FONDAMENTI E PRATICHE DI TECNOLOGIA

FONDAMENTI E PRATICHE DI TECNOLOGIA

_
iten
Codice
81034
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
8 cfu al 1° anno di 8694 SCIENZE DELL'ARCHITETTURA (L-17) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/12
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ARCHITETTURA )
periodo
Annuale
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 2 frazioni: A, B. Questa pagina si riferisce alla frazione B
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso fornisce le conoscenze di base per comprendere il ruolo della tecnologia nel progetto di architettura illustrando un’ampia panoramica di architetture tradizionali e contemporanee per conoscere: il comportamento qualitativo dei materiali resistenti e degli schemi e concezioni strutturali elementari; le prestazioni e le caratteristiche dei materiali da costruzione;  le specifiche tecniche e prestazioni di parti e componenti delle costruzioni.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso mira alla trasmissione dei fondamenti delle discipline tecnologiche per l’architettura. Si colloca in ambiti di governo dei principali fattori di progetto e costruzione.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si pone l’obiettivo di fornire allo studente le conoscenze di base sui fondamenti disciplinari della Tecnologia dell’Architettura, sui processi di produzione e di costruzione, sulle prestazioni e gli impieghi dei materiali da costruzione, sulle principali forme e concezioni strutturali delle architetture, sugli elementi costruttivi e l’organizzazione del cantiere. Le conoscenze di base sono fornite sulla base di un approccio esigenziale e prestazionale, sottolineando il ruolo della disciplina nella costruzione del progetto di architettura.

Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di:

- comprendere i princìpi e le regole della stabilità delle costruzioni;

- conoscere le caratteristiche tecniche delle risorse materiali e il loro utilizzo nella costruzione;

- analizzare la costruzione nelle sue diverse parti, conoscendone il ruolo all'interno della costruzione, i requisiti prestazionali e le modalità costruttive;

- valutare l’incidenza delle opzioni tecnologiche sui valori espressivi e simbolici nel progetto di architettura.

Modalità didattiche

L'insegnamento si svolge con lezioni ex cathedra svolte dal docente, con il contributo di alcuni seminari specialistici. Se possibile, in considerazione della numerosità degli studenti, saranno effettuate visite in cantiere e/o attività pratiche.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Gli argomenti affrontati nel corso delle lezioni sono divisi nei seguenti segmenti didattici:

1) I fondamenti della costruzione: lessico degli elementi costruttivi, principi di stabilità delle costruzioni, azioni e carichi che incidono sulle costruzioni

2) I materiali da costruzione, origine, lavorazione, caratteristiche prestazionali, tipi di prodotti e impieghi: pietra, ceramici, malte, legno, leghe metalliche, calcestruzzi, vetro.

3) Metodologia e strumenti della progettazione tecnologica: approcci esigenziali e prestazionali, attori del processo edilizio.

4) Caratteristiche materiali, funzionali e prestazioni attese dal sistema edilizio: gli elementi della costruzione: strutture di elevazione verticali e orizzontali, chiusure verticali, serramenti, coperture, scale, pareti divisorie.

Gli argomenti affrontati nel corso delle lezioni sono divisi nei seguenti segmenti didattici:

1) I fondamenti della costruzione: lessico degli elementi costruttivi, principi di stabilità delle costruzioni, azioni e carichi che incidono sulle costruzioni

2) I materiali da costruzione, origine, lavorazione, caratteristiche prestazionali, tipi di prodotti e impieghi: pietra, ceramici, malte, legno, leghe metalliche, calcestruzzi, vetro.

3) Metodologia e strumenti della progettazione tecnologica: approcci esigenziali e prestazionali, attori del processo edilizio.

4) Caratteristiche materiali, funzionali e prestazioni attese dal sistema edilizio: gli elementi della costruzione: strutture di elevazione verticali e orizzontali, chiusure verticali, serramenti, coperture, scale, pareti divisorie.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

A. Laurìa, Tecnologie di base per la residenza, Firenze, Edizioni A-Z, 2000.

M. C. Torricelli, R. Del Nord, P. Felli, Materiali e tecnologie dell’architettura, Bari, Laterza, 2001

M. Salvadori, Perché gli edifici stanno in piedi, Milano, Bompiani, 1995. 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ricevimento su appuntamento previa richiesta all'indirizzo: francog@arch.unige.it

Commissione d'esame

GIOVANNA FRANCO (Presidente)

FEDERICA POMPEJANO

GIORGIO MOR

GIORGIO MICHELE GIALLOCOSTA

ANDREA GIACHETTA

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento si svolge con lezioni ex cathedra svolte dal docente, con il contributo di alcuni seminari specialistici. Se possibile, in considerazione della numerosità degli studenti, saranno effettuate visite in cantiere e/o attività pratiche.

INIZIO LEZIONI

In attesa di pubblicazione dell'orario per il nuovo anno accademico

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

FONDAMENTI E PRATICHE DI TECNOLOGIA B

ESAMI

Modalità d'esame

La verifica dell’apprendimento avviene con esame orale finale. Durante l'anno sono previste prove scritte in itinere, facoltative, corrispondenti ai segmenti didattici in cui è strutturato l’insegnamento. 

Modalità di accertamento

L'esame orale permette di verificare le conoscenze impartite nei diversi segmenti didattici, necessarie per impostare progetti elementari. L'esposizione orale deve essere accompagnata da semplici elaborazioni grafiche che aiutino la studente ad esporre correttamente argomenti di tipo tecnico. Costituiscono parametri di valutazione dell'esame: la proprietà del lessico tecnico, le conoscenza acquisite, la qualità di esposizione degli argomenti trattati.