ARCHEOLOGIA E INSEDIAMENTI TARDOANTICHI E MEDIEVALI

ARCHEOLOGIA E INSEDIAMENTI TARDOANTICHI E MEDIEVALI

_
iten
Codice
84427
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 2° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ANT/08
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento si propone di fornire un'ampia introduzione ai principali temi della ricerca archeologica dedicata allo studio dello sviluppo e della evoluzione degli insediamenti tardo antichi e medievali in Italia (IV-XIII secolo). La presentazione dei dati archeologici è accompagnata da una discussione sul contributo portato dalle altre fonti (documentarie, epigrafiche, ecc.) in un quadro ricostruttivo globale che ha come obbiettivo la conoscenza della storia del territorio.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso è finalizzato a fornire: •Introduzione e principali temi della ricerca su sviluppo ed evoluzione degli insediamenti tardo antichi e medievali. • Conoscenza del dibattito storiografico sulla “La fine del mondo antico e l'inizio del medioevo”. • Capacità di inquadrare in un corretto contesto geografico e cronologico gli argomenti affrontati. L'attività formativa può essere integrata con la partecipazione ad attività di laboratorio, scavi archeologici e ricognizioni organizzati dall'Insegnamento durante il periodo estivo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento, attraverso un breve inquadramento teorico e la presentazione di casi esemplificativi, offre informazioni generali sui principali temi della ricerca sullo sviluppo ed evoluzione degli insediamenti tardo antichi e medievali in Italia. Il ‘percorso’ privilegiato favorirà l'acquisizione di conoscenze di archeologia, storia della cultura materiale e degli "indicatori" archeologici principali  per l'analisi e la datazione dei contesti tardo antichi e altomedioevali (ceramica, pietra ollare, vetro, monete ecc.).L'attività di insegnamento potrà essere integrata con la partecipazione ad attività di laboratorio (analisi e classificazione di reperti di scavo), a seminari, a scavi archeologici e a ricognizioni organizzati dal docente. L'attività di apprendimento prevede la preparazione e la presentazione di una ricerca individuale, partendo da testi che saranno forniti dal docente.

Al termine dell’insegnamento lo studente avrà compreso le dinamiche dei principali temi del dibattito storiografico sulla nascita e lo sviluppo degli "insediamenti tardo antichi e medievali in Italia“; saprà analizzare articoli scientifici; comprendere edizioni di scavi archeologici; identificare (in maniera preliminare) le principali classi di reperti archeologici; distinguere il contributo che un singolo scavo archeologico può portare ai temi di ricerca precedentemente esaminati e studiati.

 

Modalità didattiche

L'attività di insegnamento prevede:  lezioni frontali con l'ausilio di presentazioni in PowerPoint e video; analisi di casi di studio; visite a siti archeologici e a musei; seminari e lavori di gruppo.

  • La partecipazione alle lezioni è vivamente consigliata.
  • La partecipazione ad attività di laboratorio e ad attività sul campo è facoltativa.
  • Si raccomanda inoltre l’iscrizione al corso su aul@web per ricevere informazioni e per scaricare il materiale didattico visionato durante le lezioni.

 

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Argomenti affrontati: La fine del mondo antico e l'avvio del Medioevo; Crisi e trasformazione delle città;  La fine delle ville e della "villa society"; Chiese e  cristianizzazione della città e del territorio; Lo sviluppo degli emporia altomedievali; Castelli e incastellamento; Lo sviluppo degli insediamenti urbani tra X e XI secolo; Cttà e campagna in età comunale; I principali indicatori cronologici per l'archeologia tardo antica e medievale (classificare i reperti ceramici, la pietra ollare, il vetro, le monete, ecc.).

L'attività di insegnamento potrà essere integrata con la partecipazione ad attività di laboratorio archeologico, seminari, scavi archeologici e ricognizioni organizzati e diretti dal docente.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

A. AUGENTI, Archeologia dell'Italia medievale, Laterza, 2016.
G.P. BROGIOLO, A. CHAVARRIA ARNAU, Aristocrazia e campagne nell'Occidente da Costantino a Carlo Magno, Firenze 2005.
A. CHAVARRIA ARNAU, Archeologia delle chiese. Dalle origini all'anno Mille, Carocci 2009
F. BENENTE,  Il Castello di Rivarola. Campagne di scavo 1996/97 e indagini archeologiche 2018, Oltre Edizioni 2019, ISBN: 9788899932589


 

Bibliografia dettagliata verrà fornita al termine di ogni lezione e sarà resa disponibile tramite il servizio Aulaweb.
Gli studenti non frequentanti possono concordare un programma didattico con il docente.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Mercoledì 9.30-11.00, Lo studio del docente è in Via Balbi 2 al 2° piano (Dipartimento di Antichità Filosofia Storia) Altri orari di ricevimento possono essere concordati in caso di esigenze motivate (ad es. studenti lavoratori, laureandi con esigenze di revisione tesi, ecc.). Il docente è contattabile tramite mail: fabrizio.benente@unige.it

LEZIONI

Modalità didattiche

L'attività di insegnamento prevede:  lezioni frontali con l'ausilio di presentazioni in PowerPoint e video; analisi di casi di studio; visite a siti archeologici e a musei; seminari e lavori di gruppo.

  • La partecipazione alle lezioni è vivamente consigliata.
  • La partecipazione ad attività di laboratorio e ad attività sul campo è facoltativa.
  • Si raccomanda inoltre l’iscrizione al corso su aul@web per ricevere informazioni e per scaricare il materiale didattico visionato durante le lezioni.

 

 

INIZIO LEZIONI

23 settembre 2019

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame prevede una prova orale  sotto forma di colloquio. Lo studente dovrà dimostrare di aver compreso gli argomenti trattati nel corso delle lezioni (se frequentante) o la conoscenza e comprensione dei testi elencati nell’apposita sezione della voce Bibliografia (se non frequentante).

Studenti non frequentanti e studenti Erasmus possono, inoltre, concordare con il docente un programma individuale e differenziato.

Modalità di accertamento

Il metodo di valutazione dell’accertamento del grado di apprendimento raggiunto tiene conto della seguente scala di valori:

1. nel caso in cui lo studente, attraverso una padronanza espressiva, dimostrerà di aver  compreso  i testi proposti, le periodizzazioni affrontate e gli argomenti presentati a lezione, l’esame sarà valutato con voti tra l’ottimo e l’eccellente (da 28 a 30 con lode);

2. una conoscenza di tipo esclusivamente mnemonica (quindi priva di una profonda comprensione), l’analisi superficiale e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a una valutazione compresa tra buono (25-27) e soddisfacente (23-24);

3. una conoscenza approssimativa, una comprensione superficiale e modalità espressive non appropriate potranno essere considerate sufficienti (18-22);

4. lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all’interno dei materiali bibliografici e delle tematiche presentate a lezione saranno valutate negativamente.

 

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
18/12/2019 10:00 GENOVA Compitino
18/12/2019 10:00 GENOVA Orale
22/01/2020 10:00 GENOVA Compitino
22/01/2020 10:00 GENOVA Orale
05/02/2020 10:00 GENOVA Compitino
05/02/2020 10:00 GENOVA Orale
10/06/2020 10:00 GENOVA Compitino
10/06/2020 10:00 GENOVA Orale
24/06/2020 10:00 GENOVA Compitino
24/06/2020 10:00 GENOVA Orale
15/07/2020 10:00 GENOVA Compitino
15/07/2020 10:00 GENOVA Orale
09/09/2020 10:00 GENOVA Compitino
09/09/2020 10:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Per ogni ulteriore domanda su programma del corso e modalità d'esame, il docente è reperibile negli orari di ricevimento e può essere contattato via mail: fabrizio.benente@unige.it