EXHIBIT DESIGN

EXHIBIT DESIGN

_
iten
Codice
95270
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 2° anno di 9007 DESIGN DEL PRODOTTO E DELL'EVENTO (LM-12) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/16
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (DESIGN DEL PRODOTTO E DELL'EVENTO)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento, incentrato sul tema dell’architettura effimera e provvisoria, fornisce agli studenti informazioni e conoscenze approfondite relative all’exhibit design inteso nella sua accezione di allestimento contemporaneo che tiene conto sia della componente analogica sia di quella digitale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso vuole fornire gli strumenti di base teorici e tecnici propedeutici all'ideazione e alla realizzazione dello spazio scenico nelle sue diverse accezioni. Gli obiettivi che il corso intende raggiungere sono i seguenti: - un'introduzione generale alla conoscenza dell'evoluzione del linguaggio e della tecnica della scenografia - una conoscenza specifica delle tecniche del progetto e della rappresentazione; - un approfondimento legato alla possibilità concreta della messa in scena del progetto e alla scenotecnica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza delle lezioni teoriche, unite alla consegna di esercizi cadenzati durante il semestre, consentono allo studente, congiuntamente alla lettura di testi e articoli consigliati dalla docenza, di
:

- acquisire un metodo di ricerca e analisi che permetta di raccogliere le necessarie informazioni intorno al tema da allestire, e alla sua consistenza fisica, rendendo proficua, ai fini progettuali, la relazione con l’aspetto curatoriale.

- acquisire la capacità analitica di leggere il contesto in cui inserire l’allestimento sia esso spazio architettonico o spazio urbano.

- acquisire dati e conoscenze utili alla elaborazione di un concept progettuale che metta in scena l’oggetto della mostra attraverso l’interpretazione originale del tema generale .

- applicare strumenti progettuali contemporanei quali mappe concettuali e forme di storytelling che includono le moderne tecnologie digitali ai fini della creazione di un’experience completa e multisensoriale del visitatore/spettatore.

- restituire e comunicare il progetto attraverso un elaborato sintetico che tenga conto anche dell’importanza di temi quali la grafica e la comunicazione.

PREREQUISITI

Sono necessarie per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento le seguenti conoscenze:

- conoscenza approfondita di storia del design.

- conoscenze approfondite di programmi di rappresentazione bidimensionale, tridimensionale e renderizzazione.

- conoscenza approfondita di programmi di grafica e buona sensibilità sui temi della comunicazione.

- buone capacità di gestione progettuale dello spazio, inteso alla scala architettonica, e capacità di sviluppo di tavole rappresentative dello stesso ( piante, sezioni, prospetti ).

Modalità didattiche

L’insegnamento sarà strutturato in lezioni frontali alternate a revisioni collettive e individuali sull’esercizio finale, organizzato in vari step che si susseguiranno durante il semestre e che lo studente condurrà a casa in autonomia. La frequenza alle lezioni non è obbligatoria è ritenuta un momento formativo imprescindibile per la maturazione dello studente e per l’applicazione delle conoscenze nell’esercizio. Le lezioni saranno tenute dal docente titolare alternate ad interventi specifici e seminari tenuti da professionisti di vari settori.

PROGRAMMA/CONTENUTO

L’insegnamento, incentrato sul tema dell’architettura effimera e provvisoria, dal titolo Verso un’architettura mobile: l’arte del display come forma di espressione contemporanea, indagherà il tema dell’allestimento come processo multidisciplinare, da qui la necessità di trattare l’argomento con lezioni che spazieranno, soprattutto attraverso l’analisi e la lettura di casi studio contemporanei, dalla scelta del tema, alla curatela, alla definizione di un concept di progetto, fino alla sua presentazione e alla comunicazione dell’evento.

L’esercizio finale sarà una simulazione di quello che nella realtà significa allestire una mostra all’interno di edificio consolidato del centro di Milano, durante la settimana del Salone del Mobile, nel Tortona Design District.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

I testi riportati di seguito riguardano gli aspetti teorici del corso. Durante il semestre verranno fornite di volta in volta, relativamente agli argomenti trattati, specifiche indicazioni su autori, magazine, designer, movimenti. 

Testi base:

Altarelli Lucio, Light City. La città in allestimento, Meltemi Editore, Roma 2006

Altarelli Lucio, Allestire. Attraversamenti, temi, territori, ibridazioni. Palombi Editore, Roma 2005

Albisinni Piero, Valenti Alessandro, Immaginare l’architettura. Il Danteum in mostra al Foro Romano, in: «Disegnare. Idee e immagini» n.8 , Roma 1994, pp.61-69.

Feriani Barbara, Pugliese Marina, Monumenti effimeri. Storia e conservazione delle installazioni, Electa, Milano 2009

Donini Giovanna (a cura di), L’Architettura degli allestimenti, Edizioni Kappa, Roma 2010

Polano Sergio, Mostrare. L’allestimento in Italia dagli anni Venti agli anni Ottanta, Milano 1988

Valenti Alessandro, Protect me from where I live. Dall’abitazione all’abito. Forme e figure del rifugio contemporaneo ovvero breve storia dell’emergenza nel terzo millennio, in: «Casabella», n° 793, Milano 2010, pp 2-5  

Siti web: 

www.dezeen.com

www.designboom.com

www.elledecor.it

www.mocoloco.com 

www. yatzer.com

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Mercoledì Pomeriggio dalle 14:30 su appuntamento

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento sarà strutturato in lezioni frontali alternate a revisioni collettive e individuali sull’esercizio finale, organizzato in vari step che si susseguiranno durante il semestre e che lo studente condurrà a casa in autonomia. La frequenza alle lezioni non è obbligatoria è ritenuta un momento formativo imprescindibile per la maturazione dello studente e per l’applicazione delle conoscenze nell’esercizio. Le lezioni saranno tenute dal docente titolare alternate ad interventi specifici e seminari tenuti da professionisti di vari settori.

ESAMI

Modalità d'esame

La prova si articolerà intorno alla discussione del concept del progetto e delle sue declinazioni sperimentate durante il semestre. Gli elaborati, presentati sotto forma di concorso per idee attraverso un book e un manifesto, allestiti come in una mostra, costituiranno parte integrante della prova che prevede anche la costruzione di plastici e modelli 3D. Gli argomenti d’esame saranno quelli trattati durante le lezioni.