ETICA SOCIALE

ETICA SOCIALE

_
iten
Codice
72175
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 3° anno di 8750 SCIENZE PEDAGOGICHE E DELL'EDUCAZIONE (L-19) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-FIL/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE PEDAGOGICHE E DELL'EDUCAZIONE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso affronta, avvalendosi di un'analisi interdisciplinare,  le principali  questioni etiche inerenti la giustizia sociale e le sue possibilità di realizzazione, rapportando riflessione teorica e policy. Gli studenti potranno sviluppare la propria competenza etica in generale e acquisire conoscenze finalizzate allo sviluppo di capacità e competenze progettuali e gestionali.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende fornire conoscenze relative alle relazioni fra etica individuale ed etica pubblica con particolare riferimento al binomio sicurezza - insicurezza. A partire dalla definizione del rapporto deontologia -etica e dall' etica come competenza di base, saranno oggetto di studio la deontologia professionale e l'etica professionale dell'educatore. Gli studenti potranno, così, acquisire capacità e competenze concernenti la consulenza etica, l'educazione, la formazione, la progettazione e la valutazione nell'ambito della sicurezza sociale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento si proponedi fornire agli studenti, attraverso un approccio interdisciplinare, una generale comprensione delle questioni etiche inerenti la relazione giustizia sociale, diseguaglianze, sviluppo e tra giustizia sociale, merito, responsabilità individuale, sicurezza sociale.

Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di: 1. Identificare e descrivere le principali teorie etiche concernenti la giustizia sociale; 2. Comprendere i problemi fondamentali posti dal rapporto giustizia sociale, disuguaglianze, insicurezza sociale anche in una prospettiva globale al fine di orientarsi con sufficiente cognizione di causa fra le diverse teorie della giustizia sociale; 3. Applicare le teorie allo studio di casi eticamente rilevanti per sviluppare la competenza etica; 4. Analizzare questioni morali concernenti la giustizia sociale per acquisire lessico e modalità argomentative proprie delle diverse teorie; 5. Valutare criticamente le possibili implicazioni, in termini di policy, dei diversi approcci al tema della giustizia sociale per individuare le effettive possibilità di applicazione delle teorie a contesti sociali; 6. Progettare interventi eticamente sostenibili nell'ambito della sicurezza sociale per favorire la "professionalizzazione" dell' insegnamento.

 

 

Modalità didattiche

1. Lezioni frontali  finalizzate a fornire gli strumenti concenttuali, vocaboli  ed espressioni chiave del linguaggio settoriale della disciplina

2. Lezioni interattive basate su domande e richieste di approfondimento degli studenti. All' interno di tale modalità è prevista anche la lezione fra pari (peer to peer)

3. Lavori di gruppo dedicati, in particolare, alla progettazione di interventi in ambito sociale

Le lezioni saranno supportate con l'utilizzo di slide, filmati, testimonianze che verranno pubblicati in aulaweb

PROGRAMMA/CONTENUTO

 

Il programma è suddiviso in tre parti. La prima, introduttiva alla disciplina, concerne la definizione di etica; la presentazione dei principali  orientamenti  filosofico morali attraverso l'analisi di alcune parole chiave quali deontologia, teleologia, eudemonismo, razionalismo, autonomia, eteronomia, formalismo, sostanzialismo; il rapporto etica  - etiche applicate; la definizione del dominio proprio dell' etica sociale e dell' etica pubblica. La seconda parte, è incentrata sulla giustizia sociale e su quali siano possibili prospettive di realizzazione. I temi fondamentali oggetto di trattazione sono: giustizia sociale e diseguaglianze; diseguaglianze giuste e ingiuste; il rapporto tra giustizia sociale, diseguaglianze,  sviluppo, responsabilità individuale; l'estensione delle questioni di giustizia a livello globale. La terza parte é dedicata allo studio del rapporto sicurezza - insicurezza sociale come fattore incidente sulle politiche equitative e sulle policy relative alla giustizia sociale e alla presentazione di metodologie e modalità di progettazione di interventi eticamente sostenibili nell'ambito della sicurezza sociale.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

B. Giovanola (a cura di), Etica pubblica, giustizia sociale, diseguaglianze, Carocci, Roma, 2016

R. Castel, Incertezze crescenti. Lavoro, cittadinanza, individuo, Editrice Socialmente, Bologna 2015

Per gli studenti non frequentanti

L. Morri, Etica e società nel mondo contemporaneo, Franco Angeli, Milano 2004 (cap. I)

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Genova Giovedì ore 11.30 - 13.30 DAFIST, v. Balbi, 2 - Terzo piano Tel: 010 209 51463 - 010 209 5859 Savona Primo semestre Venerdì ore 13 - 14 Secondo semestre Lunedì ore 12 -13 Palazzina Lagorio - Sala Professori- Primo piano Campus Universitario, v. Magliotto, 2  

LEZIONI

Modalità didattiche

1. Lezioni frontali  finalizzate a fornire gli strumenti concenttuali, vocaboli  ed espressioni chiave del linguaggio settoriale della disciplina

2. Lezioni interattive basate su domande e richieste di approfondimento degli studenti. All' interno di tale modalità è prevista anche la lezione fra pari (peer to peer)

3. Lavori di gruppo dedicati, in particolare, alla progettazione di interventi in ambito sociale

Le lezioni saranno supportate con l'utilizzo di slide, filmati, testimonianze che verranno pubblicati in aulaweb

INIZIO LEZIONI

Mercoledì 25 settembre

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

La prova è finalizzata ad accertare conoscenze, abilità e competenze acquisite dagli studenti con riferimento agli obiettivi formativi e ai risultati d'apprendimento previsti

Modalità di accertamento

Esame orale

I criteri di valutazione sono esplicitati in una griglia che viene presentata agli studenti durante il corso anche al fine di orientare lo studio e l'apprendimento. La griglia è pubblicata in Aulaweb

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
14/01/2020 14:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Cultori della materia.

Arianna Di Giuseppe

Lucia Roggeroni