EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE (DISCIPLINA)

EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE (DISCIPLINA)

_
iten
Codice
67650
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
8 cfu al 1° anno di 9322 SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (LM-85 bis) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ART/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento di Educazione all'Immagine si divide in Disciplina (8 cfu) e Laboratorio (1 cfu) per un totale di 9 cfu. Forma gli studenti ad affrontare la disciplina nella scuola primaria e secondaria come da programmi ministeriali.  

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Sviluppare capacità di lettura delle immagini, attraverso la presentazione di casi studio emblematici; acquisire competenze relative alle strategie comunicative dei Beni Culturali in relazione al territorio e in contesti museali, attraverso l’esame di concrete esperienze didattiche, in riferimento alle attese ed esigenze sia della scuola dell’infanzia, sia della scuola primaria; acquisire strumenti critici utili allo sviluppo della competenza espressivo-comunicativa dei bambini. Affrontare a livello teorico, gli studi relativi allo sviluppo del segno grafico nei bambini, contestualizzandone gli esiti con più recenti saggi di ambito pedagogico.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si pone i seguenti obiettivi: 

- acquisire strumenti critici utili allo sviluppo della competenza comunicativa dei bambini attraverso la teorizzazione dei metodi espressivi in campo grafico in riferimento alle attese ed esigenze sia della scuola d’infanzia, sia della scuola primaria;

- sviluppare la capacità di lettura delle immagini, attraverso la presentazione di casi di studio emblematici e dei contenuti fondamentali della storia dell’arte moderna e contemporanea;

- acquisire competenze relative alle strategie comunicative dei beni culturali attraverso l’esame di concrete esperienze didattiche (in campo museale e attraverso la presentazione e esperienze svolte nelle classi della scuola primaria)

Modalità didattiche

Lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

I contenuti del corso comprenderanno cenni sulla produzione di immagini in età infantile (scarabocchio, disegno); riflessioni sullo statuto, la percezione e la decrittazione delle immagini; esemplificazioni riferite a temi, nodi problematici e passaggi fondamentali della storia dell’arte; accostamento  alla varietà dei beni culturali, con particolare riferimento a quelli presenti nel territorio, in funzione didattica. Inoltre, si toccheranno tematiche quali la didattica dell'arte nell'era digitale. Saranno presentate nel contesto del corso esperienze concrete di educazione all’immagine attraverso il patrimonio culturale del territorio, con particolare riferimento a realtà museali o legate ad esposizioni temporanee.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Frequentanti e non frequentanti:

TESTI DI STUDIO:

- E. Cannoni, “Il disegno dei bambini”, Carocci editore (collana Bussole/91), Roma 2007

- G. Golomb, “L’arte dei bambini. Contesti culturali e teorie psicologiche”, R. Cortina editore, Milano 2004

- C. Longobardi, T. Pasta, R. Quaglia, "Manuale di disegno infantile. Vecchie e nuove prospettive in ambito educativo e psicologico", UTET, Milano 2012 (o ed. successive)

- B. Munari "Fantasia. Invenzione, creatività e immaginazione nelle comunicazioni visive", Laterza, Roma-Bari, 1998.

- un manuale di Storia dell'arte per lo studio dell’arte dal Quattrocento al Novecento.

Nel caso lo studente non avesse un manuale a disposizione si consiglia di utilizzare i seguenti testi: 

C. Bertelli, "La storia dell’arte", edizioni scolastiche Bruno Mondadori, i volumi con le parti dal Rinascimento al Novecento.

o in alternativa:

G. Bora, G. Fiaccadori, A. Negri, A. Nova, "I luoghi dell'arte, storia opere percorsi", Electa Mondadori, i volumi con le parti dal Rinascimento al Novecento.

Per un approfondimento della didattica della storia dell'arte, si consiglia il volume:

 - A. Pinelli, "La storia dell'arte. Istruzioni per l'uso", Laterza, Roma-Bari 2009 (o edizioni successive).

 

Gli studenti con relativo permesso che non potessero frequentare le lezioni (come da regolamento del Corso di Laurea) sono invitati a concordare un programma dedicato con il docente.

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Mercoledì ore 10-11 su appuntamento previa comunicazione gcm.montanari@gmail.com

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

INIZIO LEZIONI

26 settembre 2018

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE (DISCIPLINA)

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

In sede di esame orale lo studente, in ottemperanza alla partitura bibliografica proposta, verrà chiamato ad esporre la parte teorica del corso, dedicata al disegno infantile, e a dimostrare di possedere gli strumenti critici per comprendere, leggere, collocare cronologicamente immagini di opere d'arte visionate a lezione o tratte dai manuali.