GEOGRAFIA DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO

GEOGRAFIA DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO

_
iten
Codice
65690
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
12 cfu al 1° anno di 9265 LINGUE E LETTERATURE MODERNE PER I SERVIZI CULTURALI (LM-37) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-GGR/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LINGUE E LETTERATURE MODERNE PER I SERVIZI CULTURALI)
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso di Geografia dei beni culturali e del turismo si propone di fornire gli elementi di conoscenza ed interpretazione del fenomeno turistico, dal punto di vista dell'analisi territoriale e delle risorse con particolare attenzione a quelle dei beni culturali. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'attività didattica si propone di fornire la conoscenza delle nozioni di base relative alla Geografia del turismo con un approfondimento sul turismo e i beni culturali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'attività didattica si propone di fornire la conoscenza di tutti quegli elementi che costituiscono l'imprescindibile materia motivante dell'attività turistica e cioè il territorio e le sue risorse. In particolare il corso si propone di favorire la comprensione dei risultati dell'attività antropica su di esso (il paesaggio) e sulle altre forme materiali (edificato - manufatti e produzioni) e immateriali (portato e stratificazione culturale). La seconda parte del corso mira a fornire gli strumenti metodologici e interpretativi dell'ampio tema del turismo culturale e dei beni culturali, in bilico fra conservazione, valorizzazione e fruizione turistica.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, attività seminariali, analisi dei casi ed eventuali lavori di gruppo.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I principali temi trattati sono.

Modulo 1:

  • I numeri del turismo: arrivi, presenze, flussi e bacini di accoglienza;
  • turismo e geografia economica: la domanda e l’offerta;  la circolazione e i trasporti; l’occupazione;
  • turismo e geografia politica:  situazioni geopolitiche; politiche turistiche; sistemi e distretti;
  • tipologie di turismi: motivazioni; turismo naturalistico, etnologico, rurale, ecc.
  • turismo e ambiente: spazio visitato e spazio consumato; la misura degli impatti;
  • turismo e immagine: neotoponimi, letteratura, massmedia, cartografia, ecc.;

Modulo 2:

  • Introduzione al turismo culturale e ai beni culturali;
  • Le determinanti del turismo culturale;
  • I beni culturali: evoluzione del concetto e della legislazione;
  • I beni culturali in cifre: la situazione in Italia;
  • Il link con il turismo: flussi, introiti e stagionalità.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

(Prima parte del corso) BAGNOLI L., Manuale di geografia del turismo, Torino, UTET, 2014 (terza edizione).

(Seconda parte del corso) Le indicazioni verranno fornite durante le lezioni. Chi non frequenta deve contattare il docente e/o consultare AULAWEB

Eventuali ulteriori materiali integrativi saranno pubblicati su AULAWEB

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti e laureandi si svolge il giorno MARTEDI' dalle ore 15 alle 17 c/o lo studio del docente al DISPO - Albergo dei poveri, Piazzale Brignole, 2 canc., Torre centrale, IV Piano, stanza 4/39b. Visti i numerosi impegni relativi ad attività istituzionali, si consiglia di verificare preventivamente via mail l'effettiva presenza del docente.

Ricevimento: Sempre dopo le lezioni o su appuntamente previo contatto via mail: stefania.mangano@unige.it

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, attività seminariali, analisi dei casi ed eventuali lavori di gruppo.

INIZIO LEZIONI

Il corso si sviluppa su due semestri. Le lezioni inizieranno secondo il caledario a partire rispettivamente dalla settimana del 16 ottobre 2017 per il I semestre e dalla settimana del 26 febbraio 2018 per il II semestre.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

GEOGRAFIA DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale. Per i frequentanti sarà valutato l'eventuale lavoro fatto in aula in corso d'anno. Al termine della prima parte del corso potrà essere sostenuta a scelta una prova scritta intermedia.

Modalità di accertamento

I risultati di apprendimento acquisiti dallo studente sono verificati e accertati mediante un esame orale che consente di verificare la capacità di esprimersi dialetticamente con correttezza e proprietà organizzando un discorso strutturato, ma anche e specialmente la padronanza del linguaggio tecnico, sia dal punto di vista dell’esattezza terminologica sia per quanto riguarda la capacità di comprendere, manifestare e utilizzare in modo chiaro ed efficace i concetti propri della geografia del turismo e delle tematiche legate al turismo e ai beni culturali.