IGIENE (PARTE DI C.I.)(LM FAR)

IGIENE (PARTE DI C.I.)(LM FAR)

_
iten
Codice
64544
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
5 cfu al 1° anno di 8452 FARMACIA (LM-13) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/42
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (FARMACIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso di Igiene si propone di analizzare le aree e metodologie di intervento relative alla promozione della salute attraverso l’identificazione e la misurazione delle cause e dei fattori di rischio di malattia (momento conoscitivo) e la loro rimozione e prevenzione primaria, secondaria e terziaria (momento degli interventi).

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’obiettivo generale è la promozione e la tutela della salute dell’uomo attraverso l’identificazione e la misurazione delle cause e dei fattori di rischio di malattia (momento conoscitivo) e la loro rimozione e prevenzione primaria, secondaria e terziaria (momento degli interventi). Nello specifico, il corso si prefigge di fornire allo studente competenze di base nel campo: - della metodologia epidemiologica (descrittiva, analitica, valutativa e sperimentale), dei sistemi di sorveglianza sanitaria e del risk assessment; - della medicina preventiva, riabilitativa e sociale, con particolare riferimento alla epidemiologia generale e prevenzione delle malattie infettive trasmissibili (immunoprofilassi attiva e passiva, disinfezione, sterilizzazione e sanificazione ambientale), delle malattie cronico-degenerative e tumorali (stili di vita corretti e test di screening); - dell’igiene applicata all'ambiente, ai luoghi di lavoro, agli alimenti e alla nutrizione; - dell’educazione sanitaria e della promozione alla salute; - della medicina di comunità e della sanità pubblica; - della programmazione, organizzazione e gestione dei servizi sanitari (concetti di disease e risk management).

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento in Igiene si prefigge l'obiettivo di far acquisire specifiche conoscenze e competenze nel campo dell’Igiene applicata agli ambienti ospedalieri e assistenziali, alla medicina di comunità, alla medicina preventiva, riabilitativa e sociale, all’epidemiologia, alla sanità pubblica, al management in sanità, alla programmazione, organizzazione, gestione e valutazione sanitaria, alla promozione della salute ed all’educazione sanitaria.

Al temine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di:

- avere competenze relativamente alla metodologia epidemiologica (descrittiva, analitica, valutativa e sperimentale);

- avere competenze relativamente ai sistemi di sorveglianza sanitaria

- avere competenze relativamente alla medicina preventiva, riabilitativa e sociale, con particolare riferimento alla epidemiologia generale e prevenzione delle malattie infettive trasmissibili (immunoprofilassi attiva e passiva, disinfezione, sterilizzazione e sanificazione ambientale),

- avere conoscenze relativamente agli aspetti epidemiologici delle malattie cronico-degenerative e tumorali (stili di vita corretti e test di screening) e alla loro prevenzione,

- avere nozioni di educazione sanitaria e di promozione alla salute,

- conoscere gli aspetti generali della medicina di comunità e della sanità pubblica.

 

 

Modalità didattiche

Lezioni plenarie in aula.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Introduzione all’Igiene e alla Medicina Preventiva
  • Prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • Epidemiologia descrittiva, analitica e sperimentale. Misurare la salute e la malattia (fonti di dati e tassi grezzi e specifici di incidenza, prevalenza, mortalità, letalità, etc.)
  • La catena infettiva, profilassi generale e notifica delle malattie infettive
  • Malattie a trasmissione aerodiffusiva (Influenza, Pertosse, poliomielite, meningiti batteriche, morbillo-parotite-rosolia, varicella, ecc.)
  • Malattie a trasmissione con il sangue e i liquidi biologici e Sexually Transmitted Diseases (S.T.Ds) (HBV, HCV, HIV, ecc.)
  • Malattie a trasmissione orofecale (poliomielite ed Epatite virale A e E, ecc.)
  • Malattie trasmesse da vettori (malaria, peste, febbre gialla, ecc.)
  • Immunoprofilassi attiva e passiva. I vaccini: razionale, tipologia e modalità di somministrazione. Obiettivi e strategie percorribili di vaccinazione. Il concetto di herd immunity in vaccinologia. Il ruolo sociale delle vaccinazioni come pratica medica di Sanità Pubblica. La vaccinovigilanza.
  • Il Piano Nazionale in Prevenzione Vaccinale
  • Difterite, Tetano, Pertosse e Poliomielite: epidemiologia e prevenzione
  • Morbillo, Parotite e Rosolia: epidemiologia e prevenzione
  • Meningiti batteriche da Haemophilus Influenzae tipo B, Pneumococco e Meningococco: epidemiologia e prevenzione
  • Epatiti virali (HAV, HBV, HCV, ecc.): epidemiologia e prevenzione
  • Infezione da HIV e AIDS: epidemiologia e prevenzione
  • Influenza stagionale e aviaria: epidemiologia e prevenzione
  • Il Servizio Sanitario Nazionale: programmazione, organizzazione e gestione dei servizi sanitari
  • Malattie cardio-cerebrovascolari e ipertensione: epidemiologia e prevenzione
  • Tumori maligni: epidemiologia e prevenzione
  • Il cancro della cervice uterina: epidemiologia e prevenzione (PAP-test e vaccino anti-virus papilloma umano)
  • I test di screening per la prevenzione secondaria del carcinoma della cervice uterina, del carcinoma mammario e del carcinoma colon-rettale in Liguria

TESTI/BIBLIOGRAFIA

- Marinelli P et al:“Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica”, Ed. Piccin.

- Barbuti S et al: “Igiene”, Ed. Monduzzi.

- Bartolozzi G: “Vaccini e vacinazioni”, Ed. Masson

- Pencheon D et al: “Manuale Oxford della pratica in sanità pubblica”, Centro Scientifico Editore.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

LAURA STICCHI (Presidente)

ANNA MARIA SCHITO (Presidente)

ANDREA ORSI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni plenarie in aula.

ESAMI

Modalità d'esame

I moduli di Microbiologia e Igiene costituiscono un unico corso integrato la cui valutazione di profitto è effettuata in un esame unico.

Occorre rispettare le propedeuticità, per tale motivo gli studenti iscritti all’appello dovranno presentarsi all’esame con la stampa degli esami già sostenuti, oltre al documento di riconoscimento.

L'esame si basa su due prove scritte, una per ciascuno dei moduli, che dovranno essere sostenute nello stesso giorno.

La prova di Microbiologia consiste di uno scritto con cinque domande a risposta aperta, a cui il candidato deve rispondere in 50 minuti. Il punteggio assegnabile a ogni domanda va da 0 a 6 punti, in funzione della chiarezza e della completezza della risposta.

La prova di Igiene consiste in una domanda aperta ed in 20 quiz a risposta multipla, a cui il candidato deve rispondere in 40 minuti. Per quanto riguarda il punteggio assegnato, 1 punto verrà attribuito ad ogni risposta corretta ai quiz (0,25 punti di penalizzazione in caso di risposta sbagliata) ed un punteggio che va da 0 a 10 alla domanda aperta, in funzione della chiarezza e della completezza della risposta.

Durante lo svolgimento delle prove, NON è permesso l'uso di appunti o libri. Non è altresì permesso l'uso di cellulari (che devono essere tenuti spenti, pena l'esclusione dalla prova), di computer e di altri strumenti collegabili a reti informatiche.

Modalità di accertamento

Valutazione e superamento dell'esame:

Il candidato che consegua un voto inferiore a 18 in una delle due prove scritte sarà automaticamente respinto e dovrà risostenere l'intero esame.

Nel caso il cui il punteggio su una o entrambe le prove sia inferiore a 10, il candidato non potrà ripresentarsi all'appello successivo della stessa sessione.

L'esame si intende superato se in entrambe le prove di valutazione è stato conseguita una votazione pari ad almeno 18.  In tal caso, il voto finale dell'esame sarà pari alla media ponderata delle due valutazioni.

I candidati che hanno superato entrambe le prove scritte potranno sostenere, a loro discrezione,  una integrazione orale all'esame. La votazione finale, in questo caso, sarà fortemente determinata dalla qualità della prova orale.

ALTRE INFORMAZIONI

Tutto quanto indicato sopra vale sia per gli studenti Italiani che quelli stranieri (incluso quelli Erasmus) il corso.