LINGUA E TRADUZIONE SPAGNOLA I

LINGUA E TRADUZIONE SPAGNOLA I

_
iten
Codice
55889
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
12 cfu al 1° anno di 8741 TEORIE E TECNICHE DELLA MEDIAZIONE INTERLINGUISTICA (L-12) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-LIN/07
LINGUA
Spagnolo
SEDE
GENOVA (TEORIE E TECNICHE DELLA MEDIAZIONE INTERLINGUISTICA )
periodo
Annuale
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso Lingua Spagnola 1 (12 CFU) comprende un Lettorato annuale e un Modulo Teorico, impartito al 1º semestre.  La docente coordinatrice (Ana Lourdes de Hériz) impartisce le lezioni del modulo teorico.

Il corso Lingua spagnola come terza lingua (6 CFU) comprende soltanto il Lettorato e corrisponde alla materia Lingua spagnola I (codice 55874) del corso di studi in Lingue e Culture Moderne (LCM) e non a questa.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Al termine del corso lo studente avrà acquisito conoscenze e competenze di base nell'ambito della linguistica spagnola (in particolare relativamente ai suoi aspetti fonetici, morfologici e lessicologici, con un approccio contrastivo con l’italiano), della mediazione e della tipologia testuale. Inoltre, grazie al supporto di esercitazioni linguistiche tenute da collaboratori linguistici, gli studenti raggiungeranno il livello B2 del Quadro di Riferimento Europeo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

MODULO TEORICO (prof.ssa Ana de Hériz):

L'obiettivo del corso è quello di fornire strumenti per conoscere e riconoscere i diversi componenti linguistici della lingua spagnola che intervengono nelle attività comunicative, soffermandosi con speciale attenzione sui livelli fonologico/fonetico, morfologico e lessicale, al fine di favorire un approccio contrastivo con la lingua italiana e/o le lingue materne dei discenti. Si prenderanno in considerazione diverse varianti dello spagnolo nel mondo. 

LETTORATO:

Il Lettorato di I anno di spagnolo mira a una preparazione linguistico-culturale che, relativamente alla competenza comunicativa, raggiunga il livello B2 del QCER:

"È in grado di comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione. È in grado di interagire con relativa scioltezza e spontaneità, tanto che l’interazione con un parlante nativo si sviluppa senza eccessiva fatica e tensione. Sa produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti e esprimere un’opinione su un argomento d’attualità, esponendo i pro e i contro delle diverse opzioni".

- Verranno inoltre svolte esercitazioni di riconoscimento delle tipologie testuali e di introduzione alla traduzione.

Modalità didattiche

Lezioni frontali teorico-pratiche ed esercitazioni.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Per il Modulo Teorico:

  • Concetti introduttivi di fonetica e fonologia
  • Vocalismo e consonantismo dello spagnolo
  • Concetti introduttivi di morfologia lessicale e lessicologia
  • Flessione
  • Derivazione
  • Composizione
  • Sigle, abbreviazioni e acronimi

Per il Lettorato:

  • Descrittori del Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.
  • Introduzione alla tipologia testuale e alla traduzione

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per il modulo teorico delle dispense e alcuni articoli caricati dalla docente nel portale AulaWeb.

Per il lettorato:

Per tutto l’anno:

  1. M. C. Anciburu et al. Vía Rápida. Curso intensivo de español A1-B1. Libro del alumno. Barcellona: Difusión
  2. M. C. Anciburu et al. Vía Rápida. Curso intensivo de español A1-B1. Cuaderno de ejercicios. Barcellona: Difusión
  3. R. Alonso et al. Gramática básica del estudiante de español. (Edición revisada y ampliada). Barcelona: Difusión.

Per il 2º semestre:

  • Più avanti verrà indicata una lettura sulla quale si lavorerà nel 2º semestre.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Per informazioni sul ricevimento dei docenti, consultate le loro pagine personali nel sito www.lingue.unige.it.

Commissione d'esame

ANA LOURDES DE HERIZ RAMON (Presidente)

CARMELO VALERO

ANA BELEN SERRANO DE LA IGLESIA

SIMONE PELLEGRINI

MATTEO ANFUSO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali teorico-pratiche ed esercitazioni.

INIZIO LEZIONI

IMPORTANTE!

Le lezioni NON INIZIANO la settimana del 30 settembre, ma quella del 7 ottobre. E più specificamente:

MODULO TEORICO (da giovedì 10 ottobre) con questo orario:

Giovedì, 12.15-14, Aula B (Polo didattico)

Venerdì, 12.15-13, Aula B (Polo didattico)

LETTORATO: le lezioni del lettorato inizieranno lunedì 7 ottobre, alle ore 8.45 (aula A, Polo didattico), con la presentazione della materia e con un test di livello per gli studenti che hanno già studiato spagnolo. Tutti gli iscritti a spagnolo devono essere presenti (anche se iniziano a imparare spagnolo per la prima volta e anche se hanno un DELE). Gli studenti in possesso di una certificazione del Diploma DELE dell’Instituto Cervantes devono portare copia del certificato contenente i voti delle prove. Tutte queste procedure serviranno a dividervi in gruppi per 5 settimane sulla base del livello di partenza. In seguito a questo primo incontro del 7 ottobre, l'orario del lettorato sarà il seguente:

Mercoledì 9 ottobre: non ci sarà lezione

ORARIO DAL 14 OTTOBRE

Gruppo livello principianti – Anne Serrano e Simone Pellegrini

Lunedì, ore 8.45-12, aula A (Polo didattico)

Mercoledì, ore 15.15-18.30, aula A (Polo didattico)

Gruppo livello avanzato  – Carmelo Valero

Per 5 settimane (dal 14 ottobre): lunedì, ore 8.30-12, aula G (Polo didattico)

 

 

 

 

 

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

LINGUA E TRADUZIONE SPAGNOLA I

ESAMI

Modalità d'esame

Le competenze acquisite si valuteranno con una prova scritta per il Modulo Teorico e una prova scritta e orale per il Lettorato.

Modalità di accertamento

MODULO TEORICO: la prova scritta è divisa in tre parti: la prima valuta le conoscenze dei concetti fondamentali con domande tipo test; la seconda permette di applicare la teoria all'analisi della lingua con domande a risposta aperta breve; la terza controlla lo studio autonomo della bibliografia con domande a risposta aperta più lunga.

LETTORATO: nell'esame scritto si valuta, con una comprensione uditiva, diversi esercizi e una redazione, la competenza linguistico-comunicativa del livello B2 del Quadro di Riferimento Europeo delle Lingue. L'ultima parte della prova scritta verifica le conoscenze acquisite nelle esercitazioni di introduzione alle tipologie testuali e alla traduzione. Il colloquio orale prevede il controllo dell'espressione e dell'interazione orale e dei contenuti culturali del corso.