STATICA DELLA NAVE

STATICA DELLA NAVE

_
iten
Codice
56927
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 1° anno di 8738 INGEGNERIA NAVALE (LM-34) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/01
LINGUA
Italiano (Inglese a richiesta)
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA NAVALE )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La galleggiabilità e la stabilità della nave, sia allo stato integro sia in falla, costituiscono un elemento fondamentale della sicurezza della nave. In questa prospettiva il corso rappresenta la possibilità di imparare a progettare la nave che garantisca  le adeguate prestazioni ai fini della salvaguardia della vita umana in mare e della protezione dell’ambiente.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Approfondimenti di concetti e problemi legati alla galleggiabilità e la stabilità della nave. Conoscenza e applicazione dei principali riferimenti normativi che si occupano di sicurezza in termini di galleggiabilità e stabilità della nave, con particolare riferimento alla loro influenza sul processo di progettazione della nave.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Alla fine del corso lo studente sarà in grado di:

- conoscere ed applicare le normative alla base della progettazione della nave per quello che riguarda la galleggiabilità e la stabilità allo stato integro e in falla

- calcolare la posizione finale di equilibrio di una nave e la sua stabilità in caso di danno

 

 

 

Modalità didattiche

Lezioni frontali, teoriche e pratiche, alla lavagna e uso saltuario di proiettore.

PROGRAMMA/CONTENUTO

1. Introduzione al contesto normativo:

IMO, IACS, PORT STATE CONTROL

Principali Codici e Convenzioni (SOLAS, MARPOL)

2. Stabilità allo stato integro:

Il momento di stabilità; alcuni richiami e osservazioni sui suoi parametri principali.

Influenza sul diagramma:

- dell’assetto

- del profilo d’onda

- angolo di allagamento progressivo

Studio del moto di rollio lineare

Momenti inclinanti:

- azione del vento

- accostata in velocità

Criteri di sufficiente stabilità allo stato integro (2008 IS code)

Criterio meteorologico (2008 IS code)

3. Pesata

4. Prova di stabilità

5. Stabilità per nave danneggiata

L'equilibrio e la stabilità dell'equilibrio della nave danneggiata:

- metodo per imbarco di peso

- metodo per sottrazione di carena

Metodo deterministico per la compartimentazione di sicurezza

Navi passeggeri (non più in vigore)

-.Curva delle lunghezze allagabili e ammissibili (SOLAS part B ch. II-1reg 3-4-5-6)

- Criteri di sufficiente stabilità a nave danneggiata  (SOLAS part B ch. II-1reg  8)

- Metodo deterministico per la compartimentazione di sicurezza (CONTINUA)

Navi speciali o pericolose

- IBC

- IGC

- MARPOL

Navi militari

- RINA-MIL

Metodo probabilistico per la compartimentazione di sicurezza

- Navi passeggeri  e da carico (probabilistico armonizzato SOLAS2009)

 -L’indice di compartimentazione richiesto R

- L’indice di compartimentazione calcolato A

-I parametri probabilistici relativi al danno p,r,v

 -Il parametro s relativo alla sopravvivenza della nave

- Applicazioni ed osservazioni

6. Cenni alla normativa per le navi passeggeri “Safe Return to Port”

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: luogo: in villa Cambiaso via Montallegro 1 DITEN polo navale, ufficio prof. Gualeni orario: in orario di ufficio senza appuntamento se compatibile con gli impegni del docente. Altrimenti previo appuntamento concordato via email, per telefono o di persona.

Commissione d'esame

GIULIANO VERNENGO (Presidente)

PAOLA GUALENI (Presidente)

DARIO BRUZZONE

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, teoriche e pratiche, alla lavagna e uso saltuario di proiettore.

INIZIO LEZIONI

Come da Calendario didattico

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale.

Durante l'anno verranno assegnate due esercitazioni pratiche che dovranno essere presentate e discusse con il docente prima di procedere all'esame orale

Modalità di accertamento

Prova orale: due domande aperte su temi trattati a lezione durante il semestre