FISIOPATOLOGIA CARDIOVASCOLARE

FISIOPATOLOGIA CARDIOVASCOLARE

_
iten
Codice
80888
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
2 cfu al 1° anno di 8749 SCIENZE E TECNICHE DELLO SPORT (LM-68) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/11
SEDE
GENOVA (SCIENZE E TECNICHE DELLO SPORT )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’ insegnamento è volto a rendere familiare per Studenti di LSM informazioni sull’App cardiovasc, ai vantaggi ed a i rischi di “mettere in moto” un soggetto adulto sedentario, un paziente con problemi clinici associati a malattie dei suoi vasi cardiaci e /o con cardiopatia strutturale. Le lezioni di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare tratteranno i principali capitoli della patologia cardiovascolare, con particolare attenzione alle implicazioni sulla capacità di esercizio fisico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Approfondire la fisiologia, la fisiopatologia e la clinica delle malattie cardiovascolari è l’obiettivo didattico di tale insegnamento, avendo l’apparato cardiovascolare un ruolo di interesse clinico nella valutazione della prestazione e nel miglioramento della performance.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La proposta di questo Insegnamento è di:

1.fare conoscere agli Studenti di LSM  i più importanti e rappresentativi fattori di rischio associati allo sviluppo della vasculopatia coronarica,

2.fornire  una conoscenza generale dei  meccanismi e delle manifestazioni di malattie cardiovascolari congenite ed acquisite,

3. acquistare confidenza con lo svolgimento di una modalità di esercizio aerobico standardizzato per derivare informazioni cliniche.

Conoscere le principali patologie dell’apparato cardiovascolare e gli effetti che esse hanno sulla risposta all’esercizio fisico

Modalità didattiche

Lezioni frontali del Docente, con discussione e commenti da parte degli Studenti di  Tabelle e dati  mostrati a lezione

Lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

Fattori di rischio per malattie cardiovascolari: stadi delle transzioni epidemiologiche, classificazione, concetto di continuum di rischio;

2.Quadri clinici di aterosclerosi coronarica: correlazioni con lesioni di placca, triggers di precipitazione;

3.Test provocativi in cardiologia: tests da sforzo, six minute walking test. Variabili da misurare in corso di test provocativi. Concetto di METS.

4.Quadri clinici di Valvulopatia e di Scompenso Cardiaco.   

Epidemiologia, fisiopatologia, cenni di presentazione clinica e di terapia di cardiopatia ischemica, cardiopatia valvolare mitralica ed aortica, tachicardiomiopatia da fibrillazione atriale cardiopatie congenite e scompenso cardiaco

L’esercizio fisico nelle malattie cardiovascola

           

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Trasmissione a  Studenti di lezioni con Diapositive commentate a lezioni;

ulteriore materiale didattico derivato da  articoli (PDF)  spediti dal Docente agli Studenti

Le diapositive utilizzate a lezione saranno date agli studenti e costituiranno il materiale didattico di riferimento 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

FRANCESCA MATTIOLI (Presidente)

GIORGIO GHIGLIOTTI (Presidente)

PIETRO AMERI (Presidente)

GIUSEPPE MURDACA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali del Docente, con discussione e commenti da parte degli Studenti di  Tabelle e dati  mostrati a lezione

Lezioni frontali

INIZIO LEZIONI

II SEMESTRE DA MARZO 2017

ESAMI

Modalità d'esame

Tests con quiz a risposta multipla (cinque scelte) e/o aperte

Studente che sbaglia risposta NON ha decurtazione di voto.  

 

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno comunicati nel corso delle lezioni. L’esame verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e comunque su tutti quelli specificati nel programma.

Gli studenti dovranno dimostrare di conoscere le nozioni fondamentali dell’insegnamento

ALTRE INFORMAZIONI

Studenti di LSM hanno possibilità di osservare modalità di svolgimento di Tests provocativi non invasivi cardiaci (test da sforzo al cicloergometro, test su tappeto) previo accordi con Dr Ghigliotti.

Per la partecipazione a questi tests provocativi,  viene richiesto di indossare camice bianco.