COMMUNICATION NETWORKS FOR EMERGENCY AND MONITORING

COMMUNICATION NETWORKS FOR EMERGENCY AND MONITORING

_
iten
Codice
94630
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
5 cfu al 1° anno di 10553 ENGINEERING FOR NATURAL RISK MANAGEMENT (LM-26) SAVONA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-INF/03
LINGUA
Inglese
SEDE
SAVONA (ENGINEERING FOR NATURAL RISK MANAGEMENT)
periodo
2° Semestre
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’obiettivo di questo corso è quello di fornire agli studenti una conoscenza di base sulle principali tecnologie di rete, con particolare attenzione a quelle legate ad Internet e alle comunicazioni senza fili (wireless) e al loro utilizzo nel contesto del monitoraggio e della gestione delle emergenze.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Basic concepts on modern Network and Internet technologies; introduction to the architecture and protocols for wireless communication; basic concepts on Radio Cellular Networks , WiFi, Bluetooth and sensor networks technologies. Machine to Machine standards. Laboratory practical and simulative experiences.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’obiettivo principale del corso è quello di fornire una conoscenza di base sulle tecnologie di rete con particolare attenzione all’architettura Internet, alle reti senza fili (wireless) e alla loro applicazione nella gestione dl rischio e nel monitoraggio. Più in dettaglio, le lezioni prevedono una prima parte in cui si introducono le definizioni e i concetti base del “networking”, quali, ad esempio, le architetture di riferimento, la strutturazione a strati (layers), la commutazione di pacchetto e circuito e una sintesi delle caratteristiche/tecnologie dello strato fisico e di quello di linea. A seguito, in una seconda parte, si introducono gli elementi principali delle tecnologie di Internet, ossia l’architettura TCP/IP, il livello di applicazione, i protocolli TCP e UDP e infine l’IPv4/v6. Il terzo soggetto affrontato sono le reti senza fili o “wireless network”, partendo dalla descrizione delle reti radiomobili (GSM, UMTS, 4G), per proseguire con WiFi e Bluetooth, e finire con le reti di sensori e con tecnologie specifiche (quale ad esempio il TETRA). In ultimo, con l’ausilio di alcuni esempi, si affronta la descrizione delle modalità principali di applicazione delle tecnologie di rete descritte al contesto della gestione dell’emergenza e del monitoraggio.

PREREQUISITI

Nessuno

Modalità didattiche

Lezioni tradizionali con alcune dimostrazioni pratiche in aula

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Introduzione alle reti di telecomunicazioni
    • Definizioni di base, commutazione di circuito e pacchetto, architetture funzionali e struttura a strati, architetture di riferimento, i protocolli, sintesi dei livelli fisici e di linea.
  •  Tecnologie Internet
    • Introduzione a Internet, livello di applicazione, TCP/UDP, IPv4/6.
  • Le reti senza fili (wireless)
    •  Reti radio-mobili (GSM, UMTS, 4G-LTE, 5G); Wi-Fi (IEEE 802.11); Bluetooth (IEEE 802.15.1), reti di sensori.
  • Le reti nel monitoraggio e nella gestione delle emergenze
    •  Problematiche, applicazioni ed esempi pratici.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

- Materiale del corso disponibile su Aulaweb  (https://www.aulaweb.unige.it): copia di tutti I lucidi proiettati.

- J. F. Kurose, K. W. Ross, Computer Networking – A Top-Down Approach, 6th Ed., Pearson Education, Upper Saddle river, NJ, 2013.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Per appuntamento da fissare via email o al termine della lezione.

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni tradizionali con alcune dimostrazioni pratiche in aula

INIZIO LEZIONI

Come da Calendario didattico

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consiste in una discussione orale, è possibile che vi siano alcune verifiche intermedie durate il periodo di lezione.

Modalità di accertamento

Discussione orale.