ISTOLOGIA (CITOLOGIA)

ISTOLOGIA (CITOLOGIA)

_
iten
Codice
58018
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
2 cfu al 1° anno di 8745 MEDICINA E CHIRURGIA (LM-41) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/17
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (MEDICINA E CHIRURGIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si prefigge di fornire allo studente le nozioni fondamentali dei meccanismi molecolari delle principali funzioni delle cellule partendo dalla loro morfologia ed organizzazione interna.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire la conoscenza degli argomenti e la capacità di inquadrare le problematiche attinenti ai i contenuti disciplinari della biologia generale, cellulare e molecolare e della genetica generale e molecolare. Conoscere la struttura e organizzazione generale della cellula.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà:

- conoscere la morfologia della cellula eucariotica e dei suoi organuli a livello strutturale, ultrastrutturale e molecolare

- saper descrivere le funzioni dei singoli costituenti della cellula eucariotica

- aver acquisito padronanza della corretta terminologia

Modalità didattiche

Il modulo di citologia prevede 2 CFU di didattica erogata tramite lezioni frontali.

La frequenza alle lezioni è obbligatoria, come da Regolamento didattico.

E’ possibile che la modalità di svolgimento delle lezioni venga modificata a causa di situazioni emergenziali che impediscano lo svolgimento delle lezioni in presenza. In tal caso, le lezioni saranno svolte online utilizzando la piattaforma informatica Teams.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Membrana plasmatica. Struttura ed organizzazione molecolare della membrana plasmatica: il modello a mosaico fluido; i lipidi di membrana e loro proprietà;  proteine estrinseche ed  intrinseche; composizione e funzioni del glicocalice. Trasporto di piccole molecole ed acqua attraverso la membrana plasmatica.

Trasporto di membrana. .Trasporto di grandi molecole attraverso la membrana plasmatica. Esocitosi costitutiva e regolata. Endocitosi: pinocitosi, endocitosi mediata da recettore, fagocitosi, fagocitosi di cellule “self”. Transcitosi.

Vescicole di trasporto. Processi di formazione e distacco delle vescicole: proteine Clatrina, Adattine, Cotomeri, Dinamina. Specificità dei processi di trasporto, aggancio e fusione vescicolare: proteine Rab, v-SNARE e t-SNARE

Microvescicole extracellulari. Exosomi, Microvescicole, Corpi apoptotici.

Reticolo endoplasmatico liscio: struttura, ruolo nel metabolismo dei lipidi, nei processi di detossicazione, nella glicogenolisi e nell’accumulo di calcio.

Reticolo endoplasmatico granulare: Organizzazione ultrastrutturale e funzione. Ribosomi liberi e ribosomi associati alle membrane. Principali tappe nel processo di traduzione. Modificazioni post-traduzionali delle proteine: glicosilazione e ruolo degli chaperon molecolari.

Complesso di Golgi: ultrastruttura, processi biosintetici, modificazioni post-traduzionali delle proteine (principalmente glicosilazione) e smistamento delle molecole sintetizzate nel reticolo endoplasmatico.

Endosomi precoci e tardivi.

Lisosomi: biogenesi, morfologia, enzimi idrolitici. Autofagia. Lisosomi secretori. Lisosomi secretori e malattie genetiche. Lisosomi secretori e cellule del sistema immunitario.

Meccanismi per la degradazione di proteine citoplasmatiche: il sistema ubiquitina-proteasoma.

Perossisomi: struttura e funzioni. Cenni su patologie associate a disfunzione dei perossisomi.

Mitocondri: caratteristiche morfo-funzionali della membrana interna ed esterna; MAM= mitochondria-associated membranes. Contenuto della matrice mitocondriale: il DNA  mitocondriale con cenni su associazione fra mutazioni del genoma mitocondriale e patologie. Cenni sul meccanismo di importo delle proteine mitocondriali. Funzioni principali: ciclo di Krebs, catena di trasporto degli elettroni, fosforilazione ossidativa, ruolo termogenico nel tessuto adiposo bruno. Cenni sulle altre numerose funzioni mitocondriali: loro ruolo nell’apoptosi, nella sintesi degli ormoni steroidei e del gruppo eme. Teoria Endosimbiontica.

Citoscheletro. Microtubuli, microfilamenti e filamenti intermedi: organizzazione molecolare e distribuzione nella cellula. Proteine associate ai microtubuli (chinesine e dineine) e ai microfilamenti (proteine che legano l’actina). Il centrosoma. Le ciglia vibratili: struttura e funzione.

Nucleo: involucro nucleare e complesso del poro nucleare. Scambi tra nucleo e citoplasma. Cromatina e matrice nucleare. Eucromatina ed eterocromatina. Il nucleolo: struttura ed organizzazione molecolare; la sintesi degli rRNA e l’assemblaggio delle subunità ribosomali.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Alberts et al.; "L'essenziale di biologia molecolare della cellula"; Zanichelli Editori.

Zaccheo e Pestarino; "Citologia, istologia e anatomia microscopica"; Pearson

Maraldi e Tacchetti; "Biologia-Citologia medica"; Edi Ermes

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via mail: roberta.castriconi@unige.it

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via e-mail: emanuela.marcenaro@unige.it

Ricevimento: Riceve su appuntamento. Contattare il Docente via e-mail: simona.sivori@unige.it 

Commissione d'esame

SIMONA SIVORI (Presidente)

ROBERTA CASTRICONI (Presidente)

EMANUELA MARCENARO (Presidente)

PAOLA GHIORZO (Presidente)

RODOLFO QUARTO

LEZIONI

Modalità didattiche

Il modulo di citologia prevede 2 CFU di didattica erogata tramite lezioni frontali.

La frequenza alle lezioni è obbligatoria, come da Regolamento didattico.

E’ possibile che la modalità di svolgimento delle lezioni venga modificata a causa di situazioni emergenziali che impediscano lo svolgimento delle lezioni in presenza. In tal caso, le lezioni saranno svolte online utilizzando la piattaforma informatica Teams.

INIZIO LEZIONI

primo semestre

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consiste nel verificare – attraverso una prova scritta – la preparazione acquisita dallo studente relativamente agli obiettivi dell’insegnamento/modulo.

E’ possibile che situazioni emergenziali impediscano lo svolgimento dell’esame scritto in aula. In tal caso, la modalità di svolgimento dell’esame cambierà da esame scritto ad esame orale e si utilizzerà la piattaforma informatica Teams (online)

Modalità di accertamento

La verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi del modulo consisterà in una prova scritta. Il superamento del modulo si otterrà con almeno 6 risposte esatte su 10.