FINANZA REGIONALE E DEGLI ENTI LOCALI

FINANZA REGIONALE E DEGLI ENTI LOCALI

_
iten
Codice
57079
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
8 cfu al 1° anno di 8772 AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE (LM-63) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso riguarda gli aspetti teorici, empirici ed istituzionali della finanza pubblica dei diversi livelli di governo (istituzioni sovranazionali, stato, Regioni ed enti locali)

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo del corso è fornire la conoscenza dei seguenti temi: Fiscal federalism. Teoria economica del decentramento finanziario. Il finanziamento degli enti decentrati. I trasferimenti intergovernativi. Schemi di trasferimenti perequativi. Il finanziamento degli enti decentrati in Italia.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Le attività didattiche consentono allo studente di:

- acquisire conoscenze in materia di finanza pubblica degli enti territoriali

- comprendere il ruolo e il funzionamento degli enti pubblici territoriali

- conoscere le competenze di spesa e di entrata delle regioni e degli enti locali

- conoscere il funzionamento del bilancio europeo, delle sue fonti di finanziamento e delle competenze di spesa

- acquisire strumenti per il reperimento e l'utilizzo di risorse pubbliche e private
- acquisire strumenti e metodi di analisi economica costi/benefici
- acquisire strumenti per la rilevazione della qualità dei servizi pubblici
- acquisire strumenti di finanza di progetto e di partenariato pubblico-privato (PPP)
- acquisire strumenti di calcolo di costi, fabbisogni standard e capacità fiscali degli
enti territoriali
- acquisire conoscenze sulle fonti di finanziamento europeo
- acquisire strumenti per la rendicontazione
- acquisire strumenti per la valutazione della performance degli enti territoriali

Inoltre, le attività didattiche consentono allo studente di acquisire competenze in materia di:

- innovazione nel finanziamento e dei servizi degli enti territoriali
- valutazione degli investimenti pubblici
- valutazione della qualità dei servizi
- progettazione di finanza di progetto e di PPP per il miglioramento dei servizi
- calcolo e simulazione costi e fabbisogni standard per le diverse funzioni
pubbliche
- selezione bandi di finanziamento europeo
- gestione contabile dell'euro-progettazione
- rendicontazione progetti europei
- valutazione della performance degli enti territoriali

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell'insegnamento sono consigliate conoscenze di base in scienza delle finanze

Modalità didattiche

L'attività formativa è articolata in lezioni frontali, didattica interattiva, studio guidato, esercitazioni pratiche e attività seminariali. Per gli studenti frequentanti la verifica dell’apprendimento comprende una prova scritta ed una prova orale al termine del corso.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

A) Parte istituzionale:

– Fiscal federalism

– L’assegnazione delle competenze tra i diversi livelli di governo

– Il finanziamento degli enti decentrati

– I trasferimenti intergovernativi

– La perequazione

– Coordinamento e disciplina fiscale

– Assetti istituzionali e finanziamento degli enti decentrati in Italia

B) Parte seminariale:

Approfondimenti su argomenti d’attualità di finanza regionale e locale.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per i non frequentanti:

S. Piperno, La finanza decentrata in Italia, ed. Il Mulino, Bologna

AA.VV, La finanza territoriale. Rapporto 2018, Rubbettino

Per i frequentanti:

I testi e le letture saranno segnalati durante le lezioni

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: - lunedì h. 11.00-13.00 presso il Dipartimento di Scienze Politiche - dopo le lezioni - su appuntamento  

LEZIONI

Modalità didattiche

L'attività formativa è articolata in lezioni frontali, didattica interattiva, studio guidato, esercitazioni pratiche e attività seminariali. Per gli studenti frequentanti la verifica dell’apprendimento comprende una prova scritta ed una prova orale al termine del corso.

 

INIZIO LEZIONI

17 febbraio 2020

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale con esercizi scritti

Modalità di accertamento

Per gli studenti frequentanti la verifica dell’apprendimento comprende due prove scritte durante il corso ed una prova orale al termine del corso. Le due prove scritte si riferiscono a parti differenti del programma del corso.

Per gli studenti non frequentanti la verifica consiste nella sola prova orale.

Domande sui contenuti del programma e esercitazioni grafiche

La Commissione d’esame è designata dal Consiglio di Dipartimento (DISPO) e presieduta dal docente titolare del corso.