INTRODUZIONE ALL'ERPETOLOGIA

INTRODUZIONE ALL'ERPETOLOGIA

_
iten
Codice
34041
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
2 cfu al 2° anno di 10589 CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA (LM-60) GENOVA

2 CFU al 2° anno di 9916 SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI (L-32) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

INTRODUZIONE ALL'ERPETOLOGIA è un corso a scelta di 2 CFU di argomento zoologico. Tratta le principali caratteristiche degli anfibi e rettili e approfondisce le loro strategie riproduttive comprese le cure parentali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Lo scopo principale dell’insegnamento è quello di fornire agli studenti conoscenze introduttive sulle caratteristiche evolutive degli anfibi e rettili attualmente viventi. Saranno approfondite le modalità di fecondazione e le strategie riproduttive dei diversi gruppi. Le attività di laboratorio pratico si prefiggono di far acquisire allo studente conoscenze di base sui caratteri morfologici che permettono il riconoscimento a livello di specie degli anfibi e rettili presenti in Liguria.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La partecipazione attiva alle attività formative proposte (lezioni frontali, visite tecniche e attività in laboratorio) insieme allo studio individuale consentiranno allo studente di

- conoscere le principali caratteristiche anatomiche dei gruppi di anfibi e rettili viventi

- conoscere le principali relazioni filogenetiche degli anfibi e rettili

- conoscere le principali strategie riproduttive degli anfibi e rettili:  fecondazione esterna, fecondazione interna, struttura dell’uovo e degli apparati riproduttori

- conoscere i principali  comportamenti di cure parentali: difesa attiva e passiva delle uova e dei piccoli, trasporto e nutrizione dei piccoli, cova delle uova

- conoscere i metodi di conservazione museale di anfibi e rettili

- applicare le conoscenze acquisite durante i laboratori per determinare a livello di specie gli anfibi e rettili della Liguria

PREREQUISITI

Sono necessarie per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento le seguenti conoscenze di base:

  • nomenclatura e sistematica zoologica
  • anatomia dei rettili
  • anatomia degli anfibi
  • conoscenza del funzionamento delle chiavi dicotomiche per il riconoscimento

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di circa 12 ore, di una parte di laboratorio pratico 4-5 ore, e di una visita tecnica per u n totale di 18/20 ore. La frequenza a lezioni e attività pratiche non è obbligatoria. Il laboratorio è tenuto dal docente titolare dell’insegnamento.  Nella parte pratica di laboratorio, gli studenti lavoreranno a singoli o a coppie con a disposizione uno stereoscopio binoculare e copie personali delle chiavi dicotomiche di riconoscimento (queste ultime fornite dal docente). Ogni determinazione è immediatamente confermata dai docenti. L’organizzazione e le date di svolgimento delle attività di laboratorio sono comunicate direttamente dal docente tramite Aul@web. La visita tecnica è condotta dal docente incaricato.

Le esercitazioni di laboratorio saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con più turni.

Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Lezioni frontali

  • Introduzione al corso (struttura e contenuti del corso; Aul@web e risorse; importanza delle visite tecniche e dei laboratori; modalità di esame)
  • Concetti di sistematica e di evoluzione degli anfibi e rettili
  • Riproduzione sessuale interna ed esterna
  • Strategie riproduttive: protezione attiva e passiva delle uova e dei piccoli; trasporto delle uova e dei piccoli, alimentazione dei piccoli; cova delle uova
  • Gli anfibi e rettili della Liguria: evoluzione e caratteristiche

Visite tecniche

  • Visita alla sezione erpetologica del Museo di Storia Naturale di Genova (conservazione di anfibi e rettili a scopo espositivo e di studio)

Laboratori

  • riconoscimento e determinazione delle specie di anfibi erettili della Liguria

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le presentazioni mostrate in aula sono a disposizione degli studenti su Aul@web, così come altro materiale didattico non coperto da copyright. I volumi consigliati per gli approfondimenti sono disponibili presso la biblioteca di Scuola. Durante i laboratori le chiavi di riconoscimento sono fornite agli studenti dal docente.

Testi consigliati

Zoologia dei Vertebrati. Pough, Janis e Heiser (2001). CEA Casa Editrice Ambrosiana

Biology of amphibians. Diuellman, Trueb, (1994). McGraw Hill Publishing.

Herpetology: An Introductory Biology of Amphibians and Reptiles. Vitt, Caldwell (2013). Academic Press.

The Ecology and Behavior of Amphibians. Wells (2007). University of Chicago, Press.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento avverrà su piattaforma Teams. Per non sovrapporsi alle lezioni l'orario è stabilito tutti i  martedì dalle 13,30 alle 14,00.  

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di circa 12 ore, di una parte di laboratorio pratico 4-5 ore, e di una visita tecnica per u n totale di 18/20 ore. La frequenza a lezioni e attività pratiche non è obbligatoria. Il laboratorio è tenuto dal docente titolare dell’insegnamento.  Nella parte pratica di laboratorio, gli studenti lavoreranno a singoli o a coppie con a disposizione uno stereoscopio binoculare e copie personali delle chiavi dicotomiche di riconoscimento (queste ultime fornite dal docente). Ogni determinazione è immediatamente confermata dai docenti. L’organizzazione e le date di svolgimento delle attività di laboratorio sono comunicate direttamente dal docente tramite Aul@web. La visita tecnica è condotta dal docente incaricato.

Le esercitazioni di laboratorio saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con più turni.

Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si svolgono nel secondo semestre e avranno inizio a partire dal 22 Febbraio 2021 e termineranno entro l'11 Giugno 2021.

Consultare orario dettagliato al seguente link: https://easyacademy.unige.it/portalestudenti/

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

INTRODUZIONE ALL'ERPETOLOGIA

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è unico ma si compone di una prova orale (discussione degli argomenti del programma) e una prova scritta (tre domande a risposta aperta inerenti al programma).

Saranno disponibili 2 appelli di esame per la sessione invernale (metà gennaio- febbraio) e 5  appelli per la sessione estiva (giugno, luglio e settembre). Non verranno concessi appelli straordinari al di fuori dei periodi indicati nel regolamento del Corso di studio, fatta eccezione per gli studenti fuori corso.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

 

Modalità di accertamento

Le modalità di preparazione per l’esame sono esplicitati nella prima lezione introduttiva, che è disponibile come tutte le altre su Aul@web. Inoltre in aula al termine dei principali argomenti, il livello di comprensione degli studenti è verificato con l’uso di questionari on-line realizzati tramite la piattaforma Kahoot. Poiché la partecipazione degli studenti è anonima, si tratta principalmente di una autovalutazione; il docente è però in grado di rilevare le tendenze generali e chiarisce in aula eventuali problematicità.  La prova scritta è propedeutica all’orale ma non selettiva (tutti gli studenti che sostengono lo scritto sono ammessi all’orale). L’esame orale verterà sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare non soltanto se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma anche se ha acquisito la capacità di collegare tra loro i diversi argomenti fornendo una interpretazione unitaria dell’argomento discusso.