MOD. 1 DIRITTO PUBBLICO COMPARATO

iten
Codice
67105
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 2° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/21
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
periodo
1° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 2 frazioni:
  • A
  • B
  • moduli
    Questo insegnamento è un modulo di:
    materiale didattico

    PRESENTAZIONE

    Il corso vuole fornire gli strumenti idonei per comprendere le principali tendenze del diritto pubblico comparato. 

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    L'obiettivo è di fornire al futuro giurista le competenze linguistiche e culturali per poter comprendere appieno i principali orientamenti giurisprudenziali dei paesi di common law,  tenendo presente le differenze rilevanti con gli ordinamenti di civil law.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    L’insegnamento di diritto pubblico comparato si propone nel primo modulo di porre in evidenza le affinità e le differenze fra gli ordinamenti di civil e common law. Inoltre, una specifica attenzione sarà attribuita al processo di osmosi fra il diritto costituzionale nazionale e le fonti dell’integrazione sovranazionale.

    In particolare saranno oggetto di studio:

    Il metodo nel diritto pubblico comparato,
    Costituzione e fonti dell’ordinamento internazionale,
    Giustizia costituzionale

     

    Lo studio individuale, la frequenza e la partecipazione alle attività formative proposte consentiranno allo studente di:

    • comprendere le principali caratteristiche dei sistemi costituzionali dell’area europea e nordamericana; 
    • identificare quali sono state le conseguenze dei processi di integrazione sovranazionale;
    • sviluppare capacità di apprendimento che consentano di approfondire autonomamente le principali tematiche affrontate durante il corso;
    • comprendere le principali dinamiche dei processi di circolazione di istituti e tecniche di interpretazione;
    • acquisire un bagaglio di strumenti analitici ed operativi che consentiranno di perfezionare le conoscenze delle giurisprudenze nazionali e sovranazionali;
    • leggere ed esaminare criticamente, con autonomia di giudizio, articoli scientifici nella  materia del diritto del diritto pubblico comparato;
    • esprimersi con  linguaggio tecnico giuridico appropriato.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Il corso si articola in lezioni frontali e incontri seminariali anche in lingua straniera.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    La comparazione nel diritto costituzionale. Le codificazioni costituzionali. Le forme di governo. Le forme di Stato: federalismo e regionalismo. I Tribunali costituzionali. La codificazione costituzionale dei diritti. Principio di eguaglianza e riconoscimento delle differenze. Libertà religiosa.

    Durante il corso sono previsti seminari di approfondimento su specifiche tematiche finalizzati al superamento dell’esame.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti frequentanti
    G. Rolla, Elementi di diritto costituzionale comparato, Milano, Giuffrè, 2018;  L. De Grazia, L. Lorello. G. Verde (curr.), Vecchie e nuove minoranze, Santarcangelo Romagna, Maggioli, 2018; Materiali eventualmente  segnalati a lezione 
    Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti non frequentanti
    G. Rolla, Elementi di diritto costituzionale comparato, Milano, Giuffrè, 2018;  L. De Grazia, L. Lorello. G. Verde (curr.), Vecchie e nuove minoranze, Santarcangelo Romagna, Maggioli, 2018; e in alternativa uno dei seguenti testi: 

    S. Rodriquez, Rappresentanza democratica e strumenti di partecipazione, Napoli, Editoriale scientifica, 2017; o

    E. Ceccherini (cur), I diritti al tempo delle crisi, Napoli, Editoriale scientifica, 2018, (contributi di: Rolla, Scotti, Milani, Dicosola, Rodriquez, Spigno) 

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Ricevimento: A causa dell'emergenza sanitaria, i riceivmenti sono sospesi. E' possibile contattare la docente via mail: eleonora.ceccherini@unige.it al fine anche di pianificare un contatto via skype.    

    Commissione d'esame

    ELEONORA CECCHERINI (Presidente)

    ENRICO AJMAR

    DIEGO BALDONI

    FRANCESCO CAMPODONICO

    FEDERICA DANINI

    NICOLO' FUCCARO

    CRISTINA OTTONELLO

    ANDREA PERELLI

    SIMONE PITTO

    FEDERICO PONTE

    SIMONA RODRIQUEZ

    MARINA ROMA

    LEZIONI

    MODALITA' DIDATTICHE

    Il corso si articola in lezioni frontali e incontri seminariali anche in lingua straniera.

    INIZIO LEZIONI

    Inizio lezioni: 16 settembre

    Orario delle lezioni valevole per il primo e secondo modulo:

    lunedì ore 12-14 Aula 13 Albergo dei Poveri

    martedì ore 10-12 Aula 13 Albergo dei Poveri

    ore 15-17 Aula 13 Albergo dei Poveri

     mercoledì ore 10-12 Aula 10 Albergo dei Poveri

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

     

    Comunicato 7 maggio 2020 

    Integrazione modalità di esame 7 maggio 2020

     

     

    1. E’ necessario iscriversi all’esame tramite webstudenti. Gli studenti non hanno alcun altro onere. Dal mese di giugno, il CEDIA provvederà all’inserimento per una nuova funzione che sostituirà l’invio della dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio (v. punto 4).  
    2. Si prega di fare attenzione alle date degli esami,  per l’orario è necessario tenere presente quanto scritto nelle note. Date e orari saranno comunque resi noti tramite aula web e scheda di insegnamento della docente. Si prega di fare la massima attenzione.
    3. Qualora dopo l’iscrizione, lo studente ritenga di non voler sostenere più la prova, è pregato di cancellare la propria iscrizione.
    4. Entro il giorno prima dell’esame, lo studente dovrebbe inviare all’indirizzo mail della docente: eleonora.ceccherini@unige.it la dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio. Il fac smile dell’atto è disponibile in aula web. La documentazione deve essere inviata indicando in oggetto: DICHIARAZIONE      COGNOME E NOME DELLO STUDENTE MATERIA DI ESAME DATA DELL’ESAME.   ES.: Dichiarazione Canepa Monica Diritto pubblico comparato 11 maggio 2020
    5. Gli studenti sono già iscritti alla piattaforma Teams e verranno inseriti dalla docente nel Team: ESAMI. L’inserimento avviene attraverso la mail istituzionale dell’Università di Genova.
    6. Il giorno dell’esame, nell’orario programmato la Commissione verificherà la presenza degli studenti iscritti all’esame tramite la loro  connessione.
    7. Dal Team ESAMI, i commissari chiameranno  gli studenti nella Commissione preposta.
    8. Lo studente dovrà esibire attraverso la telecamera il proprio documento di identità.
    9. Solo per gli studenti di diritto pubblico comparato: in caso lo studente fosse stato autorizzato a sostenere l’esame con un programma diverso, dovrà renderlo noto alla commissione, esibendo l’autorizzazione della docente. In assenza di autorizzazione scritta, il programma è quello indicato nella scheda di insegnamento.
    10. Terminato l’esame, la Commissione delibererà la votazione che sarà resa nota allo studente.

    Comunicato 4 maggio 2020

     

                                                                            Esami orali

    Gli esami orali (prove intermedie e finali degli insegnamenti) possono essere svolti utilizzando la piattaforma Teams (miniguide e tutorial disponibili all’indirizzo https://cedia.unige.it/didattica-a-distanza).

    Si indicano i requisiti minimi essenziali a fini di validità delle sedute:

    1. la commissione deve essere regolare (e quindi composta da almeno due componenti collegati in remoto in modo da poter formulare una valutazione collegiale). Nota bene: ai sensi del DR del 3 aprile 2020, al fine di agevolare lo svolgimento degli esami di profitto durante la sospensione delle attività in presenza dovuta all’emergenza sanitaria in corso, i componenti delle commissioni d’esame potranno procedere anche singolarmente alla verifica dell’apprendimento a condizione che la valutazione sia conclusa dal presidente della commissione (il docente responsabile dell’insegnamento);

    2. il necessario riconoscimento (visualizzazione del candidato da parte della commissione) avviene facendo mostrare dallo studente il tesserino universitario (badge con foto);

    3. è necessario almeno un testimone collegato in Teams (ad esempio, lo studente successivo o precedente nell’ordine di esame).

     

    È opportuno che la Commissione prima dell’inizio del colloquio comunichi allo studente il divieto di utilizzare qualunque strumento di ausilio (testi, cellulari, tablet etc.) e di ricevere assistenza o suggerimenti da persone estranee e acquisisca una dichiarazione sostitutiva di atto notorio nella quale il candidato stesso sottoscriva, sotto la propria responsabilità, che durante la prova non ha utilizzato strumenti di ausilio né assistenza da parte di persone di supporto.

    Eventuali comportamenti degli studenti non conformi a quanto disposto saranno considerati violazioni del Regolamento in materia di procedimento disciplinare nei confronti degli studenti, e potranno comportare l’adozione di provvedimenti disciplinari.

    A partire dalla sessione estiva degli esami, per alleggerire gli oneri procedurali a carico del docente e per evitare ogni rischio di violazione della normativa sulla privacy, in luogo della dichiarazione sostitutiva di atto notorio sarà messo a punto un sistema di flag obbligatorio che lo studente dovrà apporre nella piattaforma di iscrizione agli esami; si segnala quindi la necessità di utilizzare la piattaforma Webdocenti per attivare gli appelli d’esame (https://servizionline.unige.it/personale/docenti/webdocenti).

    In seguito alle ultime indicazioni del Garante per la privacy (26 marzo 2020) e all’indicazione dei Digital Protection Officer (DPO) delle Università italiane, preso atto del carico burocratico e di responsabilità connesso alle videoregistrazioni di esami di profitto e di laurea, è opportuno, e dunque consigliato, non procedere alla videoregistrazione di alcuna prova di esame.

    È opportuno che la Commissione prima dell’inizio del colloquio comunichi allo studente e ai testimoni il divieto di registrare la prova.

    Al fine di non penalizzare i candidati che possano avere difficoltà di collegamento telematico, ove lo studente non possa collegarsi il suo esame dovrà essere rinviato ad altra data concordata.

    4 maggio 2020

     

    Si allegano le indicazioni della nota rettorale del 23 marzo 2020 in merito alle condizioni di svolgimento degli esami in modalità telematica nel periodo di emrgenza del corona virus.  Come è noto, la sessione di esame per il dipartimento di giurisprudenza inizierà a maggio, pertanto, non è escluso che per quella data, le modalità possano cambiare. Sarà cura del dipartimento e della docente informare gli studenti con le modalità ritenute più opportune. Restao fermi gli altri adempimenti circa l'iscrizione alle prove di esame. 

    La nota rettorale offre anche alcune opzioni in merito allo svolgimento della prova scritta. Allo stato attuale, la commissione non ha preso alcuna decisione in merito ma sul punto sarete a breve ragguagliati. 

     

    3. Esami orali in modalità telematica

    Gli esami orali (prove intermedie e finali degli insegnamenti) possono essere svolti utilizzando la piattaforma Teams (miniguide e tutoriali disponibili all’indirizzo https://cedia.unige.it/didattica-a-distanza), da preferire ad altre piattaforme di videoconferenza.

    Si indicano i requisiti minimi essenziali a fini di validità delle sedute:

    1. la commissione deve essere regolare (e quindi composta da almeno due componenti collegati in remoto in modo da poter formulare una valutazione collegiale);

    2. il necessario riconoscimento (visualizzazione del candidato da parte dell’intera commissione) può avvenire facendo mostrare dallo studente il tesserino universitario (badge con foto) o altro documento di identità con fotografia;

    3. è necessario almeno un testimone collegato in Teams (ad esempio, lo studente successivo o precedente nell’ordine di esame);

    È opportuno che la Commissione prima dell’inizio del colloquio comunichi allo studente il divieto di utilizzare qualunque strumento di ausilio (testi, cellulari, tablet etc.) e di ricevere assistenza o suggerimenti da persone estranee e al termine dell’esame di laurea acquisisca una dichiarazione nella quale il candidato stesso sottoscriva, sotto la propria responsabilità, che durante la prova non ha utilizzato strumenti di ausilio né assistenza da parte di persone di supporto (cfr. infra fac-simile dichiarazione atto notorio allegato).

    Si segnala al docente la possibilità di registrare gli esami, escludendo dalla registrazione la fase di riconoscimento dello studente.

    È opportuno che la Commissione prima dell’inizio del colloquio comunichi allo studente e ai testimoni il divieto per loro di registrare la prova.

    Al fine di non penalizzare i candidati che possano avere difficoltà di collegamento telematico, ove lo studente non possa collegarsi il suo esame dovrà essere rinviato ad altra data concordata.

     

     

     

     

     

     

     

    L’esame si svolgerà oralmente alla presenza della commissione composta da almeno due docenti.   Lo studente dovrà iscriversi telematicamente all’esame entro due giorni lavorativi precedenti la data della prova. La mancata iscrizione comporta l’impossibilità di sostenere l’esame.   A fini solo documentali, allo studente è consigliato di stampare la ricevuta dell’avvenuta iscrizione.   
     

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    L’esame orale mira a verificare l’effettiva conoscenza e acquisizione da parte delle studente delle nozioni teoriche di base come pure la sua capacità di individuare ed applicare le norme di riferimento a specifici casi concreti. Attraverso quesiti di carattere teorico generale e la proposta di casi analizzati a lezione per gli studenti frequentanti e indicati nei manuali per gli studenti non frequentanti  si verificherà se lo studente è in grado di:

    • individuare e definire i concetti giuridici utilizzando un linguaggio tecnico appropriato;
    • individuare, distinguere, conoscere ed applicare le principali disposizioni normative che regolano i rapporti fra fonti dell’ordinamento interno e internazionale;
    • comprendere e interpretare, con spirito critico e autonomia di giudizio, i principali testi costituzionali.

     

    Il candidato sarà esaminato da almeno due componenti la commissione.

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note
    07/01/2020 11:00 GENOVA Orale
    13/02/2020 15:00 GENOVA Orale
    11/05/2020 11:30 GENOVA Orale
    25/05/2020 15:30 GENOVA Orale
    08/06/2020 09:30 GENOVA Orale
    25/06/2020 15:30 GENOVA Orale
    01/09/2020 11:30 GENOVA Orale