DIRITTO DELL'AMBIENTE

DIRITTO DELL'AMBIENTE

_
iten
Codice
52677
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 3° anno di 9916 SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI (L-32) GENOVA

6 CFU al 3° anno di 10842 SERVIZI LEGALI ALL'IMPRESA E ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (L-14) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/10
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire agli studenti la conoscenza, a livello generale, della politica ambientale comunitaria e dei relativi principi, nonché, in particolare, dei principali contenuti delle discipline previste, a livello europeo e/o nazionale, per tutto quanto concerne i rifiuti ed i relativi impianti; la tutela del suolo, delle acque e dell'atmosfera e del paesaggio, nonché la protezione e gestione degli habitat e delle aree protette

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Apprendimento dei principi generali della materia, nonché delle nozioni fondamentali relative ad istituti, procedimenti, atti, sanzioni e responsabilità nei vari settori del diritto ambientale, tra fonti del diritto e giurisprudenza (eurounitarie e nazionali). 

L'insegnamento è l'unico, di carattere giuridico, nel corso e dunque gli studenti non hanno confidenza con il linguaggio, le metodologie e le nozioni generali delle scienze giuridiche. Questo condiziona l'individuazione degli obiettivi formativi.

I risultati attesi consistono nel fatto che gli studenti sianoin grado:

-di conoscere, comprendere e ricordare i principi e le nozioni fondamentali del diritto ambientale in genere e dei settori che vengono studiati nell'ambito del programma;

-di appropriarsi del linguaggio tecnico settoriale;

-di inquadrare e comprendere la ragion d'essere delle principali regole, anche in rapporto ai principi ed alle finalità delle fonti che le contengono;

-di individuare collegamenti ed analogie fra le discipline riguardanti i diversi settori del diritto ambientale

-di imparare a cogliere la complessità dell'interpretazione delle normative, al di là del loro semplice significato letterale ed in rapporto alla loro storia, alle loro finalità ed al sistema disciplinare nel quale sono inserite

-di identificare e comprendere criticamente alcuni degli aspetti problematici delle discipline e degli orientamenti applicativi

-di saper porre criticamente in relazione ciò che studiano con la cronaca relativa a temi di rilevanza ambientale, in modo da sviluppare sensibilità per la trasposizione dlele nozioni giuridiche nella pratica.

PREREQUISITI

Prerequisiti sarebbero dati dalla conoscenza generale del sistema giuridico, con le sue metodiche, i suoi linguaggi e dei fondamenti di alcune discipline come il diritto costituzionale, il diritto amministrativo, il diritto europeo ed il diritto penale.

Nell'impossibilità di fare affidamento su tali prerequisiti, la didattica viene adeguata in modo da risultare accessibile ed utile anche in difetto

Modalità didattiche

La didattica sarà erogata nella forma "a distanza", tramite Teams, imposta dall'esigenza di contrasto dell'epidemia Covid-19, salvi eventuali sviluppi favorevoli del quadro epidemiologico e delle correlative prescrizioni.

Sarà prediletta la forma asincrona, per cosentire ad un maggior numero di studenti di fruirne effettivamente.

Per quanto possibile saranno organizzati incontri inpresenza per piccoli gruppi di studenti.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Nozioni giuridiche generali

Principi del diritto ambientale

Tutela del suolo e delle acque

Disciplina dei rifiuti

Tutela dell’atmosfera

Valutazione d’impatto ambientale e valutazione ambientale strategica

Autorizzazione integrata ambientale

Bonifiche

Responsabilità ambientale

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Si suggerisce l'impiego dei materiali didattici posti a disposizione tramite aulaweb e Teams.

La manualistica è eterogenea, ma tendenzialmente impostata in modo da presupporre competenze e nozioni, che sono proprie di studenti i quali abbiano già seguito altri insegnamenti di diritto.

Pertanto la didattica non sarà connessa con uno specifico manuale.

Con questa avverteza si può comunque vedere: Diritto dell'ambiente, a cura di B. CARAVITA, L. CASSETTI e A. MORRONE, Il Mulino, Bologna, 2016

 

LEZIONI

Modalità didattiche

La didattica sarà erogata nella forma "a distanza", tramite Teams, imposta dall'esigenza di contrasto dell'epidemia Covid-19, salvi eventuali sviluppi favorevoli del quadro epidemiologico e delle correlative prescrizioni.

Sarà prediletta la forma asincrona, per cosentire ad un maggior numero di studenti di fruirne effettivamente.

Per quanto possibile saranno organizzati incontri inpresenza per piccoli gruppi di studenti.

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni iniziano il 21 settembre 2020 e sono previste il lunedì ed il martedì dalle 16 alle 18.

Le precise modalità, anche in ragione delle perduranti incertezze dovute alla pandemia da Covid-19, saranno indicate tramite nell'imminenza del corso aulaweb.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Di norma vengono poste tre domande:

-la prima, più ampia, per verificare la capacità di organizzazione del pensiero, l'ordine dei concetti, l'ampiezza della consocenza, i diiversi piani (nozionistico/critico/ esemplificativo), la proprietà di linguaggio

-la seconda e la terza più circoscritte, per verificare la completezza della preparazione nei vari ambiti del programma del corso.,