DIRITTO PROCESSUALE PENALE I

DIRITTO PROCESSUALE PENALE I

_
iten
Codice
64941
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
9 cfu al 3° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/16
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
periodo
2° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 2 frazioni: A, B. Questa pagina si riferisce alla frazione A
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento di Diritto processuale penale I ha ad oggetto lo studio della disciplina della parte “statica” del diritto processuale penale, ovvero dei modelli processuali, delle fonti, nazionali e sovranazionali, dei principi generali, con particolare riguardo a quelli costituzionali, dei soggetti, degli atti, delle prove e delle misure cautelari.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Profili dell’ordinamento e dell’organizzazione giudiziaria relativi alla giustizia penale. Principi generali del processo, soggetti e atti del procedimento. Prove e misure cautelari.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

In particolare l’insegnamento di diritto processuale penale I si propone di fornire agli studenti del terzo anno nozioni di base ed approfondimenti giurisprudenziali in materia di procedura penale, con un approccio di analisi integrato e con specifico riferimento ai seguenti argomenti:

  • I modelli processuali;
  • Le fonti del diritto processuale penale
  • La disciplina costituzionale in materia di diritto processuale penale;
  • I soggetti del procedimento e del processo;
  • Le forme e gli atti processuali, con particolare attenzione alle ipotesi di invalidità;
  • Le prove e i mezzi di ricerca della prova;
  • Le misure cautelari.

 

Lo studio individuale, la frequenza e la partecipazione alle attività formative proposte consentiranno allo studente di:

  • Comprendere e ricordare le caratteristiche dei modelli processuali tradizionali;
  • Comprendere e ricordare le fonti del diritto processuale penale;
  • Comprendere e ricordare i principi costituzionali in materia processuale penale, riconoscendone l’attuazione nella legislazione processuale ordinaria o le eventuali sue frizioni con essi;
  • Identificare le diverse tipologie di atti;
  • Distinguere i diversi soggetti del procedimento nonché comprendere la disciplina che ne regola la presenza al suo interno;
  • Identificare le diverse forme di invalidità degli atti nonché comprendere, interpretare ed applicare la relativa disciplina normativa;
  • Distinguere le diverse tipologie delle misure cautelari, identificare i presupposti per la loro applicazione e comprendere i passaggi del relativo procedimento di applicazione;
  • Individuare, comprendere e distinguere i mezzi di prova ed i mezzi di ricerca della prova;
  • Acquisire un linguaggio tecnico giuridico appropriato ed utilizzarlo per esprimersi correttamente.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 54 ore (pari a 9 CFU), nel corso delle quali verranno introdotte le funzioni e i modelli di processo penale e verrà dedicata particolare attenzione ai principi costituzionali e convenzionali.

Verranno visionati in aula dei film che consentiranno di discutere le tematiche della verità processuale e del lessico probatorio.

Periodicamente verranno pubblicati su Aulaweb materiali di particolare rilevanza ed eventuali testi normativi di riforma sui quali avviare approfondimenti specifici e un confronto collettivo.

Occasionalmente potranno essere invitati a svolgere una lezione su temi di particolare interesse e attualità studiosi, magistrati e avvocati anche al fine di consentire agli studenti di acquisire maggiore consapevolezza della dimensione concreta della materia.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Le premesse storiche e culturali

Le fonti del diritto processuale penale

I soggetti del processo (il giudice; il pubblico ministero; la polizia giudiziaria; l’imputato; il difensore; la vittima; le parti eventuali)

La teoria generale del processo (l’atto processuale penale e l’invalidità; teoria generale della prova; lessico probatorio; mezzi di prova e mezzi di ricerca della prova)

Le misure cautelari (introduzione; tipologie di misure cautelari; i presupposti per l’applicazione delle misure; il procedimento applicativo delle misure; le impugnazioni cautelari)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti frequentanti  

P. TONINI, Manuale di procedura penale, 20a ed., Giuffrè, 2019, pp. 67-510


Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti non frequentanti 

P. TONINI, Manuale di procedura penale, 20a ed., Giuffrè, 2019, pp. 1-510

G. GIOSTRA, Prima lezione sulla giustizia penale, Laterza, 2020, pp. 1-179

Gli studenti frequentanti e non frequentanti dovranno utilizzare per la preparazione dell'esame, quale strumento indispensabile, il seguente codice di procedura penale aggiornato:

BELLUTA-GIALUZ-LUPARIA, Codice sistematico di procedura penale, 4a ed., Giappichelli, 2019.

Si suggerisce inoltre la lettura del seguente romanzo:

G. CAROFIGLIO, Testimone inconsapevole, Sellerio, 2002

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Nel periodo dal 18 febbraio al 24 aprile il docente riceverà gli studenti in via Balbi 30 (I piano) nelle giornate seguenti: martedì, dalle 19.15 alle 20 mercoledì, dalle 10.30 alle 12.30 (salvo diverso avviso comunicato via Aulaweb agli studenti iscritti). Gli studenti che intendono presentarsi al ricevimento sono invitati, per una migliore gestione dello stesso, a scrivere in anticipo al docente all'indirizzo mitja.gialuz@unige.it

Commissione d'esame

MICHELA MIRAGLIA (Presidente)

MITJA GIALUZ (Presidente)

MARIO PERALDO GIANOLINO

LUCA BARONTINI

LORENZO AGOSTINO

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 54 ore (pari a 9 CFU), nel corso delle quali verranno introdotte le funzioni e i modelli di processo penale e verrà dedicata particolare attenzione ai principi costituzionali e convenzionali.

Verranno visionati in aula dei film che consentiranno di discutere le tematiche della verità processuale e del lessico probatorio.

Periodicamente verranno pubblicati su Aulaweb materiali di particolare rilevanza ed eventuali testi normativi di riforma sui quali avviare approfondimenti specifici e un confronto collettivo.

Occasionalmente potranno essere invitati a svolgere una lezione su temi di particolare interesse e attualità studiosi, magistrati e avvocati anche al fine di consentire agli studenti di acquisire maggiore consapevolezza della dimensione concreta della materia.

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno martedì 18 febbraio 2020

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIRITTO PROCESSUALE PENALE I A

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si svolgerà in forma esclusivamente orale, in unica soluzione, su tutto il programma. Si articolerà, generalmente, in tre domande.

Modalità di accertamento

L’esame orale mira a verificare l’effettiva conoscenza ed acquisizione da parte dello studente delle nozioni teoriche relative agli argomenti oggetto del programma.

Attraverso quesiti di carattere teorico generale si verificherà se lo studente è in grado di:

  • individuare e definire i concetti giuridici utilizzando un linguaggio tecnico appropriato;
  • individuare, distinguere, conoscere, comprendere ed applicare, con spirito critico ed autonomia di giudizio, sia le fonti del diritto processuale penale, nazionali o sovranazionali, sia i testi di alcune sentenze fondamentali la cui conoscenza è indispensabile per una visione completa degli argomenti oggetto del programma.