FISICA TERRESTRE

FISICA TERRESTRE

_
iten
Codice
57252
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
9 cfu al 2° anno di 8763 SCIENZE GEOLOGICHE (L-34) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/10
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE GEOLOGICHE )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso applica metodologie fisico-matematiche alle fenomenologie geologiche e alle loro elaborazioni modellistiche. L'obiettivo è quello di potenziare le capacità di analisi dei principali fenomeni fisici che avvengono nell’ambiente terrestre e di saper prevedere le catastrofi naturali.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali.

Essendo previste attività per l’applicazione delle conoscenze acquisite, la frequenza a lezioni ed esercitazioni di  laboratorio è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Elementi sulla origine ed evoluzione del pianete terra - moto planetario, sistema terrestre, geocronologia, tettonica globale.

Gravità e forma della terra - Fluttuazioni dell’asse di rotazione, gravità ed ellissoide terrestre, misure e anomalie di gravità, geoide e compensazione isostatica, spessore litosferico in aree isostatiche.

Sismologia e struttura interna - Deformazioni elastiche, onde sismiche e sismometri, propagazione delle onde elastiche (onde P, S e di superficie), terremoti, sismicità e struttura interna del pianeta.

Calore all'interno della Terra - Conduzione termica, flusso di calore terrestre, temperatura superficiale, struttura termica della litosfera, stato termico del mantello e nucleo, implicazioni geodinamiche della convezione.

Geomagnetismo - Magnetizzazione, magnetizzazione rimanente, campo magnetico terrestre, campo di riferimento e anomalie, variazione secolare, paleomagnetismo, variazioni in tempi brevi, correnti elettriche naturali.

Elasticità e frattura - Elasticità lineare, tensioni e deformazioni monoassiali e piane, tensioni su un piano inclinato, taglio puro e taglio semplice, tensione isotropa e triassiale, flessione elastica, flessione di strutture geologiche, processi di frattura

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Fowler C. M. R., 2004. “ The Solid Earth: An Introduction to Global Geophysics”, Cambridge University Press.
Pasquale V., 2011. “GEOFISICA”, ECIG-Edizioni Culturali Internazionali Genova.

 

Tutte le slides utilizzate durante le lezioni, i report analitici prodotti durante le esercitazionii e altro materiale didattico saranno disponibili su AulaWeb al termine di ogni ciclo di lezioni/esercitazioni di laboratorio.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: l ricevimento degli studenti sara concordato direttamente con il docente

Commissione d'esame

DANIELE SPALLAROSSA (Presidente)

MASSIMO VERDOYA

SIMONE BARANI

EGIDIO ARMADILLO

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali.

Essendo previste attività per l’applicazione delle conoscenze acquisite, la frequenza a lezioni ed esercitazioni di  laboratorio è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni del primo semestre avranno inizio a partire dal 23 Settembre 2019,  ed avranno termine entro il 17 Gennaio 2020. Le lezioni del secondo semestre avranno inizio a partire dal 17 Febbraio  2020 e avranno termine entro il 12 Giugno 2020.Consultare orario dettagliato al seguente link: https://easyacademy.unige.it/portalestudenti/

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

FISICA TERRESTRE

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in una prova orale.

L'esame orale consiste nella risposta a domande poste dal docente su argomenti trattati durante l'insegnamento.

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni specifico argomento saranno forniti nel corso delle lezioni

L’esame orale verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare  se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze.

Sarà anche valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza costante e regolare alle lezioni è fortemente raccomandata.