FONDAMENTI DI DESIGN (DN)

FONDAMENTI DI DESIGN (DN)

_
iten
Codice
90716
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
8 cfu al 1° anno di 9274 DESIGN DEL PRODOTTO E DELLA NAUTICA (L-4) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/13
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (DESIGN DEL PRODOTTO E DELLA NAUTICA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'isegnamento di Fondamenti di Design fornisce gli strumenti base della lettura critica del progetto di design e gli strumenti di uso comune per affrontare un tema di progetto.

Osservare le cose con gli occhi del progettista è la chiave per capire il pensiero dei maestri del design e per cercare un proprio percorso progettuale. 

Fondamenti di Design  si colloca tra gli insegnamenti caratterizzanti il percorso formativo e prepara, attraverso la lettura del progetto, alle future azioni del designer.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Leggere il progetto come esercizio di apprendimento indiretto. Scomporre un oggetto seguendo le logiche formali, materiali ecc. e rapportandolo alle regole antropomorfiche e antropologiche.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Obiettivo dell'insegnamento è fornire gli strumenti per comprendere il significato dei concetti base del progetto di design in generale e della nautica in particolare e per sperimentare la dimensione del processo progettuale. 
Momenti formativi fondamentali sono le comunicazioni dedicate all’apprendimento degli elementi del processo che vanno dall’analisi dei bisogni all’ideazione e alla realizzazione dei prodotti. Le esercitazioni teorico-pratiche, con momenti di brainstorming collettivi, completano e indirizzano l’esperienza creativa.

I risultati attesi si inquadrano tra la comprensione del prodotto di design e il gesto progettuale; nello specifico lo studente sarà guidato alla scomposizione e all'analisi dell'oggetto e di ogni sua componente, comprenderà e valuterà i rapporti, le forme e la composizione. Conoscerà le tipologie, i gruppi funzionali e le parti emergenti del progetto. Collocherà e analizzerà criticamente il prodotto all'interno di un preciso contesto storico.

Al termine del percorso d'insegnamento lo studente avrà affinato la sua capacità critico analitica nella valutazione degli artefatti al fine di acquisire gli strumenti base che lo guideranno nelle successive azioni progettuali

 

PREREQUISITI

Non sono richiesti specifici prerequisiti per affrontare i contenuti dell'insegnamento. 

Modalità didattiche

Lezioni frontali, attività esercitative in aula e individuali e di gruppo.

Durante il percorso di insegnamento saranno previste alcune visite di istruzione (Saetec - Fiera dell'accessorio nautico e Salone del Mobile di Milano).

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

L'attività sarà organizzata mediante lezioni frontali, seminari ed esercitazioni:
le lezioni e i seminari hanno lo scopo di far conoscere le problematiche generali della progettazione;
le esercitazioni mirano a sviluppare la creatività come capacità di definire processi logici e progettuali. Il corso è organizzato per tematiche settimanali o quindicinali: ogni settimana – o in alcuni casi ciclo di più settimane – sarà trattato un tema dal punto di vista teorico descrittivo tramite le lezioni e i seminari che si completeranno in modo sperimentale tramite le esercitazioni. 

I principali temi trattati si riassumono in:

Lettura della Forma;

Lettura della Composizione;

Lettura delle Tipologie;

Lettura dei Materiali;

Inquadramento Storico dell'oggetto e posizionamento all'interno della Società;

Analisi delle principali metodologie progettuali

Costruzione di Moodboard di progetto e Mappe mentali

Le esercitazioni sono finalizzate a sviluppare le capacità di lettura di: 
- testi, oggetti e progetti, ovvero capacità di interpretare criticamente un oggetto, un testo, un progetto;
- disegno, ovvero capacità di dare forma alle proprie idee e di rappresentazione del progetto;
Le esercitazioni si svolgeranno in aula, singolarmente o a gruppi. In alcuni casi saranno presentate pubblicamente, in una sorta di confronto dibattito collettivo. Alla presentazione devono partecipare attivamente tutti i componenti del gruppo. Ogni esercitazione sarà una tappa del percorso che porterà all’esame finale.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bruno Munari, Da cosa nasce cosa. Appunti per una metodologia progettuale, Laterza, 2007

Ezio Manzini e Carlo Vezzoli, Design per la sostenibilità ambientale, Zanichelli, 2007

Branzi Andrea (a cura di), Capire il design, Giunti Editore S.p.A., 2007

Eugenio Bettinelli, La voce del maestro. Achille Castiglioni. I modi della didattica. Publi Paolini 2014

Paola Bertola e Ezio Manzini (a cura di), Design multiverso, Edizioni Polidesign, 2004

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: mercoledi mattina, con mail di prenotazione nella sede di Genova giovedi, con mail di prenotazione nella sede di La Spezia

Commissione d'esame

MARIO ZIGNEGO (Presidente)

GIULIA ZAPPIA (Presidente)

MASSIMO SALE MUSIO

MARIA MOROZZO DELLA ROCCA E DI BIANZE'

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, attività esercitative in aula e individuali e di gruppo.

Durante il percorso di insegnamento saranno previste alcune visite di istruzione (Saetec - Fiera dell'accessorio nautico e Salone del Mobile di Milano).

 

INIZIO LEZIONI

Il corso segue il calendario Accademico dell'Università degli Studi di Genova.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

FONDAMENTI DI DESIGN (DN)

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale - grafico.

L'esame orale consiste nella presentazione dell'elaborato finale (Lettura completa di un prodotto di design). La presentazione sarà pubblica e seguirà una breve discussione da parte della commissione, del candidato e degli studenti presenti. 

Concorreranno alla valutazione finale: le esercitazioni svolte, l'elaborato finale e la presentazione (sarà valutata la capacità di espressione)

 

Modalità di accertamento

Le esercitazioni intermedie permettono di verificare il percorso di apprendimento del candidato e la sua crescita nella materia.

La discussione orale permette di valutare la qualità dell'esposizione e della terminologia tecnica usata per descrivere un processo di progetto.

La prova grafico-descrittiva finale permette di valutare se il candidato ha raggiunto i risultati attesi di apprendimento, ovvero di lettura e di analisi critica di un prodotto di design

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
24/01/2020 15:00 LA SPEZIA Orale
07/02/2020 15:00 LA SPEZIA Orale
19/06/2020 15:00 LA SPEZIA Orale
10/07/2020 15:00 LA SPEZIA Orale
04/09/2020 15:00 LA SPEZIA Orale