ENERGETICA AMBIENTALE

ENERGETICA AMBIENTALE

_
iten
Codice
91052
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
5 cfu al 2° anno di 10799 INGEGNERIA CIVILE (LM-23) GENOVA

5 CFU al 2° anno di 9270 INGEGNERIA MECCANICA - ENERGIA E AERONAUTICA (LM-33) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/11
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CIVILE)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento si rivolge agli studenti che desiderano apprendere i concetti fondamentali riguardanti la valutazione dei fabbisogni energetici degli edifici, il loro impatto ambientale e la loro copertura con fonti rinnovabili. Particolare attenzione  viene rivolta al riuso dell’esistente dove l’attività di riqualificazione energetica  si deve confrontare con aspetti architettonici, storici, urbanistici e strutturali spesso limitativi della libera progettazione di coibentazioni, impianti efficienti ed integrazione con fonti rinnovabili.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso è finalizzato a fornire una conoscenza di base sulle soluzioni impiantistiche finalizzate al risparmio energetico, con particolare attenzione agli impianti che utilizzano fonti energetiche alternative. Il corso si articola in due parti, la prima si concentra sui principi di funzionamento dei sistemi che sfruttano le fonti energetiche alternative, alle soluzioni impiantistiche e ai criteri di scelta e dimensionamento. Nella seconda parte si affronta il tema della certificazione energetica degli edifici in applicazione della recente normativa sul risparmio energetico e l’uso razionale dell’energia.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento lo studente sarà  in grado di progettare secondo le normative tecniche e legislative a livello nazionale e regionale in relazione all'efficienza energetica e del Benessere termo-igrometrico;  progettare interventi nuovi o ristrutturazioni di esistenti in conformità ai requisiti energetici richiesti ed integrazione con l’ utilizzo di fonti rinnovabili. Sarà inoltre in grado di valutare l’incidenza dei ponti termici sulle dispersioni degli edifici e a progettare le idonee correzioni con utilizzo di software agli elementi finiti.

Modalità didattiche

Lezioni frontali  in aula informatica

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte 1  Energetica dell’involucro

Nel primo modulo verranno individuati i fabbisogni termici ed elettrici per il riscaldamento, raffrescamento, illuminazione e produzione di acqua calda sanitaria negli edifici ad uso residenziale, commerciale od uffici.  Verranno   analizzati,   per mezzo di software agli elementi finiti, con utilizzo dell’aula informatica,  i ponti termici tipici delle costruzioni del parco edilizio italiano e loro influenza nel contributo alle dispersioni termiche e alla formazione di condense. Verranno svolte esercitazioni numeriche e riscontri con esercitazione pratica mediante l'utilizzo di termocamera e ausilio di pittogrammi termografici. Verranno individuati i miglioramenti possibili a livello di involucro con particolare attenzione al riuso e al recupero edilizio dell’esistente.

Parte 2 Impianti e rinnovabili

Nel  secondo  modulo   verranno analizzate le tipologie  correnti di sistemi di generazione per il riscaldamento e raffrescamento, mediante l'uso di caldaie tradizionali, a condensazione pompe di calore. Verranno analizzati i rendimenti dei diversi impianti ed in particolare l'integrazione che potrà essere offerta dalle fonti rinnovabili principali: solare termico, solare fotovoltaico, geotermico, eolico, cogenerazione.

Parte 3  Normativa certificazione e diagnosi energetica

Nel terzo modulo verranno esposte le valutazioni di calcolo indicate dalla normativa tecnica UNI 11300 parti da 1 a 6 per la valutazione del fabbisogno di energia primaria per i diversi servizi energetici degli edifici. L'elaborazione di calcolo verrà svolta tramite software Regionale Celeste 3 con l'utilizzo dell'aula informatica. Verranno analizzati   gli indicatori di convenienza economica previsti dal d.lvo 102 e relativa normativa tecnica UNI 15459. E’ prevista l'esecuzione di una certificazione (per chi ha tempo anche successiva diagnosi) energetica di un immobile ad uso residenziale o ufficio.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dispense del corso su Aulaweb

P. Cavalletti- Certificazione energetica – TEST CON SOLUZIONI RAGIONATE Mc Graw Hill 2010  ISBN 9788838662645

P. Cavalletti – F Arecco  Efficienza e Certificazione energetica negli edifici – 2010 Wolters Kluwer Italia srl  ISBN 9788821733550

P.Cavalletti  -S. Bergero Arecco Fabbri Applicazioni pratiche di certificazione Energetica”- 2015 Dario Flaccovio editore ISBN 978-88-579-0400-9

P Cavalletti – C Fabbri L.A. Tagliafico Un modello di diagnosi energetica applicato ad alcuni casi di studio  Atti Convegno Comfort abitativo pp 221-229 Bologna 

P. Cavalletti C Fabbri N Montaldo – La rivalutazione della tecnica di coibentazione a insufflaggio a seguito del decreto requisiti minimi degli edifici - La termotecnica ottobre 2015 ISSN 0040-3725

P Cavalletti - Thermal bridge correction in energy refurbishing of civil existing buildings according to European minimum energy targets by 2020:pratical application to one case study, JCEAR 2-2016

P. Cavalletti S. Bergero  L’incidenza del coefficiente medio globale di scambio termico per trasmissione nelle ristrutturazioni importanti di primo e secondo livello alla luce del DM 26/06/2015- La termotecnica marzo 2016

P. Cavalletti, S.Bergero Mean heat transmission coefficient as a new parameter to control heat transmission and mould growth in building refurbishment JCEAR 3-2016 ISBN 978-88-95620-64-0

C Fabbri, M De Rosa, Tagliafico Luca A. , Cavalletti P Optimal Regulation Criteria for Building Heating System by Using Lumped Dynamic Models 6th International Building Physics Conference, IBPC 2015 ELSEVIER P 1665-1670 VOL78 

P. Cavalletti, S. Bergero, M. Michelini, C. Fabbri Termoregolazione e contabilizzazione del calore ai sensi del D.Lgs. 102-2014 - Analisi di fattibilità, convenienza e risparmio energetico pagg 53 59 La termotecnica maggio 2016

S. Bergero P. Cavalletti A. Chiari Thermal bridge correction in energy refurbishment of existing buildings: a case study 11th Conference on Advanced Building Skins 10-11 October 2016, Bern, Switzerland pag 147-157

Luca A. Tagliafico, Paolo Cavalletti, Claudia Fabbri and Federico Scarpa Dynamic Behaviour and Control Strategy Optimization for Conventional Heating Plants in Buildings ISSN: 0392-8764 Vol. 34, Special Issue 2, October 2016, pp. S505-S511

P. Cavalletti, S. Bergero, M. Michelini, Termoregolazione e contabilizzazione: convenienza economica per zona climatica di unità immobiliare italiana tipo mediante aggregazione di dati campione pagg 58-63 La termotecnica dicembre 2016

P. Cavalletti, S. Bergero Energy Audit of a ‘60 Residential Building Served by a Steam Heating System J. Civil Eng. Architect. Res. Vol. 4, No. 1, 2017, pp. 1880-1890  Received: December 13, 2016; Published: January 25, 2017

S. Bergero P. Cavalletti A. Chiari Energy refurbishment in existing buildings: thermal bridge correction according to DM 26/06/2015 limit values. 50th AiCARR INTERNATIONAL CONFERENCE "Beyond NZEB buildings" Matera (Italy) Maggio 2017 atti del convegno pagg 174-178

P. Cavalletti, S. Bergero, M. Michelini, Analysis of thermal control and heat accounting economic convenience in typical Italian housing unit and climatic zones. AIGEE conference in june 2017 Genoa paper n°10

P. Cavalletti et al LINEE GUIDA PER AUDIT ENERGETICI SU EDIFICI RESIDENZIALI http://www.muvita.it/OLD_SITE/Public/pdf/LineeGuida_4.pdf.

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali  in aula informatica

INIZIO LEZIONI

settembre 2019

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame del corso di Energetica ambientale consiste in una prova orale che può essere sostenuta negli appelli ufficiali stabiliti a calendario, dagli studenti che hanno superato gli esami considerati propedeutici e che hanno compilato il questionario per la rilevazione della qualità didattica (codice insegnamento 91052).

La prova orale è preceduta da un elaborato progettuale individuale, che ha lo scopo di verificare l'esistenza di un livello di preparazione idoneo alla risoluzione di problemi numerici  relativi al corso e che da la possibilità di accesso all’orale. Tale elaborato viene redatto e approvato durante le revisioni  nel corso dell’anno e consegnato una settimana prima della data fissata per l’orale.

Modalità di accertamento

La prova orale è costituita  da un colloquio con domande aperte basate sugli argomenti svolti a lezione .

La conoscenza  di base è requisito essenziale per il superamento dell’esame , se in aggiunta lo studente è in grado di coordinare  i diversi argomenti trattati e ha buona  capacità espositiva si può raggiungere un punteggio  di livello medio, il massimo dei voti può essere raggiunto sulla base di tutti gli elementi precedentemente indicati oltre a dimostrare  padronanza della materia, spirito critico  e spunti personali di approfondimento.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
16/01/2020 14:00 GENOVA Orale
13/02/2020 14:00 GENOVA Orale
12/03/2020 14:00 GENOVA Orale
16/04/2020 14:00 GENOVA Orale
14/05/2020 14:00 GENOVA Orale
11/06/2020 14:00 GENOVA Orale
09/07/2020 14:00 GENOVA Orale
17/09/2020 14:00 GENOVA Orale