PROGETTO VILLARD

PROGETTO VILLARD

_
iten
Codice
101927
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
10 cfu al 3° anno di 8694 SCIENZE DELL'ARCHITETTURA (L-17) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/14
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ARCHITETTURA )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il laboratorio di progettazione costituisce, ai diversi anni, il momento di sintesi delle conoscenze apprese nel corso di studio. Durante il «Laboratorio di Progettazione 3» lo studente sviluppa un progetto di architettura: si tratta di un'attività per sua natura complessa che parte dal verificare nell'applicazione pratica le conoscenze già acquisite e che arriva a sviluppare una valutazione critica consapevole e una proposta compositiva coerente.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il progetto di architettura è un'attività complessa dove vengono applicate conoscenze tecniche, misurabili, e capacità critiche e artistiche, per loro natura valutabili.
Il progetto di architettura viene elaborato sotto la guida e il controllo del corpo docente il quale lavora per agevolare scelte consapevolmente autonome dello studente.
Lo studente viene guidato nello sviluppo della propria capacità di analisi e di giudizio critico attraverso le quali sarà in grado di formulare una proposta progettuale chiara, coerente e valida.
Queste capacità sono per loro natura complesse e necessitano un lungo processo di apprendimento. Per questo il corso di studi prevede più laboratori di progettazione nel corso dei quali tali capacità possano maturare e giungere a perfezione, così da portare lo studente a poter formulare un giudizio autonomo e consapevole.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La capacità di giudizio critico nel campo della progettazione architettonica può essere sviluppata attraverso diversi momenti, da intendere distinti solo logicamente poiché in effetti si presentano contemporaneamente in ogni fase della progettazione.
Allo studente è chiesto di sviluppare: un'analisi critica del contesto materiale e simbolico entro cui si pone il suo intervento; un'analisi critica del tema di progetto, anche attraverso l'analisi dei progetti analoghi sviluppati da altri architetti; un'analisi critica della propria proposta progettuale al fine di poterla migliorare autonomamente.
La capacità di leggere criticamente il contesto e le proposte progettuali proprie o di altri è uno dei principali obbiettivi dell'insegnamento. A partire da tale capacità si forma una consapevole autonomia di giudizio. Attraverso queste capacità si può giungere alla formulazione di una proposta coerente e chiara, e questo costituisce il fine di questo insegnamento.
La capacità di comunicare sinteticamente le ragioni fondamentali della propria proposta e - a partire da queste - la capacità retorico-dialettica di rispondere alle critiche costituisce un ulteriore scopo dell'insegnamento.

 

PREREQUISITI

Prerequisito fondamentale è la conoscenza dei contesti culturali, politici e sociali attuali e di quelli entro cui si opera. Sono necessarie inoltre le conoscenze fornite dal corso di studio, in particolare nei campi della storia dell'arte e dell'architettura, delle tecnologie costruttive e della statica degli edifici, della rappresentazione e del disegno. Sono altresì richieste buone capacità di lettura e comprensione dei testi e buone capacità di scrittura.

Modalità didattiche

Il laboratorio Villard coinvolge 12 sedi universitarie italiane e due europee, cfr. www.villard.blog
Il laboratorio prevede che gli studenti e i docenti di tutte le sedi che partecipano al laboratorio affrontino un medesimo tema a scala urbana.
Il laboratorio alterna incontri con i partecipanti delle altre sedi, 6 incontri durante l'anno accademico che si svolgono ogni volta in una differente università italiana, con incontri in sede in cui si revisiona lo stato di avanzamento del progetto.
Al fine di svolgere correttamente il corso è necessario partecipare ad un numero adeguato di tali incontri fuori dalla sede genovese.
Il confronto e la conoscenza di altre esperienze didattiche italiane è ciò che maggiormente arricchisce lo studente durante questo laboratorio.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il laboratorio Villard coinvolge 12 sedi universitarie italiane e due europee, cfr. www.villard.blog
Il laboratorio prevede che gli studenti e i docenti di tutte le sedi che partecipano al laboratorio affrontino un medesimo tema a scala urbana.
Il laboratorio alterna incontri con i partecipanti delle altre sedi, 6 incontri durante l'anno accademico che si svolgono ogni volta in una differente università italiana, con incontri in sede in cui si revisiona lo stato di avanzamento del progetto.
Al fine di svolgere correttamente il corso è necessario partecipare ad un numero adeguato di tali incontri fuori dalla sede genovese.
Il confronto e la conoscenza di altre esperienze didattiche italiane è ciò che maggiormente arricchisce lo studente durante questo laboratorio.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

La bibliografia verrà fornita durante il corso.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Giovedì mattina dalle 11.00 alle 13.00, presso il dipartimento DAD, su appuntamento.  

LEZIONI

Modalità didattiche

Il laboratorio Villard coinvolge 12 sedi universitarie italiane e due europee, cfr. www.villard.blog
Il laboratorio prevede che gli studenti e i docenti di tutte le sedi che partecipano al laboratorio affrontino un medesimo tema a scala urbana.
Il laboratorio alterna incontri con i partecipanti delle altre sedi, 6 incontri durante l'anno accademico che si svolgono ogni volta in una differente università italiana, con incontri in sede in cui si revisiona lo stato di avanzamento del progetto.
Al fine di svolgere correttamente il corso è necessario partecipare ad un numero adeguato di tali incontri fuori dalla sede genovese.
Il confronto e la conoscenza di altre esperienze didattiche italiane è ciò che maggiormente arricchisce lo studente durante questo laboratorio.

 

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame prevede la presentazione degli elaborati di analisi e di progetto sviluppati dallo studente nel corso dell'insegnamento. La presentazione degli elaborati avviene in forma pubblica alla presenza del corpo docente e di ospiti esterni. Per sostenere l'esame è necessario frequentare.

Modalità di accertamento

La qualità degli elaborati presentati permette di verificare la capacità di analisi e di sintesi maturata dallo studente e più in generale la coerenza delle sue scelte progettuali. La discussione orale permette di verificare la comprensione da parte dello studente delle problematiche legate al progetto. La presenza di ospiti esterni permette di verificare la capacità dello studente di raccontare sinteticamente il proprio progetto.