CONTABILITA' DELLO STATO E DEGLI EE.PP.

CONTABILITA' DELLO STATO E DEGLI EE.PP.

_
iten
Codice
57078
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
8 cfu al 1° anno di 8772 AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE (LM-63) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/10
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La Contabilità dello Stato e degli Enti Pubblici ha per oggetto lo studio dei principi teorici,, della disciplina normativa e degli strumenti economici e finanziari  che costituiscono l'ordinamento contabile e finanziario delle Amministrazioni Pubbliche. L'insegnamento appartiene alla attività formative caratterizzanti del corso di studio, ambito giuridico, ed è tenuto da un docente strutturato del DISPO. L'insegnamento è incardinato nel settore scientifico disciplinare DIRITTO AMMINISTRATIVO

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento si propone di fornire la conoscenza della struttura e dei meccanismi della finanza pubblica con particolare riguardo all’analisi degli effetti sul sistema economico, dei principi e degli strumenti di coordinamento delle grandezze contabili a livello europeo nazionale e locale, dei sistemi di rilevazione contabile dei soggetti pubblici e degli strumenti di controllo, misurazione e valutazione applicati alla gestione del settore pubblico.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Lo scopo dell'insegnamento di Contabilità dello stato e degli Enti Pubblici è  quello di fornire i presupposti teorici ed i capisaldi cognitivi delle regole che nelle Amministrazioni Pubbliche presidiano la formazione delle scelte sugli aggregati contabili, sulla loro rappresentazione e sulla loro programmazione, governo e controllo anche ai fini della responsabilità politica e gestionale degli effetti prodotti.

Al termine del corso lo studente,disponendo del necessario bagaglio culturale tecnico economico, sarà in grado di analizzare i contenuti dei principali documenti di bilancio dei soggetti pubblici valtandone anche i riflessi di ordine politico in virtù della conoscenza dei processi decisionali specifici e delle interazioni economiche e finanziarie tra i diversi livelli di governo.

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

- conoscere  il significato contabile della dimensione qualitativa e quantitativa delle voci del bilancio pubblico;

- comprendere  i  significati delle scelte politiche contenute nei documenti di programmazione economica e nei documenti di bilancio delle Amministrazioni pubbliche e sottesi alla quantificazioni degli aggreghati di entrata e di spesa;

- leggere in modo adeguato il sistema di interazione dei flussi economici e finanziari tra diversi livelli di governo che influenzano i contenuti dei diversi documenti contabili;

- valutare in modo autonomo gli effetti  sulle grandezze dei bilanci delle Amministrazioni Pubbliche quali traduzione dell'applicazioni di politiche generali e di progetti complessi di settore frutto di visioni sociali, storiche ed economiche oggetto di studio ed approfondimenti in altri insegnamenti del corso.

PREREQUISITI

Per affrontare in modo efficace ed adeguato i contenuti dell'insegnamento  è importante per gli studenti aver acquisito  le conoscenze relative all'ordinamento pubblico nazionale ed europeo nonché più specificatamente quelle relative all'organizzazione amministrativa, alla sua strutturazione de alle sue principali regole di funzionamento. Altrettanto rilevante è la conoscenza dei principali argomenti dell'economia politica e, ancora di più, della politica economica e finanziaria.

E' consigliabile aver sostenuto esami di Diritto Amministrativo, di Politica economica e/o di Scienza delle Finanze.

 

Modalità didattiche

L'insegnamento è articolato in lezioni frontali svolte dal docente coadivato, in occasione della trattazione di particolari argomenti, da esperti di settore provenienti da ruoli o incarichi nelle Amministrazioni Pubbliche. Le lezioni hanno per oggetto la trattazione degli argomenti teorici oggetto del programma, con la parte conclusiva di ciascuna lezione dedicata alla trattazione, in interazione con gli studenti, di un tema di attualità desunto dalla stampa economica e strettamente attinente all'argomento trattato nel corso della lezione.

Agli studenti frequentanti è data la possibiltà di sostenere una prova scritta di autovalutazione in itinere, limitata al programma svolto, con successiva correzione.

L'esame è previsto  in forma orale con accertamento della preparazione sui vari argomenti oggetto del programma, sulla capacità di relazione tra i vari temi oggetto di studio nonché sulle relazioni con lealtre discipline economiche, giuridiche e di scienza della politica.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

L'ordinamento contabile e finanziario delle Amministrazioni Pubbliche. I principi e le regole di raccordo e coordinamento contabile e finanziario dell’Unione Europea e delle altre Amministrazioni Pubbliche. La contabilità pubblica e la contabilità nazionale e gli strumenti di programmazione, rilevazione e rendicontazione. La gestione dei beni pubblici e l’attività contrattuale delle Amministrazioni pubbliche. Gli organi e le forme di controllo sull’attività contabile. Il sistema delle responsabilità.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

DE ROSA Claudio ( a cura di), Compendio di contabilità di Stato e degli enti pubblici, XI edizione, Edizione Simone, 2019

Agli studenti frequentanti nel corso delle lezioni saranno distribuite dispense sui principali argomenti trattati che sostituiranno le corrispondenti parti dei testi indicati  sia ai fini della prova scritta intermedia che ai fini della prova d'esame finale.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente è disponibile prima e dopo le lezioni. E'  comunque possibile concordare un appuntamento previo contatto via mail.  

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento è articolato in lezioni frontali svolte dal docente coadivato, in occasione della trattazione di particolari argomenti, da esperti di settore provenienti da ruoli o incarichi nelle Amministrazioni Pubbliche. Le lezioni hanno per oggetto la trattazione degli argomenti teorici oggetto del programma, con la parte conclusiva di ciascuna lezione dedicata alla trattazione, in interazione con gli studenti, di un tema di attualità desunto dalla stampa economica e strettamente attinente all'argomento trattato nel corso della lezione.

Agli studenti frequentanti è data la possibiltà di sostenere una prova scritta di autovalutazione in itinere, limitata al programma svolto, con successiva correzione.

L'esame è previsto  in forma orale con accertamento della preparazione sui vari argomenti oggetto del programma, sulla capacità di relazione tra i vari temi oggetto di studio nonché sulle relazioni con lealtre discipline economiche, giuridiche e di scienza della politica.

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno il 26/09/2019 alle ore 16,00 all'Albergo dei Poveri

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

CONTABILITA' DELLO STATO E DEGLI EE.PP.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consiste in una prova orale sostenuta, di norma, innanzi ad una Commissione d’esame composta dai docenti della materia. Per gli studenti che frequentano le lezioni è prevista la possibilità di effettuare una verifica scritta intermedia,  secondo modalità che verranno comunicate a lezione,  diretta ad accertare il livello di apprendimento della prima parte del corso. Le parti su cui verterà la prova scritta saranno indicate all’inizio delle lezioni. Il risultato della  prova, a discrezione dello studente,  potrà essere considerato   in sede di esame orale ufficiale. In tal caso l’esame orale ufficiale  verterà sulla sola seconda parte del corso

Modalità di accertamento

Di regola, e salve eventuali diverse esigenze risultanti dalle risposte del candidato, l’esame si articola su tre domande.

La prima domanda è generalmente una domanda ampia, che consente una risposta articolata.

In questo modo risulta possibile una valutazione dell’apprendimento del candidato legata non soltanto alla memorizzazione di nozioni puntuali ma anche all’organizzazione del pensiero ed all’articolazione del discorso.

Oggetto di valutazione sono la completezza degli argomenti trattati, la costruzione complessiva della risposta, l’ordine nella sequenza dei concetti, gli eventuali collegamenti stabiliti tra temi diversi trattati nel corso, l’effettiva comprensione della sostanza di ciò che viene esposto, la capacità critica del candidato, nonché, laddove possibile, quella di collocare le risposte nell’ambito dei principi generali dela materia.