FILOSOFIA DELLE SCIENZE UMANE (LM)

FILOSOFIA DELLE SCIENZE UMANE (LM)

_
iten
Codice
53020
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-FIL/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (METODOLOGIE FILOSOFICHE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di tematizzare le peculiarità delle scienze umane rispetto alle scienze naturali, con particolare riferimento a rilevanti problemi teorici contemporanei nelle scienze psicologiche e biologiche.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo dell'insegnamento è offrire allo studente un quadro delle principali differenze tra la metodologia delle scienze umane e sociali e quella delle scienze naturali, facendo riferimento al dibattito specialistico in corso. Sarà fondamentale la lettura e l’analisi di testi, anche da parte degli studenti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Obiettivi dell'insegnamento sono: Tematizzare le peculiarità delle scienze umane e sociali rispetto alle scienze naturali; Sviluppare le capacità di analisi e l’apparato concettuale necessario per poter argomentare in modo rigoroso; Approfondire nozioni come quella di riduzionismo e determinismo, facendo particolare riferimento a come le scienze umane dialoghino o si scontrino con le scienze naturali; Apprendere ad analizzare criticamente problemi teorici nelle scienze psicologiche e biologiche attraverso lo sguardo specifico delle scienze umane.

Al termine dell'insegnamento, lo studente dovrà essere in grado di: Saper spiegare e sintetizzare testi su temi interdisciplinari in modo concettualmente e linguisticamente appropriato; Applicare gli strumenti analitici e concettuali propri del ragionamento filosofico nella discussione di problemi nuovi, con particolare riferimento a quelli sollevati dalle scienze psicologiche e biologiche; Valutare criticamente la relazione tra scienze umane, sociali e naturali, proponendo in modo autonomo connessioni filosoficamente rilevanti, argomentazioni e contro-argomentazioni.

PREREQUISITI

È consigliabile, ma non obbligatorio, aver seguito un corso di Filosofia della Scienza in precedenza. Al fine di favorire l’apprendimento, le tematiche scientifiche verranno introdotte e sviluppate in modo graduale, senza che sia richiesta conoscenza pregressa in queste materie.

Modalità didattiche

Il corso alternerà lezioni frontali tenute dal docente a presentazioni in classe (facoltative) tenute dagli studenti frequentanti. Durante il corso, ricercatori esterni potrebbero essere chiamati a tenere seminari su temi specifici. Gli studenti sono tenuti a iscriversi ad Aulaweb, dove saranno caricati materiali aggiuntivi legati al corso.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Durante le lezioni verranno analizzati i punti di dialogo e di contrasto tra scienze umane, sociali e naturali in relazione a temi oggetto di dibattito, tra cui ad esempio: riduzionismo, determinismo e libero arbitrio; la distinzione natura/cultura; gli aspetti biologici alla base dei tratti psicologici umani come l’intelligenza. Attraverso questi temi verrà mostrato come lo studio degli esseri viventi necessiti di un dialogo interdisciplinare tra scienze umane, sociali e naturali.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Studenti frequentanti

1) Un volume a scelta tra:

- Cianciolo, A. T., & Sternberg, R. (2004). Breve storia dell’intelligenza. Bologna: Il Mulino, 2007.

- Dupré, J. (2001). Natura Umana. Perché la scienza non basta. Roma: Laterza, 2007.

- Lewontin R. C. (2001). The triple helix: Gene, organism, and environment. Cambridge, US: Harvard University Press.

- Marcus, G. (2004). La nascita della mente. Come un piccolo numero di geni crea la complessità del pensiero umano. Torino: Codice Edizioni, 2008.

- Spector, T. (2012). Uguali ma diversi. Quello che i nostri geni non controllano. Torino: Bollati Boringhieri, 2016.

 

2) Gli studenti che NON abbiano seguito un corso di Filosofia della Scienza dovranno leggere anche un volume a scelta tra:

- Galavotti, M. C., & Campaner, R. (2017). Filosofia della scienza. Milano: EGEA.

- Okasha, S. (2002). Il primo libro di filosofia della scienza. Torino: Einaudi.

 

Studenti NON frequentanti

1) Un volume a scelta tra:

- Galavotti, M. C., & Campaner, R. (2017). Filosofia della scienza. Milano: EGEA

- Okasha, S. (2002). Il primo libro di filosofia della scienza. Torino: Einaudi.

 

2) Un volume a scelta tra:

- Borghini, A., & Casetta, E. (2013). Filosofia della biologia. Roma: Carocci.

- Godfrey-Smith, P. (2016). Philosophy of Biology. Princeton: Princeton University Press.

- Snow, C. P. (1963). Le due culture. Venezia: Marsilio Editore, 2005.

 

3) Un volume a scelta tra:

- Cianciolo, A. T., & Sternberg, R. (2004). Breve storia dell’intelligenza. Bologna: Il Mulino, 2007.

- Dupré, J. (2001). Natura Umana. Perché la scienza non basta. Roma: Laterza, 2007.

- Lewontin R. C. (2001). The triple helix: Gene, organism, and environment. Cambridge, US: Harvard University Press.

- Marcus, G. (2004). La nascita della mente. Come un piccolo numero di geni crea la complessità del pensiero umano. Torino: Codice Edizioni, 2008.

- Spector, T. (2012). Uguali ma diversi. Quello che i nostri geni non controllano. Torino: Bollati Boringhieri, 2016.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Mercoledì, ore 15-17 (su appuntamento) DAFIST, Sezione di Filosofia, Via Balbi 4, II piano

Commissione d'esame

DAVIDE SERPICO (Presidente)

MICHELE MARSONET

MARCELLO FRIXIONE

MARIA CRISTINA AMORETTI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso alternerà lezioni frontali tenute dal docente a presentazioni in classe (facoltative) tenute dagli studenti frequentanti. Durante il corso, ricercatori esterni potrebbero essere chiamati a tenere seminari su temi specifici. Gli studenti sono tenuti a iscriversi ad Aulaweb, dove saranno caricati materiali aggiuntivi legati al corso.

INIZIO LEZIONI

29 ottobre 2019

ESAMI

Modalità d'esame

Studenti frequentanti: Esame orale (30 punti su 30). Gli studenti potranno scegliere di sostituire parte dell’esame (20 punti su 30) con una presentazione in classe. In questo caso, le modalità saranno concordate a lezione.

Studenti NON frequentanti: Esame orale.

La preiscrizione all’esame è obbligatoria e deve essere effettuata almeno una settimana prima dell’appello prescelto.

Modalità di accertamento

Studenti frequentanti: l'esame orale e la presentazione in classe (facoltativa) valutano la capacità dello studente di sintetizzare ed esporre testi di filosofia delle scienze umane e naturali mediante un apparato concettuale e terminologico appropriato (10 punti su 30), di applicare gli strumenti concettuali propri del ragionamento filosofico nella discussione di problemi scientifici nuovi, con particolare riferimento a quelli sollevati dalle scienze psicologiche e biologiche (10 punti su 30), nonché di valutare criticamente la relazione tra scienze umane e scienze naturali, proponendo in modo autonomo connessioni filosoficamente rilevanti, argomentazioni e contro-argomentazioni (10 punti su 30).

Studenti NON frequentanti: l'esame orale valuta la capacità dello studente di spiegare e sintetizzare testi di filosofia delle scienze umane e naturali mediante un apparato concettuale e terminologico appropriato (10 punti su 30), di applicare gli strumenti analitici e concettuali propri del ragionamento filosofico nella discussione di problemi scientifici nuovi, con particolare riferimento a quelli sollevati dalle scienze psicologiche e biologiche (10 punti su 30), nonché di valutare criticamente la relazione tra scienze umane e scienze naturali, proponendo in modo autonomo connessioni filosoficamente rilevanti, argomentazioni e contro-argomentazioni (10 punti su 30).

ALTRE INFORMAZIONI

Gli studenti che fossero impossibilitati a frequentare le lezioni sono tenuti a mettersi in contatto con il docente per concordare il programma d’esame.