità didattiche

Lezioni frontali miranti a fornire un quadro generale della storia della penisola italiana in chiave diacronica tra il tardo Medioevo e la fine dell'ancien régime e per approfondire la storia dei singoli Stati. Seminari con l'utilizzo delle fonti per approfondire gli aspetti tematici.

L'insegnamento verrà svolto, indicativamente tra settembre e dicembre, in modalità telematica, sulla piattaforma Microsoft Teams: il codice del team è lk198ky

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Un profilo storico dell'Italia moderna tra le guerre d'Italia e la fine dell'antico regime.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Un profilo storico dell'Italia moderna tra le guerre d'Italia e la fine dell'antico regime.

Un approfondimento sulle guerre d'Italia (1494-1559) e sulle ricadute interne alla penisola

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il manuale di base, per la preparazione del primo modulo, è quello di G. Greco, M. Rosa, Storia degli antichi Stati italiani, Laterza, Roma-Bari (gli studenti frequentanti potranno sostituire questo libro con gli appunti delle lezioni)

Inoltre, per un ripasso della storia relativa all'Italia moderna, si consiglia ai non frequentanti la lettura del manuale di Storia moderna di Carlo Capra (Mondadori), capitoli 6, 9, 13, 21 (nella terza edizione del libro i capitoli sono diventati 7, 10, 14, 22). Agli studenti frequentanti questa parte verrà sottoposta durante le lezioni, e all'esame potranno usare i loro appunti.


Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu:

PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI:

G. Greco, M. Rosa, Storia degli antichi Stati italiani, Laterza, Roma-Bari (o in alternativa gli appunti delle lezioni)

M. Pellegrini, Le guerre d'Italia (1494-1530), il Mulino, Bologna

G. Alfani, Il Grand Tour dei Cavalieri dell'Apocalisse. L'Italia del "lungo Cinquecento" (1494-1629), Marsilio, Venezia (un approfondimento a scelta tra i capitoli "guerra", "carestia", "peste")

 

PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI:

G. Greco, M. Rosa, Storia degli antichi Stati italiani, Laterza, Roma-Bari

I capitoli indicati sopra del manuale di Storia moderna di Carlo Capra (Mondadori)

M. Pellegrini, Le guerre d'Italia (1494-1530), il Mulino, Bologna

G. Alfani, Il Grand Tour dei Cavalieri dell'Apocalisse. L'Italia del "lungo Cinquecento" (1494-1629), Marsilio, Venezia

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: lunedì 11-13 giovedì 11-13 Nel I semestre il ricevimento si svolgerà per via telematica, sulla piattaforma Microsoft Teams (codice gruppo: bc63cej), salvo accordi con il docente per incontri su appuntamento nello studio di via Balbi 6

Commissione d'esame

PAOLO CALCAGNO (Presidente)

LUCA LO BASSO

EMILIANO BERI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali miranti a fornire un quadro generale della storia della penisola italiana in chiave diacronica tra il tardo Medioevo e la fine dell'ancien régime e per approfondire la storia dei singoli Stati. Seminari con l'utilizzo delle fonti per approfondire gli aspetti tematici.

L'insegnamento verrà svolto, indicativamente tra settembre e dicembre, in modalità telematica, sulla piattaforma Microsoft Teams: il codice del team è lk198ky

 

INIZIO LEZIONI

28 settembre 2020

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

STORIA DEGLI ANTICHI STATI ITALIANI (LM)

ESAMI

Modalità d'esame

Orale: una o più domande sul testo del primo modulo (Greco-Rosa), eventualmente integrate da domande sulla storia generale della penisola italiana descritta nei capitoli del manuale di Carlo Capra (nel caso dei frequentanti il colloquio potrebbe vertere sui contenuti delle lezioni); a seguire una o più domande sui testi assegnati per la preprazione del secondo modulo.

Modalità di accertamento

Nell’esame, che si svolgerà in forma orale, verranno proposti all’esaminando/a uno o più argomenti specifici contenuti nei testi indicati. Si richiederà all’esaminando/a di illustrare tali argomenti con spirito critico, in modo corretto e articolato, e usando un linguaggio appropriato; si verificherà anche la sua capacità di stabilire nessi significativi con altri temi trattati nel medesimo testo o affrontati durante le lezioni (nel caso dei frequentanti)

ALTRE INFORMAZIONI

Non ci sono altre informazioni, ma il docente è sempre a disposizione attraverso la posta elettronica (paolo.calcagno@unige.it)