FONDAMENTI PER IL PROGETTO DI ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO

FONDAMENTI PER IL PROGETTO DI ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO

_
iten
Codice
101871
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 1° anno di 9006 PROGETTAZIONE DELLE AREE VERDI E DEL PAESAGGIO (LM-3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/15
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PROGETTAZIONE DELLE AREE VERDI E DEL PAESAGGIO)
periodo
1° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso offre un’introduzione al progetto di architettura del paesaggio, esplorando le questioni centrali connesse alla composizione dello spazio aperto pubblico: dagli aspetti formali a quelli funzionali, dal ruolo ambientale della componente vegetale alla sua evoluzione nel tempo, analizzando come le diverse componenti concorrano a determinare una configurazione spaziale e ne condizionino l’esperienza percettiva.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende offrire un quadro di conoscenze di base e strumenti per il progetto dello spazio aperto. Obiettivo principale è consentire agli studenti di comprendere e acquisire i fondamenti del progetto di architettura del paesaggio – dal ruolo della lettura del contesto nell’impostazione del progetto, alle regole compositive, agli elementi principali di costruzione di una sistemazione paesistica – per avvicinarli alla progettazione. L’attività didattica ha sia carattere teorico che applicativo e si articola in lezioni frontali e in una serie di esercitazioni tematiche individuali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine del corso, lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di:

1 Riconoscere gli obiettivi di uno specifico progetto di architettura del paesaggio,
2 Saper individuare i principali elementi di contesto utili ai fini della progettazione,
3 Comprendere l’organizzazione generale di un progetto di architettura del paesaggio nel suo programma funzionale, nel suo assetto distributivo e nella sua configurazione percettiva,
4 Individuare gli elementi compositivi di base di un progetto di architettura del paesaggio e riconoscerne il ruolo nella configurazione di spazi diversi,
5 Valutare le strategie progettuali messe in atto per soddisfare gli obiettivi formali, funzionali e percettivi che l’intervento si propone. 

 

PREREQUISITI

Nessuno

Modalità didattiche

L’attività didattica ha sia carattere teorico che applicativo. Si articola in lezioni frontali, seminari, visite guidate e in una serie di esercitazioni tematiche individuali, strettamente correlate agli argomenti trattati durante le lezioni e dedicate alla risoluzione di problemi progettuali semplici.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso introduce gli studenti al progetto di architettura del paesaggio, avviandoli all’acquisizione di una sintassi compositiva di base e alla comprensione degli strumenti operativi di costruzione dello spazio aperto pubblico e delle diverse modalità e pratiche sulle quali questi si basano. Esplorando diversi modelli tipologici di possibili interventi (giardini privati, parchi pubblici, piazze urbane), il corso ha la finalità di esaminare le caratteristiche formali e compositive del progetto dello spazio aperto percorrendo, nel contempo, la complessità di obiettivi che una realizzazione paesaggistica deve soddisfare: dagli aspetti estetici a quelli funzionali, dalla necessità di rispondere a questioni ambientali alle implicazioni sociali. Lezioni specifiche saranno rivolte ad illustrare gli elementi della costruzione paesaggistica: quelli tangibili (forma topografica, percorsi, acqua, vegetazione e sua evoluzione nel tempo) e quelli intangibili, legati alla percezione sensoriale e alla costruzione dell’atmosfera. Nel corso delle lezioni si esploreranno inoltre le diverse condizioni spaziali a cui le possibilità di aggregazione degli elementi compositivi di base danno origine.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia di base:

H. Loidl e S. Bernard, Opening Spaces. Design as Landscape Architecture, Birkhaeuser, Basel 2014.
L. Grosch e Constanze A. Petrow, Designing Parks. Berlin’s Park am Gleisdreieck or the Art of Creating Lively Places, Jovis, Berlino, 2015.
J. Weidinger, a cura di, Designing Atmospheres, Universitätsverlag der TU Berlin, Berlino, 2018.
C. W. Moore, W. J. Mitchel, W. Turnbull, La poetica dei giardini, Muzzio Editore, 1991. 
F. Zagari, Manuale di progettazione giardini, Mancosu editore, Roma, 2009.

Bibliografie specifiche verranno fornite nel corso delle singole lezioni.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento.

LEZIONI

Modalità didattiche

L’attività didattica ha sia carattere teorico che applicativo. Si articola in lezioni frontali, seminari, visite guidate e in una serie di esercitazioni tematiche individuali, strettamente correlate agli argomenti trattati durante le lezioni e dedicate alla risoluzione di problemi progettuali semplici.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame sarà strutturato in forma di colloquio orale e verterà sulla verifica della comprensione dei temi affrontati durante il corso e sulla discussione dei risultati delle esercitazioni prodotte.

Modalità di accertamento

Il rapporto dialogico con la docenza e le continue revisioni sullo stato di avanzamento delle esercitazioni tematiche costituiranno le modalità di accertamento.