BIOLOGICAL OCEANOGRAPHY

BIOLOGICAL OCEANOGRAPHY

_
iten
Codice
98797
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 2° anno di 10590 HYDROGRAPHY AND OCEANOGRAPHY (LM-75) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/07
LINGUA
Inglese
SEDE
GENOVA (HYDROGRAPHY AND OCEANOGRAPHY)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’Oceanografia biologica riguarda le relazioni tra la componente biotica  e le forzanti fisiche e chimiche degli ambienti marini . Le interazioni sono molteplici, come molteplici sono i livelli ai quali è possibile intraprenderne lo studio, a partire da fenomeni che avvengono a scala microscopica fino ai processi globali. L’insegnamento,  fornendo un quadro degli aspetti biologici, rende completa l’ottica già acquisita dallo studente magistrale sui processi che avvengono negli oceani. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

The lectures aim at highlighting the relationships between the environmental constraints (physical, chemical and morphological) and the development of the marine ecosystems, focusing on pelagic global effects as well as local processes. Natural features and human-derived alterations of the marine ecosystems will be analysed. Basic ecological and biological information will be provided, related to trophic webs and biogeochemical cycles. Sampling procedures and data analysis will be described with reference to up-to-date research examples.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle attività proposte consentirà allo studente di integrare e completare , da un punto di vista biologico, le conoscenze acquisite nel corso di laurea magistrale.

Al termine del corso lo studente saprà:

  • definire e descrivere i processi biogeochimici a livello marino
  • evidenziare i fattori portanti dei processi biogeochimici marini
  • classificare e comparare le relazioni tra il comparto biotico e quello chimico-fisico in ambienti peculiari
  • selezionare in modo  critico i metodi di campionamento e analisi per pianificare lo studio dei processi biogeochimici
  • sintetizzare e comunicare efficacemente quanto appreso utilizzando un lessico adeguato.

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento sono necessarie le conoscenze di base relative all’oceanografia fisica e chimica.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali e di una parte di esercitazioni nei laboratori del DiSTAV.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica dei principali metodi utilizzati e descritti durante le lezioni frontali. Le esercitazioni saranno condotte in gruppo, all’interno del quale gli studenti potranno confrontarsi e stabilire una strategia di azione per ottenere il risultato previsto, sotto il controllo del docente.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma del corso prevede la presentazione e la discussione dei seguenti argomenti:

  • definizione degli ambiti spaziali e funzionali degli ambienti marini
  • principi ecologici di base: organismi-popolazioni-comunità, produttori e consumatori, strategie e reti trofiche, fattori limitanti.
  • Interazioni tra la componente biotica e i principali descrittori fisico-chimici (profondità, morfologia del fondo e struttura della colonna d’acqua, movimenti delle masse d’acqua (correnti e onde), temperatura, salinità, luce, ossigeno disciolto, nutrienti inorganici,  materiale organico): come  si sviluppano in ambienti peculiari .
  • Effetti dell’attività antropica sui processi biologici degli oceani e delle zone costiere: distrofie, sfruttamento, inquinamento a livello locale e globale.
  • Esercitazioni in laboratorio  basate su alcuni dei principali protocolli utilizzati nella ricerca scientifica, in aula per la definizione di un piano di campionamento in ambienti e con finalità differenti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le presentazioni utilizzate durante le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su AulaWeb al termine dell’insegnamento.

I libri sotto indicati sono suggeriti come testi nei quali lo studente può ritrovare i concetti di base. I testi consigliati sono disponibili e consultabili presso la biblioteca della Scuola di Scienze M.F.N.

Lalli C.M & Parsons T.R. (1993) Biological oceanography. An introduction. Pergamon Press.

Odum E.P. (1988) Basi di ecologia. Piccin-Nuova Libraria.

Informazioni più aggiornate sono fornite, invece, mediante le pubblicazioni scientifiche discusse in sede di lezione.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente.

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali e di una parte di esercitazioni nei laboratori del DiSTAV.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica dei principali metodi utilizzati e descritti durante le lezioni frontali. Le esercitazioni saranno condotte in gruppo, all’interno del quale gli studenti potranno confrontarsi e stabilire una strategia di azione per ottenere il risultato previsto, sotto il controllo del docente.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni del primo semestre avranno inizio a partire dal 30 Settembre 2019 ed avranno termine entro il 17 Gennaio 2020, le lezioni del secondo semestre avranno inizio a partire dal 17 Febbraio 2020 e avranno termine entro il 12 Giugno 2020.

Consultare orario dettagliato al seguente link: https://easyacademy.unige.it/portalestudenti/

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in una prova scritta, con domande a risposta aperta inerenti gli argomenti trattati nell’insegnamento. L'esame è superato se lo studente ha ottenuto un voto maggiore o uguale a 18/30.

Saranno disponibili 5 appelli nella sessione estiva (giugno, luglio, settembre) e 2 appelli nella sessione invernale (gennaio-febbraio).

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni.

L’esame scritto verificherà l’effettiva acquisizione delle conoscenze, che lo studente dovrà essere in grado di collegare e integrare con quanto appreso in sede di esercitazione.  Le domande aperte permetteranno di valutare la capacità di sintetizzare e riconoscere i principali aspetti dell’argomento trattato, e sarà anche valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza costante e regolare alle lezioni e alle correlate esercitazioni di laboratorio è raccomandata.