GEOLOGIA 1(MODULO 1)

GEOLOGIA 1(MODULO 1)

_
iten
Codice
72872
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
5 cfu al 1° anno di 8763 SCIENZE GEOLOGICHE (L-34) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE GEOLOGICHE )
periodo
Annuale
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento fornisce le conoscenze geologiche e petrografiche di base.

 

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'isegnamento fornisce le conoscenze di base sulle seguenti tematiche geologiche: tettonica, magmatismo, metamorfismo nei vari ambienti geodinamici. Verranno forniti inoltre gli strumenti di base per il riconoscimento delle principali strutture tettoniche sul terreno e per il riconoscimento e classificazione delle rocce.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle attività formative previste (lezioni frontali e/o online, esercitazioni in aula e attività sul terreno) consentiranno allo studente di acquisire le conoscenze generali di Geologia Strutturale e Petrografia necessarie per affrontare gli studi nel campo della geologia.

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

  • riconoscere e descrivere i principali tipi litologici
  • descrivere la struttura interna della terra
  • comprendere la teoria della tettonica delle placche
  • descrivere ed interpretare i principali elementi deformativi (pieghe e faglie)

Modalità didattiche

L’insegnamento sarà erogato in modalità mista, sia con lezioni frontali che in videoconferenza, con esercitazioni in aula e sul terreno, in accordo con le vigenti misure anti-COVID19. La frequenza a tutte le attività previste è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula e/o in modalità remota sono erogate mediante presentazioni multimediali in aula o tramite piattaforma TEAMS.

Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali. In particolare saranno sviluppate esercitazioni a gruppi per il riconoscimento macroscopico dei tipi litologici utilizzando campioni della collezione didattica di rocce del DISTAV.

Le esercitazioni di laboratorio si svolgono in aule del DISTAV attrezzate con illuminazione specifica.

Le esercitazioni sul terreno si svolgono all'interno del territorio regionale e sono mirate al riconoscimento delle rocce e delle principali tipologie di strutture (pieghe e faglie con strutture minori associate).

Per il primo semestre, le lezioni saranno effettuate possibilmente in presenza, garantendo comunque la fruizione delle lezioni anche a distanza, mediante videoregistrazione, sincrona o asincrona. Le esercitazioni di laboratorio saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con più turni. Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID 19.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Sono previste lezioni frontali e/o online su:
- Struttura interna della terra (zonazione termica, composizionale, reologica).
- Tettonica a placche: placche litosferiche, margini di placca, movimento delle placche: polo di Eulero, hot spots, velocità di movimento delle placche, paleomagnetismo.
- Elementi di Geodinamica: dorsali oceaniche, zone di subduzione, aree di sutura, zone orogeniche; brevi cenni alle zone componenti un sistema orogenetico; cenni sui vari tipi di orogeni.
- Le deformazioni: concetto di forza e di pressione: lo stress; concetto di deformazione. Tipi di deformazioni: traslazione, rotazione, distorsione (strain), dilatazione; deformazione continua e discontinua, omogenea e disomogenea; taglio puro e taglio semplice; costituzione fisica delle rocce (materiale omogeneo, disomogeneo, continuo); comportamento elastico e plastico: Legge di Hooke, diagrammi stress-strain, influenza di temperatura, pressione, fluidi e tempo; cenni sui diagrammi P- T, comportamento reologico e livelli strutturali.
- Le deformazioni duttili: elementi geometrici delle pieghe; le pieghe secondo la loro forma; strutture minori associate alle pieghe.
- Le deformazioni fragili: faglie, fratture, joints (definizioni); tipi di faglie: normali, inverse, trascorrenti; aspetti meccanici: orientazione degli stress principali; strutture minori legate alle faglie: indicatori cinematici; associazioni di faglie (graben, thrust, Riedel system, pull apart).
- Ambienti geodinamici e stili deformativi: gli ambienti orogenici; gli ambienti divergenti; tettonica trascorrente

Sono inoltre previste:
- Attività di laboratorio per il riconoscimento dei principali gruppi di rocce ignee intrusive ed effusive e metamorfiche.
- Escursioni didattiche sul terreno volte a verificare e consolidare le conoscenze acquisite nel corso delle lezioni frontali e di laboratorio.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le slides utilizzate durante le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su AulaWeb all'inizio dell'attività didattica del modulo.

Sono consigliati i seguenti testi (disponibili e consultabili presso la biblioteca della Scuola di Scienze M.F.N.):

  • S.Marshak (2004) - La terra, ritratto di un pianeta. Zanichelli
  • F.Press, R.Siever, J. Grotzinger & T.H. Jordan (2006) - Capire la Terra. Zanichelli
  • J.P. Grotzinger, T.H. Jordan (2016) - Capire la Terra. Zanichelli

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti sarà concordato direttamente con il docente

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento sarà erogato in modalità mista, sia con lezioni frontali che in videoconferenza, con esercitazioni in aula e sul terreno, in accordo con le vigenti misure anti-COVID19. La frequenza a tutte le attività previste è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula e/o in modalità remota sono erogate mediante presentazioni multimediali in aula o tramite piattaforma TEAMS.

Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali. In particolare saranno sviluppate esercitazioni a gruppi per il riconoscimento macroscopico dei tipi litologici utilizzando campioni della collezione didattica di rocce del DISTAV.

Le esercitazioni di laboratorio si svolgono in aule del DISTAV attrezzate con illuminazione specifica.

Le esercitazioni sul terreno si svolgono all'interno del territorio regionale e sono mirate al riconoscimento delle rocce e delle principali tipologie di strutture (pieghe e faglie con strutture minori associate).

Per il primo semestre, le lezioni saranno effettuate possibilmente in presenza, garantendo comunque la fruizione delle lezioni anche a distanza, mediante videoregistrazione, sincrona o asincrona. Le esercitazioni di laboratorio saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con più turni. Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID 19.

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

INIZIO LEZIONI

21 settembre 2020-22 gennaio 2021   e 15 febbraio 2021-11 giugno 2021

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

GEOLOGIA 1(MODULO 1)

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame è integrato con il modulo 2. Per la descrizione dettagliata delle modalità d'esame si rimanda alla scheda relativa all'insegnamento (Geologia 1 - cod. 72871).

Si rimanda all'istanza AulaWeb specifica dell'insegnamento per eventuali aggiornamenti a causa di variazioni della situazione sanitaria ed epidemiologica.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza alle attività di terreno è fortemente consigliata (gli studenti lavoratori sono pregati di avvertire in anticipo della loro disponibilità). Gli studenti dovranno fornirsi di abbigliamento adeguato per escursione (scarponcini) e dei Dispositivi Prevenzioni Infortuni forniti dal CCS. Dovranno inoltre fornirsi di metro, lente di ingrandimento (X10) e martello.