RILEVAMENTO CARTOGRAFIA E MONITORAGGIO DI FLORA E VEGETAZ. - MOD. 2

RILEVAMENTO CARTOGRAFIA E MONITORAGGIO DI FLORA E VEGETAZ. - MOD. 2

_
iten
Codice
95071
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
7 cfu al 1° anno di 10589 CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA (LM-60) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA)
periodo
Annuale
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il modulo 2 illustra i metodi fondamentali per identificare, cartografare e monitorare tipi di vegetazione e di habitat su basi principalmente fisionomico-strutturali e fitosociologiche, nonché per rilevare e monitorare la componente fungina. Definisce caratteri e metodi della cartografia della vegetazione; i metodi di rilevamento e le tecniche di realizzazione delle carte di base e derivate. Fornisce informazioni su sistemi di classificazione degli habitat ed esempi di studio degli habitat.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'insegnamento si propone di fornire le basi per l’applicazione dell’attuale legislazione ambientale che presuppone la conoscenza dei principali habitat naturali e seminaturali e delle specie vegetali tutelate a livello europeo, nazionale e regionale. Il corso fornisce le conoscenze essenziali per rilevare habitat e specie vegetali ed eseguire azioni di monitoraggio finalizzate a garantire nel tempo la loro gestione e la loro corretta conservazione. Il corso illustra inoltre metodi fondamentali per identificare i diversi tipi di vegetazione su basi fisionomico-strutturali o fitosociologiche. Definisce i caratteri e i metodi della cartografia della vegetazione: tipologie principali; metodi di rilevamento e tecniche per la realizzazione; applicazioni; carte derivate.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi sono perseguiti attraverso una prima parte di lezioni frontali e un'ampia parte di esercitazioni e lavori di gruppo sia sul campo sia in aula in modo da far acquisire padronanza delle tecniche di identificazione, rilevamento e cartografia.

Modalità didattiche

Lezioni frontali; visite ed esercitazioni in campo con attività di identificazione, inventario e rilevamento; lavori di gruppo con la supervisione del docente attraverso incontri di assistenza al lavoro e di revisione degli elaborati cartografici intermedi.

Per il primo semestre, le lezioni saranno effettuate possibilmente in presenza, garantendo comunque la fruizione delle lezioni anche a distanza, mediante videoregistrazione, sincrona o asincrona. Le esercitazioni saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con più turni.

Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Rilevamento e Cartografia della vegetazione

1)  Introduzione: A) Generalità di cartografia (cartografia tradizionale, dinamica, in ambiente GIS). B) Generalità sulla vegetazione: a) struttura, fisionomia e tessitura della vegetazione; b) vegetazione originaria, potenziale naturale, attuale, relitta, azonale, extrazonale, zonale; c) processi dinamici della vegetazione (crono- e topo- sequenze, successione e serie, potenzialità e climax); d) definizioni fitosociologiche e sinfitosociologiche (aggruppamento, associazione, comunità vegetale, facies, fase, formazione, frammento, geosigmeto, mantello, orlo, razza geografica, sigmeto, sinusia, stadio, stadio preforestale, unità ambientale, variante, zonazione).

2) Approcci e metodi di rilevamento e classificazione della vegetazione. A) Metodo fitosociologico e altri metodi; transects e gradsects; plot permanenti.  B) Sintassonomia fitosociologica e altri sistemi gerarchici di classificazione della vegetazione. C) Le serie di vegetazione in Italia e in Liguria.

3) Metodi di rilevamento cartografico della vegetazione degli habitat. A) Tipi di carte della vegetazione (attuale e potenziale; di base e derivate). B). Metodi di realizzazione cartografica: a) La scala operativa e la scala nominale, gli obiettivi e la scelta del metodo; b) telerilevamento e rilevamento in campo. c) cenni di fotointerpretazione della copertura vegetale; principali piattaforme, fonti fotografiche e software impiegati nella fotointerpretazione; d) piani operativi di cartografia della vegetazione. C)  Aspetti applicativi della cartografia della vegetazione: a) carte della artificialità/naturalità/emerobia, b) carte della qualità; c) carte della sensibilità/resilienza/vulnerabilità; d) carte del rischio in rapporto a differenti minacce; e) carte del degrado/stato di conservazione; f) carte della compatibilità e suscettività d’uso; g) carte diverse di funzionalità ecosistemica. D)  Rilevamenti e cartografie particolari: a) esecuzione di transetti e loro rappresentazioni; b) rappresentazione cartografica diacronica di plot permanenti; c) relazioni fra vegetazione e paesaggio.  E) Analisi dei prodotti cartografici: a) elaborazioni statistiche relative alle unità cartografate (superfici, perimetri, indici di forma, altri indici); b) rielaborazioni delle unità cartografate a fini statistici.

Monitoraggio degli habitat

1) Definizioni e classificazioni. A) Definizione degli habitat in ambito scientifico e normativo (ai sensi della direttiva europea 43/92): a) habitat naturali e habitat di specie; b) dimensione e visione multiscala degli habitat (micro-, meso- e macro-habitat; mosaici e aspetti misti); B) Classificazioni gerarchiche degli habitat (CORINE, PALAEARCTIC, EUNIS); C) rapporti fra classificazioni di habitat e sintassonomia della vegetazione; D) i manuali di interpretazione degli habitat: a) comunitario, b) nazionali; c) regionali.
2) Gli habitat della rete natura 2000 a scala sovranazionale, nazionale e regionale (esempi). A) Generalità: a) regioni biogeografiche e distribuzione geografica degli habitat; b) specie guida; c) habitat elementari e riferimenti fitosociologici;  d) aspetti dinamici e potenzialità; tecniche di identificazione. B) Tecniche: a) identificazione; b) valutazione dello stato conservativo; c) metodi di monitoraggio; d) indicatori e indici per il monitoraggio. C) Categorie di habitat: a) marini e costieri; b) di acqua dolce; c) lande, macchie, garighe e praterie; d) torbiere e altri tipi di zone umide; e) habitat rupestri; f) habitat forestali; g) habitat di specie (non All. 1 DIr. 43/92).

Monitoraggio della componente fungina

Tecniche di rilevamento; metodi e strategie di monitoraggio della componente fungina (macro e microfunghi) in ambiti e comparti diversi (foresta, ambiente acquatico, aria, ambiente sinantropico, sedimenti, suolo, lettiera, ecc.). Plot permanenti in ambiti diversi. Stime quali-quantitative.

Esercitazioni.

1 Prove in campo. A) rilevamento fitosociologico. B) Rilevamento cartografico della vegetazione. C) Osservazioni sui processi dinamici della vegetazione. D) Censimento e rilevamento cartografico degli habitat. E) Rilevamento micocenologico.

2. Elaborazioni cartografiche in ambiente GIS. A) Basi topografiche e documenti cartografici rielaborabili. B) Unità cartografabili. C) Definizione della legenda e delle sigle. D) Struttura dei dati e digitalizzazione. E) Modalità di redazione di bozze e disegno dei layout. F) Verifiche degli elaborati.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Appunti forniti dal docente.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente.

Ricevimento: Gli studenti vengono ricevuti dopo aver prenotato un appuntamento per telefono o via e-mail.

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali; visite ed esercitazioni in campo con attività di identificazione, inventario e rilevamento; lavori di gruppo con la supervisione del docente attraverso incontri di assistenza al lavoro e di revisione degli elaborati cartografici intermedi.

Per il primo semestre, le lezioni saranno effettuate possibilmente in presenza, garantendo comunque la fruizione delle lezioni anche a distanza, mediante videoregistrazione, sincrona o asincrona. Le esercitazioni saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con più turni.

Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

INIZIO LEZIONI

21 settembre 2020-22 gennaio 2021   e 15 febbraio 2021-11 giugno 2021

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

RILEVAMENTO CARTOGRAFIA E MONITORAGGIO DI FLORA E VEGETAZ. - MOD. 2

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale.

Il voto complessivo dell’insegnamento 95069 sarà ottenuto dalla media matematica dei voti ottenuti nelle varie prove dei due moduli. I voti parziali sono validi per l'anno accademico in corso.

Si tenga conto anche per le modalità di esame che tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19. Trattandosi di un insegnamento annuale, l'esame è previsto a giugno 2021. Pertanto si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti sulle modalità con cui si terranno gli esami a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

Modalità di accertamento

Gli studenti dovranno provvedere a realizzare una cartografia georeferenziata della vegetazione e degli habitat relativa a un‘area campione assegnata corredata da una breve relazione analitica e sostenere un colloquio orale finale sugli argomenti del programma e sull'elaborato da essi predisposto. Lo studente presenterà i risultati de proprio lavoro realizzato nel corso delle esercitazioni e la sintesi delle problematiche incontrate; a questo seguirà un colloquio orale teso a evidenziare l’acquisizione o meno delle informazioni oggetto del programma

ALTRE INFORMAZIONI

Frequenza Consigliata.

La frequenza regolare è fortemente raccomandata. Gli studenti dovranno fornirsi di abbigliamento adeguato per escursione (scarponcini).