DIRITTO PENALE COMPARATO

DIRITTO PENALE COMPARATO

_
iten
Codice
55600
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 3° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/17
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il diritto penale comparato è lo studio del diritto penale di alcuni ordinamenti europei al fine di porne a confronto caratteristiche, similitudini e differenze.L’insegnamento è rivolto agli studenti che intendano acquisire una conoscenza dei principi generali del diritto penale vigente nei sistemi francese, inglese, spagnolo in funzione dello svolgimento di attività professionali in organismi o istituzioni internazionali,in studi legali o  imprese che abbiano relazioni internazionali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Lo scopo principale dell’insegnamento è che gli studenti acquisiscano conoscenza del diritto penale inglese, spagnolo, francese, in modo tale da coglierne similitudini e differenze con il nostro ordinamento, in funzione di essere in grado di applicare il diritto penale dei suddetti Stati.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento di diritto comparato si propone, in una prima parte, di fornire agli studenti una panoramica delle principali caratteristiche dei sistemi penali di civil law e di common law, in funzione di evidenziarne le differenze e i punti di contatto che col tempo si sono accentuati. A lezione l’analisi sarà approfondita con uno sguardo alle fonti del diritto penale scozzese, in ragione del fatto che esso oggi è il sistema penale di common law più puro e meno contaminato dalla civil law, e alla codificazione maltese, in quanto esempio di compromesso tra principi di common law e principi di civil law. Nella seconda parte, l’insegnamento si focalizza sugli istituti di parte generale (fonti, struttura e forme del reato, sistema sanzionatorio) del diritto penale inglese, spagnolo, francese.

Lo studio individuale, la frequenza e la partecipazione alle attività formative proposte consentiranno allo studente di:

  • Comprendere le differenze tra sistemi penali di civil law e di common law;
  • Comprendere che attualmente i sistemi di common law tendono sempre di più a lasciare spazio alla civil law e, al contempo, i sistemi di civil law ad applicare i principi di riserva di legge e di divieto di analogia in modo meno rigoroso;
  • Interpretare ed individuare le principali disposizioni penali generali presenti nei codici penali spagnolo, francese, nonché nella common law e statute law inglese;
  • Comprendere e valutare criticamente, con autonomia di giudizio, le recenti riforme dei sistemi sanzionatori spagnolo e francese;
  • Leggere ed esaminare criticamente, con autonomia di giudizio, leggi, manuali e articoli scientifici di diritto penale inglese, spagnolo, francese;
  • Esprimersi in linguaggio tecnico giuridico appropriato, non solo italiano ma anche inglese e/o spagnolo, francese.

PREREQUISITI

Conoscenza di lingue, almeno di quella inglese

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 36 ore (pari a 6 CFU), nel corso delle quali vengono presentati ed analizzati i principali istituti del diritto penale generale ed esposti casi giurisprudenziali. Gli studenti interessati potranno inoltre proporre e presentare alla classe ulteriori casi che si prestino ad essere oggetto di una discussione collettiva.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Analisi delle differenze e similitudini dei sistemi di civil law e di common law, con particolare riguardo alle garanzie e all’effettività degli stessi sotto il profilo della legalità (riserva di legge, irretroattività, determinatezza, divieto di analogia). Sistema penale scozzese: le fonti. Processo di codificazione del codice penale maltese del 1854, esempio di compromesso tra common law e statute law. Analisi comparata dei principali istituti di parte generale (fonti, struttura e forme di manifestazione del reato, imputabilità, sistema sanzionatorio) del diritto penale inglese, spagnolo, francese.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per gli studenti frequentanti il programma è costituito dagli appunti relativi agli argomenti trattati a lezione dal Docente. Eventuale materiale integrativo viene indicato durante lo svolgimento del corso.Quale manuale di supporto Palazzo-Papa, Lezioni di diritto penale comparato, 3^ edizione, Giappichelli, 2013, pp. 103-207.

Per gli studenti non frequentanti: Palazzo-Papa, Lezioni di diritto penale comparato, Giappichelli, 2013, pp. 103-207; Vinciguerra, Diritto penale inglese comparato. I principi, 2^ edizione, Cedam, 2002, pp. 71-115, 195-205, 235-322, 397-463, 501-531, 551-560.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: martedì e giovedì ore 9-12, Dipu via Balbi 30/1

Commissione d'esame

ANTONELLA MADEO (Presidente)

LORENZA VACONDIO

ILARIA ZANNONI

ILENIA SICCARDI

GABRIELE PONTEPRINO

FIORENZA ORIANA

ANNAMARIA PECCIOLI

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 36 ore (pari a 6 CFU), nel corso delle quali vengono presentati ed analizzati i principali istituti del diritto penale generale ed esposti casi giurisprudenziali. Gli studenti interessati potranno inoltre proporre e presentare alla classe ulteriori casi che si prestino ad essere oggetto di una discussione collettiva.

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 16 settembre al 6 dicembre 2019 (12 settimane)
II semestre dal 17 febbraio al 9 maggio 2020 (12 settimane)

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si svolge in forma orale e si articola in più domande relative alla comparazione della disciplina di istituti di parte generale (elementi del reato, forme di manifestazione del reato, imputabilità, sistema sanzionatorio) vigenti nei sistemi inglese, francese e spagnolo; nonché all’analisi di caratteristiche, differenze e similitudini dei sistemi di civil law e common law.

Modalità di accertamento

L’esame mira a verificare l’effettiva conoscenza e acquisizione da parte delle studente degli istituti di parte generale del diritto penale inglese, francese, spagnolo, nonché la sua capacità di interpretare le norme di riferimento nella loro applicazione in casi pratici. Attraverso quesiti di carattere teorico-generale e la proposta di casi concreti, si verificherà se lo studente è in grado di:

- individuare e definire i concetti giuridici, utilizzando un linguaggio tecnico appropriato;

- individuare, distinguere ed applicare le principali disposizioni normative che regolano il reato, le sue manifestazioni e il sistema sanzionatorio;

- tradurre e comprendere i principali testi normativi nonché i testi delle sentenze.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
15/01/2020 08:30 GENOVA Orale
12/02/2020 08:30 GENOVA Orale
13/05/2020 08:30 GENOVA Orale
03/06/2020 08:30 GENOVA Orale
17/06/2020 08:30 GENOVA Orale
15/07/2020 08:30 GENOVA Orale
09/09/2020 08:30 GENOVA Orale