ARCHEOLOGIA E STORIA DEL VICINO ORIENTE ANTICO

ARCHEOLOGIA E STORIA DEL VICINO ORIENTE ANTICO

_
iten
Codice
66891
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al ° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-OR/05
SEDE
GENOVA (LINGUE E CULTURE MODERNE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso comprende un solo modulo di 6 CFU per un totale di 36 ore di insegnamento.
Il modulo di 6 CFU si terrà nel primo semestre: l'inizio delle lezioni è mercoledì 2  ottobre 2019. Il modulo è accessibile a tutti. Vista la particolarità della materia trattata, l'importanza delle immagini, dei filmati e degli oggetti proiettati in 3D, si consiglia vivamente la frequenza.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Stimolare gli studenti a una migliore comprensione delle dinamiche di tutela e valorizzazione del patrimonio artistico e archeologico del Vicino Oriente; fare acquisire le conoscenze fondamentali circa le principali collezioni orientali provenienti dai più prestigiosi musei del mondo. Delineare gli elementi fondamentali dello sviluppo storico-archeologico e linguistico  delle principali civiltà del Vicino Oriente antico, con speciale riferimento alla Mesopotamia.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Stimolare gli studenti a una migliore comprensione delle dinamiche di tutela del patrimonio artistico e archeologico del Vicino Oriente dalla fase pre-iconoclastica a quella delle distruzioni intenzionali da parte dei gruppi islamici estremisti; illustrare l’uso di tecnologie satellitari al fine di documentare le distruzioni intenzionali e i saccheggi nei siti archeologici di Siria e Iraq; analizzare le metodologie di intervento italiane (Carabinieri TPC) e straniere (British Museum) nel contrasto alla distruzione e saccheggio dei siti; fare acquisire le conoscenze fondamentali circa le principali collezioni orientali provenienti dai più prestigiosi musei del mondo. Delineare gli elementi fondamentali dello sviluppo storico-archeologico e linguistico delle principali civiltà del Vicino Oriente antico, con speciale riferimento alla Mesopotamia.

Al termine dell’insegnamento, gli studenti dovranno raggiungere i seguenti risultati di apprendimento: avere individuato e compreso le dinamiche di tutela del patrimonio culturale nell’area del Vicino Oriente, le motivazioni e le tipologie di distruzione; conoscere inoltre le principali collezioni museali di antichità del Vicino Oriente a livello mondiale,  e le linee di sviluppo storico, artistico e linguistico delle civiltà della Mesopotamia dalla preistoria ai grandi imperi del I millennio a.C.    

Modalità didattiche

Lezioni frontali con supporto di presentazioni powerpoint, proiezione di filmati e visione di oggetti in 3D. Il materiale didattico sarà pubblicato di volta in volta sulla piattaforma Aulaweb.Vista la particolarità della materia trattata, l'importanza delle immagini, dei filmati e degli oggetti proiettati in 3D, si consiglia vivamente la frequenza.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Terrorismo islamico e distruzione.  Ricostruzione  del patrimonio artistico e culturale del Vicino Oriente dopo le recenti guerre. Da Mosul a Ninive e Nimrud, da Palmira ad Aleppo a Ebla: nuovi sviluppi circa gli attacchi  ai beni archeologici del Vicino Oriente con speciale attenzione all'Iraq e alla Siria; pulizia etnico-culturale, saccheggi e distruzione intenzionale dei monumenti e dell'arte da parte di gruppi islamici estremisti. Recenti metodologie di intervento, tutela e ricostruzione delle opere e siti colpiti da conflitti armati a Mosul e Aleppo. Lineamenti di archeologia, storia dell'arte e lingue (sumerico e accadico) del Vicino Oriente Antico, con particolare riferimento alla Mesopotamia dalla rivoluzione agricola agli imperi paleoassiro e paleobabilonese di Hammurabi, sino all'età internazionale di El-Amarna e agli imperi assiro-babilonesi del II-I millennio a.C.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Programma per i frequentanti
A integrazione delle immagini e degli appunti delle lezioni:
1. A. Invernizzi, "Dal Tigri all'Eufrate - Volume I, Sumeri e Accadi". Le Lettere, Firenze,1992/2007: solo le immagini e gli argomenti trattati nelle lezioni.
2. A. Invernizzi, "Dal Tigri all'Eufrate - volume II, Babilonesi e Assiri", Le Lettere, Firenze,1992/2007: solo le immagini e gli argomenti trattati nelle lezioni;
3. Paolo Brusasco, "La Mesopotamia prima dell'Islam", Bruno Mondadori, 2008.

Uno a scelta tra i seguenti volumi, di cui si dovrà approfondire almeno due capitoli:

- Paolo Brusasco, "Dentro la devastazione. L'ISIS contro l'arte di Siria e Iraq". La Nave di Teseo 2018.

-Paolo Brusasco, “Tesori rubati. Il saccheggio del patrimonio artistico nel Medio Oriente”, Bruno Mondadori 2013.
- Paolo Brusasco, “Babilonia. All'origine del mito”. Cortina, Milano, 2012.

-Paolo Brusasco, "Looting the past. Syria's cultural heritage under attack: another Iraq?", Libreria Universitaria 2012: solo la Sezione 1.

-Mario Liverani, “Assiria. La preistoria dell’imperialismo”. Laterza, Bari, 2017.

-Mario Liverani, “Paradiso e dintorni,Il paesaggio rurale dell'antico Oriente”. Laterza 2018.

Testi facoltativi:

Lingua accadica.

Gli studenti interessati alle lingue semitiche del Vicino Oriente Antico possono concordare con il docente la lettura di Richard Caplice, “Introduction to Akkadian”, Rome, Biblical Institute Press, 1988.


Programma per i non frequentanti:
A. Invernizzi, "Dal Tigri all'Eufrate - Volume I, Sumeri e Accadi". Le Lettere, Firenze, 1992/2007: tutto il volume.
2. A. Invernizzi, "Dal Tigri all'Eufrate - volume II, Babilonesi e Assiri", Le Lettere, Firenze, 1992/2007: tutto il volume.
3. Paolo Brusasco, "La Mesopotamia prima dell'Islam", Bruno Mondadori (2008).

Uno a scelta tra i seguenti volumi, di cui si dovrà approfondire almeno tre capitoli:

- Paolo Brusasco, "Dentro la devastazione. L'ISIS contro l'arte di Siria e Iraq". La Nave di Teseo 2018.

-Paolo Brusasco, “Tesori rubati. Il saccheggio del patrimonio artistico nel Medio Oriente”, Bruno Mondadori 2013.
- Paolo Brusasco, “Babilonia. All'origine del mito”. Cortina, Milano, 2012.
-Paolo Brusasco, "Looting the past. Syria's cultural heritage under attack: another Iraq?", Libreria Universitaria 2012: solo la Sezione 1.

-Mario Liverani, “Assiria. La preistoria dell’imperialismo”. Laterza, Bari, 2017.

-Mario Liverani, “Paradiso e dintorni,Il paesaggio rurale dell'antico Oriente”. Laterza 2018.

 

Testi facoltativi:

Lingua accadica.

Gli studenti interessati alle lingue semitiche del Vicino Oriente Antico possono concordare con il docente la lettura di Richard Caplice, “Introduction to Akkadian”, Rome, Biblical Institute Press, 1988.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ogni mercoledì, dopo le lezioni, alle ore 13.

Commissione d'esame

PAOLO BRUSASCO (Presidente)

CHIARA BENATI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali con supporto di presentazioni powerpoint, proiezione di filmati e visione di oggetti in 3D. Il materiale didattico sarà pubblicato di volta in volta sulla piattaforma Aulaweb.Vista la particolarità della materia trattata, l'importanza delle immagini, dei filmati e degli oggetti proiettati in 3D, si consiglia vivamente la frequenza.

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno mercoledì 2 ottobre 2019 dalle ore 11 alle ore 13.

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ARCHEOLOGIA E STORIA DEL VICINO ORIENTE ANTICO

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consisterà in una verifica orale sui contenuti del corso. Al candidato verrà posta almeno una domanda per ognuno degli ambiti trattati, con particolare attenzione alle dinamiche di tutela del patrimonio archeologico di Siria e Iraq e allo  sviluppo dell’archeologia, della storia, dell’arte e delle lingue dell’antica Mesopotamia. Nella valutazione dell'esame si terrà conto, oltre che della conoscenza del programma da svolgere (argomenti trattati a lezione e relative immagini, approfondimenti sulla base della bibliografia indicata e dei materiali messi a disposizione sulla piattaforma Aulaweb), anche della capacità espositiva e dell'accuratezza nell’uso del linguaggio specifico della disciplina.

Modalità di accertamento

L’effettivo raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi attraverso l’esame orale permetterà di:  verificare la capacità di comprendere le dinamiche di tutela del patrimonio culturale nell’area del Vicino Oriente, le motivazioni e le tipologie di distruzione; la conoscenza inoltre delle principali collezioni museali di antichità del Vicino Oriente a livello mondiale,  e le linee dello sviluppo storico, artistico e linguistico delle civiltà della Mesopotamia dalla preistoria ai grandi imperi del I millennio a.C. A questo fine si valuteranno i seguenti parametri:    la qualità dell’esposizione,la familiarità del lessico specialistico, la capacità di ragionamento critico sugli sviluppi storici, linguistici e artistici delle culture studiate.

 

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
29/01/2020 11:00 GENOVA Orale L'esame si terrà mercoledì 29 gennaio 2020 alle ore 11 nell'aula H, Polo Didattico.
12/02/2020 11:00 GENOVA Orale L'esame si terrà mercoledì 12 febbraio 2020 alle ore 11 nell'aula H, Polo Didattico.
10/06/2020 11:00 GENOVA Orale L'esame si terrà mercoledì 10 giugno 2020 alle ore 11 nell'aula H, Polo Didattico.
08/07/2020 11:00 GENOVA Orale L'esame si terrà mercoledì 8 luglio 2020 alle ore 11 nell'aula M, Polo Didattico.

ALTRE INFORMAZIONI

Vista la particolarità della materia trattata, l'importanza delle immagini, dei filmati e degli oggetti proiettati in 3D, si consiglia vivamente la frequenza.