DIRITTO DELLE COMUNICAZIONI DI MASSA

DIRITTO DELLE COMUNICAZIONI DI MASSA

_
iten
Codice
57186
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 2° anno di 8769 INFORMAZIONE ED EDITORIA (LM-19) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INFORMAZIONE ED EDITORIA )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Nel corso sono approfondite le più rilevanti questioni di diritto privato relative ai mezzi di comunicazione di massa.

Ogni questione è discussa anche con riferimento ai profili di diritto costituzionale e internazionale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'obiettivo del corso è di fornire allo studente una conoscenza approfondita delle principali discipline del diritto privato che riguardano i mezzi di comunicazione di massa.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Dopo avere frequentato attivamente il corso e superato positivamente l'esame, lo studente dovrebbe essere in grado di comprendere in modo autonomo le principali regole che governano l'attività del giornalista e dell'editore nell'ambito dei diversi mezzi di comunicazione. Inoltre, dovrebbe essere in grado di comprendere e gestire i rischi che si assume svolgendo questa attività. Più in generale, dovrebbe essere in grado di conoscere i propri diritti e i propri obblighi.

Modalità didattiche

Lezioni in modalità DAD sulla piattaforma Teams. Il codice di accesso al Team delle lezioni è: 60x1roh.

Continui riferimenti a casi reali trattati dalla giurisprudenza.

Riferimenti sia alla giurisprudenza nazionale che a quella internazionale (C.E.D.U., Corte di Giustizia).

Interazione con gli studenti.

Lo studente ideale assiste alla lezione essendosi già preparato sull'argomento del giorno.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Nel corso vengono approfondite le seguenti tematiche:

  1. L'ordinamento giuridico: formazione e funzionamento (diritto nazionale, diritto europeo, diritto internazionale).
  2. Diritti della persona (diritto di manifestare il proprio pensiero, diritto di cronaca, diritto di critica, diritto di satira, diritto all'onore e alla reputazione, diritto all'identità personale, diritto alla riservatezza, diritto all'oblio etc.).
  3. Responsabilità del giornalista e dell'editore.
  4. Diritto d'autore.
  5. Disciplina del settore radiotelevisivo.
  6. Disciplina della pubblicità.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per i frequentanti

Materiale caricato a cura del docente sul sito Aulaweb del corso.

Per i non frequentanti

RUBEN RAZZANTE, Manuale di diritto dell'informazione e della comunicazione, CEDAM, ultima edizione (tutto)

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Prof. Carlo Rossello Considerato l'attuale regime Covid, il Professor Carlo Rossello è a disposizione per qualsiasi richiesta degli studenti mediante l'invio di un’e-mail al seguente indirizzo: carlo.rossello@unige.it

Commissione d'esame

GIORGIO AFFERNI (Presidente)

FRANCESCA BARTOLINI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni in modalità DAD sulla piattaforma Teams. Il codice di accesso al Team delle lezioni è: 60x1roh.

Continui riferimenti a casi reali trattati dalla giurisprudenza.

Riferimenti sia alla giurisprudenza nazionale che a quella internazionale (C.E.D.U., Corte di Giustizia).

Interazione con gli studenti.

Lo studente ideale assiste alla lezione essendosi già preparato sull'argomento del giorno.

INIZIO LEZIONI

Secondo semestre.

16 FEBBRAIO 2021

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si svolgerà in forma orale sulla piattaforma Teams. Il codice di accesso verrà fornito quanto prima.

Per i frequentanti:

Due o tre domande orali su argomenti scelti dal docente nell'ambito delle questioni trattate a lezione e dei materiali caricati su Aulaweb.

Per i non frequentanti:

Due o tre domande orali su argomenti scelti dal docente nell'ambito delle questioni trattate nel libro di testo adottato per i non frequentanti.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
04/06/2021 15:00 GENOVA Orale
25/06/2021 15:00 GENOVA Orale
23/07/2021 15:00 GENOVA Orale
10/09/2021 15:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

COMMISSIONE D'ESAME

CARLO ROSSELLO (Presidente)

ROSARIO D'ARRIGO