CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI

CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI

_
iten
Codice
95072
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 2° anno di 10589 CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA (LM-60) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/12
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Verranno impartiti i concetti di base ed avanzati della chimica dell'ambiente e dell'impatto ambientale degli inquinanti naturali o derivanti da sorgenti antropiche, dei meccanismi di contaminazione ambientale e delle modalità di circolazione degli inquinanti nei diversi comparti degli ecosistemi.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Comprendere i concetti di base dei cicli biogeochimici di diverse classi di composti naturali e di inquinanti e delle problematiche connesse al loro controllo nelle diverse matrici ambientali. In questo contesto, saranno anche trattati alcuni aspetti della legislazione vigente e delle tecniche di monitoraggio.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

.

PREREQUISITI

Non sono richieste propedeuticità, ma lo studente deve possedere conoscenze di base di chimica generale e di chimica organica.

Modalità didattiche

L'insegnamento si sviluppa attraverso lezioni frontali .

Le lezioni frontali in aula sono erogate tramite anche l'ausilio di  presentazioni multimediali

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Atmosfera e chimica dell’atmosfera: Reazioni chimiche nella troposfera e nella stratosfera; Ruolo dell’ozono nella stratosfera e ciclo di Chapman ; Classi di  inquinanti atmosferici; Monitoraggio atmosferico.

Idrosfera e chimica delle acque: Caratteristiche delle acque naturali; Monitoraggio e valutazione della qualità delle acque;  Acque reflue;

Litosfera e chimica dei suoli: Caratteristiche dei suoli e dei sedimenti;  Monitoraggio e valutazione della qualità dei suoli; Cenni sulla bonifica dei suoli

TESTI/BIBLIOGRAFIA

 A supporto sono fornite su Aulaweb agli studenti le diapositive proiettate durante le lezioni e alcune  dispense di approfondimento. 

C. Baird, M.Cann “Chimica Ambientale”, Zanichelli Editore.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento:  Il ricevimento degli studenti avviene per appuntamento, concordato direttamente con il docente telefonicamente, per mail (paola.rivaro@unige.it) o via aulaweb.

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento si sviluppa attraverso lezioni frontali .

Le lezioni frontali in aula sono erogate tramite anche l'ausilio di  presentazioni multimediali

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

 

INIZIO LEZIONI

Le  lezioni  avranno inizio a partire dal 3 marzo 2021 e avranno termine entro il 11 Giugno 2021.

Consultare orario dettagliato al seguente link: https://easyacademy.unige.it/portalestudenti/

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in una prova orale. I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti durante la prima lezione e ribaditi alla conclusione dell'insegnamento. Saranno disponibili 2 appelli nella sessione invernale e 5 nella sessione estiva-autunnale.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

Modalità di accertamento

L'esame orale è sempre condotto da due docenti di ruolo ed ha una durata di almeno 20 minuti e verte sugli argomenti trattati durante le lezioni. Con queste modalità, la commissione è in grado di verificare con elevata accuratezza il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento ponendo domande diversificate inerenti al programma. Sarà anche valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta. Quando gli obiettivi formativi non sono raggiunti, lo studente è invitato ad approfondire le sue conoscenze e ad avvalersi eventualmente di ulteriori spiegazioni da parte del docente titolare.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza regolare alle lezioni è fortemente raccomandata.