SVILUPPO DELLE DIFFERENZE INDIVIDUALI

SVILUPPO DELLE DIFFERENZE INDIVIDUALI

_
iten
Codice
56040
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
8 cfu al 1° anno di 8753 PSICOLOGIA (LM-51) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PSICOLOGIA )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso propone un approfondimento delle tematiche inerenti lo sviluppo psicologico, con particolare riferimento all’autoregolazione e al temperamento. Tali costrutti saranno utilizzati per esemplificare come i diversi domini di funzionamento dell’individuo nel corso dello sviluppo si integrino e coordinino la propria attività influenzandosi reciprocamente.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso è volto a fornire conoscenze e materiali di valutazione sullo sviluppo psicologico delle differenze individuali, con particolare riferimento al costrutto dell’autoregolazione, inteso come l’insieme dei processi di controllo volti alla regolazione del comportamento, il cui sviluppo risulta dall’accresciuta capacità di controllo degli impulsi, dell’attenzione e delle emozioni

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso consente di:

  • acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione dei processi di autoregolazione;
  • applicare le conoscenze acquisite e comprendere le traiettorie di sviluppo tipico e atipico;
  • saper utilizzare sul piano concettuale e su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi;
  • acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti;
  • acquisire adeguate capacità di apprendimento che consentono di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina.

Modalità didattiche

Il corso si svolgerà attraverso lezioni frontali e momenti di discussione, integrati da un’esercitazione individuale così articolata: somministrazione di uno strumento osservativo, analisi e sintesi delle risposte (scoring), commento dei risultati. I risultati dell’esercitazione saranno oggetto di una discussione in aula volta a rappresentare e a spiegare i diversi profili individuali emersi. Tali risultati concorreranno alla valutazione finale.
Alla fine del corso è prevista un’ulteriore esercitazione che consentirà agli studenti di cimentarsi in un elaborato scritto da svolgersi in aula su una traccia modulata sulla base delle consegne tipiche degli esami di stato per accedere alla professione di psicologo. Le consegne verteranno sui temi trattati nell’ambito del corso, ma richiederanno la capacità di integrare tali conoscenze con quanto appreso fino a quel punto del percorso di studi.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Saranno trattati i diversi approcci teorici che spiegano il temperamento e l’autoregolazione e le traiettorie di sviluppo tipico e atipico inerenti questi aspetti. Sarà inoltre presentata una selezione di contributi volti a illustrare aspetti specifici relativi alla crescita emotiva e sociale e alla formazione dell’individuo. Durante il corso saranno presentati alcuni strumenti per la valutazione del temperamento e saranno presentati e spiegati i differenti profili individuali che emergeranno da un’esercitazione con uno di tali strumenti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

R.F. Baumeister, K.D. Vohs, Handbook of Self-Regulation: Research, Theory, and Applications (Paperback), Guilford Publications, 2007 (capp. da 1 a 4, da 13 a 18, più uno a scelta tra 19, 20, 21 o 22),
G. Axia, QUIT, Trento, Erickson, 2002.
O. Albanese, P. Molina, Lo sviluppo della comprensione delle emozioni e la sua valutazione, Milano, Unicopli, 2008.
M.D. Lewis, R.M. Todd (2007). The self-regulating brain: Cortical-subcortical feedback and the development of intelligent action. Cognitive Development, 22, 406–430

Un volume a scelta tra i seguenti:
J. Bowlby, Costruzione e rottura dei legami affettivi, Milano, Raffaello Cortina, 1982.
J. Dunn, L’amicizia tra bambini, Milano, Raffaello Cortina, 2006.
S. Lecce, E. Cavallini, A. Pagnin, La teoria della mente nell’arco di vita, Bologna, Il Mulino, 2010.
R. Plomin, Natura ed esperienza, Milano, Raffaello Cortina, 1998.
V. Reddy, Cosa passa per la testa di un bambino, Milano, Raffaello Cortina, 2010.
 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Mercoledi ore 11-13 presso lo studio 4A9 (IV piano di c.so A. Podestà).

Commissione d'esame

MARIA CARMEN USAI (Presidente)

MIRELLA ZANOBINI

PAOLA VITERBORI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso si svolgerà attraverso lezioni frontali e momenti di discussione, integrati da un’esercitazione individuale così articolata: somministrazione di uno strumento osservativo, analisi e sintesi delle risposte (scoring), commento dei risultati. I risultati dell’esercitazione saranno oggetto di una discussione in aula volta a rappresentare e a spiegare i diversi profili individuali emersi. Tali risultati concorreranno alla valutazione finale.
Alla fine del corso è prevista un’ulteriore esercitazione che consentirà agli studenti di cimentarsi in un elaborato scritto da svolgersi in aula su una traccia modulata sulla base delle consegne tipiche degli esami di stato per accedere alla professione di psicologo. Le consegne verteranno sui temi trattati nell’ambito del corso, ma richiederanno la capacità di integrare tali conoscenze con quanto appreso fino a quel punto del percorso di studi.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

SVILUPPO DELLE DIFFERENZE INDIVIDUALI

ESAMI

Modalità d'esame

Orale. Prima di sostenere l’esame, gli studenti dovranno preparare un elaborato che consiste in una sintesi critica di un articolo scientifico in lingua inglese riguardante i contenuti del corso. L'articolo deve essere reperito autonomamente utilizzando anche le banche dati su internet e deve essere sottoposto all'approvazione della docente. L’elaborato dovrà essere caricato nell’apposito spazio su aulaweb 15 giorni prima dell’esame.

Modalità di accertamento

Nel corso dell’esame orale saranno valutate le conoscenze acquisite in relazione ai contenuti del corso e la capacità di leggere i profili individuali emersi dall’esercitazione che lo studente avrà svolto. La tesina consentirà di valutare la capacità di comprensione di un articolo scientifico in lingua inglese.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
04/06/2020 14:00 GENOVA Orale
12/06/2020 14:00 GENOVA Orale
29/06/2020 14:00 GENOVA Orale
13/07/2020 14:00 GENOVA Orale
10/09/2020 14:00 GENOVA Orale