MALATTIE APPARATO VISIVO

MALATTIE APPARATO VISIVO

_
iten
Codice
67408
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
3 cfu al 4° anno di 8745 MEDICINA E CHIRURGIA (LM-41) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/30
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (MEDICINA E CHIRURGIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Apprendimento conoscitivo delle principali malattie di interesse oftalmologico, otorinolaringiatrico ed odontoiatrico. Lo studente dovrà essere in grado di riconoscere le basi fisiopatologiche e le manifestazioni cliniche delle principali malattie e delle loro complicanze. Inoltre, dovrà essere in grado di stabilire un iter diagnostico e la prognosi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione attiva alle attività formative proposte (lezioni frontali, attività nei reparti) e lo studio individuale consentiranno agli studenti di acquisire:

  • Conoscenze di fisiopatologia e patologia che permettano di diagnosticare e intervenire su malattie di congiuntiva, cornea, sclera, uvea e cristallino affezioni flogistiche, vascolari, dismetaboliche, tumorali, distacco di retina, malattie delle palpebre, del sistema lacrimale e degli annessi oculari, cecità, riduzioni acute del visus, ambliopia, malattie oculari invalidanti.
  • Conoscenze di fisiopatologia dell’idrodinamica dell’umor acqueo con particolare attenzione a diagnosi e cura del glaucoma.
  • Conoscenze delle patologie del nervo ottico e vie ottiche (alterazioni chiasmatiche, retrochiasmatiche e retrogenicolari),patologie a carico dell’apparato oculo-motore (alterazioni dell’equilibrio oculo estrinseco e strabismi paralitici), patologie associate ad endo- ed esoftalmi.
  • Competenze per applicare una medicazione oculare, un collirio o pomata oftalmica, rimuovere corpi estranei dalla congiuntiva; assistere alla misura della pressione oculare (tonometria) e alla misura del campo visivo.
  • Competenze per il riconoscimento delle emergenze oculistiche: corpi estranei, lesioni corneali, danni retinici acuti, lesioni meccaniche del globo oculare etc.
  • Competenze sul significato di indagini strumentali di rilievo come fluorangiografia, campo visivo, refrattometria tonometria etc.
  • Competenze diagnostiche per mezzo di un oftalmoscopio: interpretazione dei referti relativi al fundus oculi e possibilità di impiego in medicina interna.

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali con l’ausilio di materiale audio visivo.

Lo studente potrà avvalersi di periodi di Attività professionalizzante e ADE

PROGRAMMA/CONTENUTO

Malattie segmento anteriore:

  • Malattie annessi oculari, congiuntiviti, cheratopatie, cataratta,  glaucoma.
  •  

Malattie segmento posteriore:

  • Degenerazione maculare legata all’età, retinopatia diabetica, occlusione venosa ed arteriosa retinica, distacco di retina, fori maculari, sindrome interfaccia vitreo-retinica.

Epidemiologia e prevenzione della disabilita visiva

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Lezioni di Oftalmologia

Calabria G., Ciurlo G.  

CLU Genova

  • Clinica dell'apparato visivo II

C. Azzolini, F. Carta, S. Gandolfi, U. Menchini, F. Simonelli, C.E. Traverso

Ed. Masson

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: previo appuntamento: mc8620@mclink.it luca.bagnasco@unige.it

Ricevimento: tramite mail: iester@unige.it  

Ricevimento: Gli studenti possono contattare il docente tramite mail: massimo.nicolo@unige.it

Commissione d'esame

MICHELE IESTER (Presidente)

PAOLO PERA

STEFANO OTTOBONI

GIORGIO PERETTI

ALDO VAGGE

MASSIMO NICOLO'

FRANCESCO MORA

FRANK RIKKI MAURITZ CANEVARI

GIORGIO ALBERTI

LUCA GUASTINI

MARIA MENINI

CARLO TRAVERSO

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali con l’ausilio di materiale audio visivo.

Lo studente potrà avvalersi di periodi di Attività professionalizzante e ADE

INIZIO LEZIONI

ottobre

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consiste nel verificare – attraverso una prova orale -  la preparazione acquisita dallo studente relativamente agli obiettivi dell’ insegnamento/modulo

Modalità di accertamento

L’esame verte sia sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali sia su quanto presente nei manuali consigliati.

L’esame ha anche lo scopo di valutare la capacità di approfondimento, la facoltà di esporre gli argomenti in modo completo dimostrando la comprensione e l’analisi delle tematiche, e la capacità di applicarle nella pratica professionale.